Home Salute e Benessere Psiche La Legge dello specchio | La regola che ti mostra come essere...

La Legge dello specchio | La regola che ti mostra come essere felice

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

La Legge dello Specchio | La regola che ti mostra “magicamente” come essere felice. Ecco come utilizzarla nella vita di tutti i giorni e liberarti del peso dei problemi

psicologia specchio
la legge dello specchio (Istock Photos)

Da sempre siamo alla continua ricerca, quasi spasmodica, dello scoprire chi siamo realmente. Ci riusciamo? Molte volte no, forse qualcuno ci si avvicina, ma nella maggior parte dei casi, noi umani siamo così concentrati nel vivere tutto subito e di fretta che, non ci soffermiamo mai, davvero, sul “chi siamo” e, cosa molto più importante sul “cosa vogliamo”. Non parlo del volere “materiale” ma su cosa vogliamo davvero per noi, cosa ci fa stare bene realmente. Non lo sappiamo in verità, ci aggrappiamo al pensiero che “forse” ci potrebbe far star bene “quello” piuttosto che “quell’altra cosa” ma poi, in fondo, perché siamo sempre così arrabbiati e tristi? Ecco, la “legge dello specchio” ci mette difronte alle nostre verità, alle nostre paure e ai nostri fastidi. Ci fa capire davvero cosa è importante e come ottenerlo per essere più felici. Possiamo racchiudere il concetto della “legge dello specchio” con un aforisma di Carl Gustav JungTutto ciò che non vogliamo sapere di noi stessi finisce sempre per giungerci dall’esterno e assumere la forma di Destino“. Ecco, cerchiamo di capirci un po’ di più sulla legge dello specchio e come possiamo usarla a nostro vantaggio nella vita di tutti i giorni. D’altronde essere felici non è facile se non sai come si fa

Potrebbe interessarti anche: Il metodo delle 4 parole per curare corpo, mente e anima

La Legge dello Specchio | Come essere felici guardandosi dentro

specchio
la legge dello specchio (Istock)

La Legge dello Specchio svela che l’origine dei nostri sentimenti negativi verso una determinata persona è da ricercare nel nostro intimo e non nell’altro. In poche parole, ci spiega che i sentimenti nascono dentro di noi, ed è per questo motivo che i responsabili, i soli responsabili, non possiamo che essere solo e soltanto noi. In altre parole, tutto ha inizio e fine solo esclusivamente dentro noi stessi: Ciò che diamo è quello che poi riceviamo, così ciò che è dentro di noi lo è anche all’esterno.

Cosa voglio dire? Tutto ciò che temiamo, che non ci piace o ci infastidisce, finisce, inevitabilmente, per interferire con la realtà che ci circonda quotidianamente. Tutto ciò che vogliamo dimenticare e non vogliamo pensare, ci seguirà comunque attraverso avvenimenti correlati perché la nostra vitae fatta soprattutto di “specchi” che riflettono la nostra vita interiore, come se la nostra realtà fosse uno specchio che ci restituisce l’immagine che stiamo guardando.

Quello che consideriamo il nostro lato oscuro non è altro che la porta di accesso a dei  doni immensi. Dentro di noi esiste ogni opposto e il nostro compito è quello di abbracciare e accettare tutto ciò che siamo. Scopriamo, quindi, come riuscire ad essere finalmente felici con noi stessi.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Come praticare la Legge dello Specchio | Le 3 Fasi

specchio
La Legge dello Specchio (Istock)

Il mondo che ci circonda è la fedele riproduzione di ciò che siamo interiormente, l’esterno è interno e la realtà ci fa praticamente da specchio. In sintesi è proprio questa La Legge dello specchio. Ma cosa significa che la realtà ci fa da specchio?
Hermann Hesse ce lo spiega con uno dei suoi tanti pensieri: “Quando odiamo qualcuno, odiamo nella sua immagine qualcosa che è dentro di noi”.

In parole povere allude a come tutto ciò che nel mondo ci attrae e per questo ci piace, come la persona che ammiriamo e apprezziamo, in realtà sta rispecchiando aspetti di noi che abbiamo già al nostro interno.

