Home Salute e Benessere Psiche Persona Immatura | Come si gestisce un insopportabile, eterno bambino?

Persona Immatura | Come si gestisce un insopportabile, eterno bambino?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:00
CONDIVIDI

Una persona immatura non è mai cresciuta: non è in grado di prendersi le proprie responsabilità, si lamenta in continuazione e vive in una perenne adolescenza. Come si può aiutare questi eterni Peter Pan a uscire dall’Isola Che Non C’è in cui sono intrappolati?

Persona immatura
(Foto: Pixabay)

Tutti nella nostra vita abbiamo incontrato persone senza alcuna intenzione di crescere: spensierati, testardi, capricciosi e assolutamente non in grado di scendere a compromessi, questi eterni bambini in genere creano moltissimi problemi alle persone che trascorrono del tempo con loro.

Naturalmente non tutte le persone capricciose o fanciullesche sono affette da immaturità cronica ma in certi casi, quando si presentano contemporaneamente molti comportamenti di un certo tipo, è bene compiere una scelta: aiutare Peter Pan a crescere oppure allontanarlo dalla propria vita.

Aiutare una persona immatura non è mai una scelta semplice, dal momento che questo tipo di personalità oppone una fiera resistenza al cambiamento e, come se non bastasse, è anche estremamente testarda.

Alcune volte però è assolutamente necessario provare, e i motivi possono essere tanti: siamo costretti ad avere una relazione personale con la persona in questione (lavorativa, familiare eccetera) oppure, semplicemente, le siamo molto affezionati.

Ecco una serie di consigli su come riconoscere una persona immatura e soprattutto su come sopravvivere alla sua vicinanza.

Personalità immatura in psicologia

persona immatura
(Foto: Pixabay)

Per la psicologia tutti i disturbi della personalità hanno origine in una personalità immatura. Questo significa che l’immaturità cronica spalanca inevitabilmente le porte a tutta un’altra serie di problemi psicologici che diventa sempre più difficile affrontare mano a mano che ci si avvicina all’età adulta.

C’è però da dire che non è mai tardi per migliorare: un adulto, se opportunamente indirizzato e dotato di molta buona volontà è in grado di fare passi da giganti verso una nuova fase della propria vita.

Sintomi di immaturità cronica

Una personalità immatura presenta (se non tutti) gran parte dei seguenti tratti caratteriali. Possederne uno, o un paio, non significa essere immaturi (almeno non in senso patologico) ma di certo sarebbe meglio lavorare sul proprio comportamento per eliminare questi tratti tossici della personalità.

  • Insoddisfazione: una persona immatura non è mai soddisfatta di nulla. Abituata a chiedere in continuazione, pretende che tutti i suoi capricci siano assecondati. Non concependo l’idea di scendere a compromessi, non sopporta che i suoi desideri siano esauditi solo in parte
  • Arroganza e negazione dell’evidenza: quando una persona immatura sbaglia o viene messa davanti ai propri errori, tende a minimizzarli perché non ama trovarsi in difetto
  • Tendenza a esagerare: se una persona immatura si diverte, lo fa per giorni, se racconta vicende personali sembra che nessuno possa davvero capire i suoi problemi, che sono sempre più gravi, più complessi, più importanti di quelli altrui
  • Egocentrismo una persona immatura è egocentrica, ha bisogno di essere sempre al centro delle attenzioni altrui
  • Insicurezza e bassa autostima: l’egocentrismo serve a mascherare la propria profonda insicurezza e la bassissima stima che un immaturo ha di se stesso
  • Paura della solitudine: un immaturo cerca continuamente la compagnia degli altri poiché trova insopportabile la solitudine e il dolore che essa comporta
  • Immobilismo: una persona immatura sa soltanto lamentarsi di quanto sia sfortunata la sua vita, ma non prende mai l’iniziativa per migliorarla poiché ha paura dello sforzo necessario a ottenere il miglioramento
  • Fuga dalle responsabilità: un immaturo non sarà mai in grado di fare una scelta, preferendo sempre farsi trasportare dalle situazioni ed esponendosi il meno possibile

Cause dell’immaturità cronica

persona immatura
(Fonte: Pixabay)

L’immaturo è una persona che ha scelto, consapevolmente o inconsapevolmente, di non crescere.

Il motivo scatenante di questa “decisione” sta nel non aver ricevuto abbastanza affetto da bambini, da uno o da entrambi i genitori. L’adulto – bambino, che da bambino si è sentito abbandonato, tenderà sempre, quindi, a non sentirsi protetto o amato abbastanza, cercando continuamente conferme e dimostrazioni di affetto nelle persone che lo circondano e soprattutto da coloro che lo amano, come partner, familiari e amici.

C’è da dire che – a livello statistico – gli uomini immaturi sono più numerosi delle donne immature. Probabilmente quindi non è un caso che Peter Pan sia un maschio e che Wendy sia una femmina.

Come ci si dovrebbe comportare, quindi, quando una Wendy incappa in uno (o in un ennesimo) Peter Pan?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE => Problemi di coppia (e soluzioni)

Una persona immatura può essere aiutata?

sindrome di peter pan
(Fonte: Instagram)

Aiutare una persona immatura, come già accennato, è molto difficile proprio a causa del fatto che chi soffre di immaturità cronica tende a negare assolutamente la propria condizione.

L’unico modo per scuotere gli adulti – bambini e costringerli a tornare alla realtà è quello di trattarli come adulti per una volta nella loro vita.

Assecondare una persona immatura sarà una pessima scelta, così come tentare in ogni modo di accontentare i suoi capricci. La cosa migliore da fare sarà tentare di affrontare l’argomento in maniera seria e diretta, puntando a fargli comprendere quanto il suo comportamento sia inadeguato alla sua età e costringendolo a prendersi almeno qualcuna delle sue (molte) responsabilità.

Molto probabilmente l’eterno bambino sarà spaventato dalla fatica emotiva che si troverà ad affrontare e tenterà di mettere in atto le sue solite strategie (negare l’evidenza, non mettersi in discussione). A questo punto sarà il momento di insistere fino a farlo capitolare: in genere una persona immatura “guarisce” grazie a un trauma, piccolo o grande che sia.

Un fidanzato con la sindrome di Peter Pan

Una persona immatura tende a scegliere come partner sentimentale una persona in grado di sostituirsi ai genitori, cioè di accudirlo, amarlo, risolvere i problemi quotidiani al suo posto, sostenerlo a livello emotivo.

Questa situazione tende a sfiancare la persona che si trova sobbarcata dalla responsabilità di essere un genitore a tutti gli effetti (tecnicamente si utilizza il termine caregiver). Per questo motivo gli immaturi si ritrovano ad essere abbandonati dai loro partner che, semplicemente, non li sopportano più.

Invece di rimboccarsi le maniche, naturalmente, gli immaturi accuseranno il partner di non amarli abbastanza e si precipiteranno alla ricerca di un altro caregiver.

persona infantile
Wendy Moira Angela Darling (Foto: Instagram)

Sostenere la parte di Wendy può andare bene per un certo periodo, ma non può essere una scelta di vita: in una coppia ognuno dei partner ha il dovere di dare almeno quanto riceve, cosa che un immaturo non è in grado di fare. Una rottura definitiva, in questo caso, può essere una vera e propria liberazione.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.