Coronavirus | Aereo Alitalia bloccato alle Mauritius partito da Roma

0
31

Coronavirus: un aereo Alitalia, partito da Roma, è stato fermato dalle autorità delle Mauritius. Quarantena o rimpatrio per i 300 passeggeri a bordo.

coronavirus-aerelo-alitalia-bloccato-mauritius
Aereo Alitalia bloccato alle Mauritius – Fonte Instagram da https://www.instagram.com/p/B8tuVgUiXmF/

Nel mondo cresce la paura per il Coronavirus. Dopo gli ultimi contagi saliti a oltre 160 casi e che hanno reso l’Italia il terzo Paese al mondo dopo la Cina e la Corea, gli altri Paesi prendono precauzioni. Secondo quanto riporta Sky Tg24, le autorità locali delle Mauritius avrebbero deciso di bloccare un aereo Alitalia, partita da Roma, con 300 passeggeri a bordo.

Coronavirus, bloccato aereo Alitalia alle Mauritius partito da Roma: fermi a bordo passeggeri della Lombardia e del Veneto

coronavirus stop aerei
coronavirus l’allarme dell’oms sui morti (Istock)

Circa 300 passeggeri di un volo Alitalia, partito da Roma, questa mattina, come fa sapere Sky Tg24, è stato fermato dopo l’atterraggio all’aereoporto di Mauritius, isola dell’Oceano indiano. Una decisione che è arrivata direttamente dalle autorità locali per evitare il rischio che il coronavirus si diffonda ulteriormente.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Le autorità locali delle Mauritius, dopo l’aumento del numero di contagi dal coronavirus anche in Italia, hanno deciso di bloccare i voli italiani decidendo di far sbarcare i passeggeri solo se accettano un periodo di quarantena in due ospedali. L’alternativa è rientrare subito in Italia a bordo dello stesso aereo.

Secondo Sky Tg24, tuttavia, le autorità delle Mauritius avrebbero deciso di far sbarcare tutti i passeggeri tranne quelli provenienti dalle zone a rischio. Al momento, a bordo dell’aereo, ci sarebbero circa 60 passeggeri provenienti dalla Lombardia e dal Veneto.

Il Ministero degli Esteri, in una nota, fa sapere che “La Farnesina sta seguendo sin dalle prime battute la vicenda dell’aereo italiano bloccato a Mauritius, in contatto costante con la compagnia aerea Alitalia e con l’Ambasciata a Pretoria, competente per l’area, al fine di assicurare la massima assistenza agli italiani a bordo”.

L’allerta, dopo la quarta vittima italiana, resta alta in tutto il mondo. Al momento non è previsto il divieto di circolazione. “Non abbiamo ricevuto nessuna richiesta di sospensione del trattato di Schengen (che regola l’apertura delle frontiere tra i paesi firmatati ndr), tutte le decisioni devono essere prese in base a una rigorosa valutazione scientifica, devono essere proporzionate e coordinate” – ha dichiarato il commissario Ue alla gestione delle crisi Janez Lenarcic come riporta Sky Tg24 – “La questione dei divieti di viaggio e dei controlli alla frontiera è di competenza dei diversi Paesi”.