Per lo stesso motivo, al contrario, tutto ciò che nel mondo ci procura fastidio e che non sopportiamo, non è altro che il riflesso di quei lati della nostra personalità che ancora non accettiamo e che quindi rifiutiamo categoricamente.

Mettendo in pratica la Legge dello Specchio, riusciremo a gestire i nostri problemi con gli altri (familiari, amici, colleghi di lavoro, ecc.). La Legge dello Specchio si esprime su tre livelli, questi sono:

  1. Ti dà fastidio ciò che sei
  2. Ti dà fastidio ciò che vorresti essere
  3. Ti dà fastidio ciò a cui hai dovuto rinunciato o che ti è stato sottratto

Quindi se pensiamo di vedere qualcosa di sbagliato al di fuori di noi, nelle persone o nella vita che ci circonda ogni giorno, in realtà stiamo semplicemente osservando qualcosa che si trova al nostro interno ma che non riconosciamo come nostra. Ecco che nasce così una delle emozioni maggiormente  più diffusa negli esseri umani: il fastidio.

Potrebbe interessarti anche: La Regola dei 20 secondi che migliora il buon umore

1. Ti dà fastidio ciò che sei

donna con ragazzi
la legge dello specchio (Istock)

Se ti infastidisce una persona perché ritieni alcuni comportamenti irrisepttosi domandati in quali occasioni tu non mostri rispetto. La legge dello specchio spiega proprio questo: se la mancanza di rispetto non fosse qualcosa di intrinseco in te, non avresti fastidio per le persone irrispettose. La stessa cosa vale se, invece, ti irrita una persona aggressiva probabilmente giudichi sbagliata la tua aggressività; il tuo fastidio, dunque, ti sta mostrando alcuni aspetti di te che altrimenti non noteresti affatto. In sostanza, ti arrabbi facilmente perché non accetti questa parte di te, allora, appena qualcuno si arrabbierà facilmente ti darà  di conseguenza fastidio.

Dunque, dobbiamo prendere in esame le cose che ci danno fastidio negli altri. Per esempio: Perché ci irritano i commenti di nostra madre durante i pranzi in famiglia? Perché non riusciamo più a ragionare quando siamo in compagnia di nostro fratello? 

Attenzione però a non cadere nell’equivoco. Se una persona mostra aggressività o mancanza di rispetto nei tuoi riguardi, è normale essere infastiditi. Se, al contrario, ti infastidiscono, in modo assoluto, le persone irrispettose o le persone aggressive, si applica la legge dello specchio.

Per analizzare tutto questo, bisogna fare una lista con tutti gli elementi che ci infastidiscono delle persone che ci circondano. Probabilmente ci renderemo conto che ci sono valori che stiamo disprezzando e che ci sono cose che neanche noi facciamo come dovremmo. Per questo motivo, il passo successivo è fare una lista di ciò per cui dobbiamo essere grati alle persone per noi irritanti: di sicuro avranno fatto almeno una cosa buona per noi. Sapremo di esserci liberati quando l’elemento dell’altro che ci risultava così fastidioso smetterà di stizzirci.

Potrebbe interessarti anche: Psiche | Le 5 domande da porti se devi prendere una decisione importante

2. Ti dà fastidio ciò che vorresti essere

coppia con amica
La Legge dello specchio (Istock)

Ci dà fastidio chi non rispetta le regole perché anche noi vorremmo trasgredirle, ma non abbiamo il coraggio di farlo, ci dà fastidio chi ci invita ad un matrimonio o una laurea perché noi non siamo riusciti a sposarci o a laurearci.

Ora ti chiederai: quindi, se ambivo a sposarmi e non ci sono riuscita, starò sempre male solo a sentir parlare di matrimonio? Beh si, se non lavori su te stessa. Lavorare su se stessi vuol dire rimboccarsi le maniche per capire cosa davvero vuoi dalla vita. Pensi ancora che ti serva un uomo per ambire alle tue aspirazioni? Allora fallo, anche se hai 70 anni on è mai troppo tardi per sposarsi o per laurearti. Però devi anche chiederti: davvero mi serve sposarmi o laurearmi per ambire alle mie aspirazioni? Magari scoprirai che le tue gratificazioni le stai già ottenendo.

Magari pensi di essere una fallita solo perché non hai una laurea. Ecco l’errore più grosso della tua vita: sappi che il successo non si misura per gli obiettivi riusciti ma per il coraggio nell’affrontare e gestire un fallimento. Se non hai la laurea che speravi o non sei sposata ma comunque conduci un’esistenza fatta di gratificazioni, beh direi che rimuginare sul passato non ha senso. Siamo in continua evoluzione; magari le cose a cui non davi peso ora hanno la priorità e viceversa.

Bisogna osservare cosa ci da maggiormente fastidio e cerchiamo di capire per quale motivo proviamo quella determinata emozione con una certa persona o in una determinata situazione. Questo ci permetterà conoscerci più a fondo e magari “lavorare” su questi punti deboli che, ora, con la legge dello specchio finalmente conosciamo.

Potrebbe interessarti anche: Psiche | Ecco chi ti ruba la vitalità senza che tu te ne accorga

3. Ti dà fastidio ciò a cui hai rinunciato

donna critica
la legge dello specchio (Istock)

Se da piccoli i nostri genitori ci negavano alcune cose, ora da grandi, ci dà fastidio vedere quei genitori che danno tutto ai propri figli. Il problema di fondo, però, non sono le coppie che vivono felici o i giocattoli che da bambini non abbiamo avuto, no, il problema vero siamo solo noi! Perché facendo così scegliamo di rimanere ancorati ad un passato che, per l’appunto, è passato e non il presente.

Accettazione è la parola chiave, amate e perdonate voi stessi, perché là fuori non c’è niente e nessuno da perdonare.

Potrebbe interessarti anche: Psiche | Le 4 parole che curano corpo, mente e spirito – VIDEO

La Legge dello Specchio | Le fasi conclusive

donna specchio
la legge dello specchio (Istock)

La Legge dello Specchio è solo un semplice guardare ed osservare, che si completa con la Legge di Risonanza, (l’azione) dove il simile attrae il simile, proprio per specchiarsi meglio.

La prima fase porterà a capire che in realtà i difetti non sono presenti negli altri, ma sono semplicemente nostri pensieri, nostre percezioni sbagliate, quindi appartengono a noi e solo a noi: si dovrà semplicemente conoscere, accettare in toto questi difetti come nostri, affinché essi non si manifestino più all’esterno di noi

All’inizio può non risultare semplice come lavoro poiché entra in gioco l’autocritica, e non tutti sono bravi a riconoscere i propri errori ma osservandoci con costanza, ogni giorno, soprattutto nei momenti in cui gli altri ci fanno letteralmente arrabbiare, possiamo fare delle “scoperte” essenziali su noi stessi e vedere come gli altri non sono altro che la parte “mostruosa” degli aspetti della nostra psiche che non vogliamo assolutamente vedere.

Dunque, attraverso La Legge dello Specchio, possiamo riconoscere che la persona che ci sta facendo arrabbiare è soltanto uno specchio, una parte di noi che ci sta offrendo la possibilità di conoscerci e migliorarci. Ad ogni modo, conoscere la Legge dello Specchio vi aiuterà ad essere prudenti e a non alimentare il rancore e i sentimenti negativi. Non dimenticatevi che proiettate sempre quello che avete dentro di voi; pertanto, tutto ciò che vedete negli altri probabilmente ha più a che fare con voi che con loro.

Il fastidio di per sé, non è mai oggettivo, bensì soggettivo. Una determinata situazione o persona, può essere fastidiosa per me, ma non per qualcun altro ad esempio. Questo ci fa capire come in realtà non è la situazione o la persona ad essere sbagliata, ma siamo noi che ci auto-conferiamo la facoltà di giudizio, convinti che abbiamo a che fare con qualcosa che sta all’esterno di noi ma in realtà, stiamo solo giudicando noi stessi.

specchiarsi
La legge dello specchio (Istock)

Il tuo mondo esteriore riflette inevitabilmente il tuo mondo interiore ed è questo che La Legge dello Specchio ti mostra. Ora, spetta solo a te, guardare con occhi diversi la tua immagine riflessa per capire realmente chi sei e come essere felice.

(Fonti: psicoadvisor.com – tragicomico.it)