Pulire la cucina in modo facile e veloce | scopri come

0
38

E’ importante pulire la cucina ogni giorno, per eliminare residui di cibo sia dagli utensili che dalle superfici, scopriamo come.

Come pulire la cucina
Pulizia della cucina Fonte:iStock Photo

E’ importante pulire a fondo la cucina, si dovrebbe fare con regolarità, come il resto della casa. E’ la stanza della casa, dove si trascorre molto tempo e quindi si sporca più spesso e inoltre, si prepara il cibo e  si consuma.

Quindi l’igiene è fondamentale, è importante tenere pulito la cappa, i mobili, il piano cottura e il lavandino. E’ preferibile utilizzare prodotti naturali e poco aggressivi, in modo da non rovinare le superfici, così da mantenere sempre la cucina igienizzata e splendente.

Scopriamo come pulire la cucina in profondità per un risultato efficace in pochissimo tempo.

Come pulire la cucina

Bicarbonato e limone
Bicarbonato e limone Fonte:Pixabay

La cucina è la stanza della casa in cui si prepara il cibo e molto spesso si consuma, quindi è importante tenerla pulita e per questa ragione è fondamentale che sia ben igienizzata.

E’ pur vero che non è semplice pulirla a fondo partendo dalle superfici, mobili, piano cottura e forno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Rimedi naturali, come eliminare i cattivi odori in cucina

In cucina, purtroppo lo sporco si annida, basti pensare a gli ingredienti tra cui le sostanze grasse, che utilizziamo quotidianamente. Quindi ogni giorno si creano delle macchie quando si prepara il cibo e si consuma.

La cucina si dovrebbe pulire ogni giorno, quando si finisce di cucinare, per evitare che si accumuli troppo sporco e unto. Poi si dovrebbero pulire le ante dei mobili, sportelli e ripiani per un’igiene profonda di tutta la cucina.

E’ preferibile evitare detergenti aggressivi, potete anche utilizzare prodotti naturali come:

  • aceto
  • limone
  • bicarbonato

Scopriamo come pulire le ante, le superfici e le stoviglie.

 

Superfici in legno e acciaio: come disinfettare

Mobili in legno
Mobili in legno Fonte:Pixabay

L’aceto bianco è la soluzione ideale sia per la cucina in legno, in laminato oppure laccata, disinfetta le superfici prevenendo la formazione dei batteri.

Ecco come fare per le superfici in legno:

  • mettere in una bacinella, mezzo litro di acqua calda, 5 gocce di detersivo per piatti che utilizzate normalmente e un bicchiere di aceto bianco;
  • mescolate bene il tutto, bagnate un panno in microfibra nella bacinella;
  • strizzatelo e passatelo su tutte le superfici in legno compresi ante e sportelli.

Pulizie per superfici in acciaio, utilizzate l’aceto per la pulizia quotidiana, ecco come:

  • utilizzatelo puro oppure diluito in acqua,
  • passatelo su lavello, sul piano cottura, sui rubinetti e la cappa: lo sporco più ostinato andrà via, inoltre è un ottimo anticalcare;
  • sciacquate tutte le superfici con acqua fredda;
  • asciugate con un panno morbido.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Aceto bianco di alcool: gli usi casalinghi che devi conoscere

Nel caso in cui il lavello, il piano cottura e il lavandino sono in granito, potete utilizzare l’aceto per pulirli in profondità senza rovinarli, ecco come:

  • mettete i fogli di carta assorbente imbevuti con aceto;
  • lasciate agire tutta la notte;
  • il giorno dopo dovete preparare una soluzione con bicarbonato e aceto;
  • strofinate delicatamente;
  • sciacquate con cura;
  • lucidate le superfici: in una ciotolina, mettete l’olio di oliva e succo di limone, passate sulle superfici.

 

Piani da lavoro in marmo: il bicarbonato è un ottimo alleato

Piano da lavoro in marmo
Piano da lavoro in marmo Fonte:iStock Photo

I marmi sono le superfici che si possono pulire con il bicarbonato, potete sgrassare a fondo i piani di lavoro della vostra cucina, è un ottimo rimedio naturale.

Ecco come preparare la soluzione:

  • in una bacinella mettete mezzo litro di acqua, mezzo cucchiaio di bicarbonato, due cucchiai di alcol e un po’ di sapone di marsiglia liquido;
  • mescolate bene tutti gli ingredienti;
  • applicare su tutte le superfici da sgrassare: non solo eliminate lo sporco, ma anche i cattivi odori;
  • sciacquare con acqua.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:Limone aceto e bicarbonato, impieghi per una casa pulita ed igienizzata

In alternativa va bene anche:

  • 200 ml di acqua, aggiungete un cucchiaio di bicarbonato e due cucchiai di sapone di marsiglia;
  • mescolate bene fino a quando non otterrete una soluzione cremosa;
  • passatela sulla superficie;
  • risciacquate.

Stoviglie ed utensili: come igienizzarle

Pulire utensili
Pulire utensili Fonte:Pixabay

Non è importante lavare le superfici e i mobili, ma anche gli utensili e le stoviglie. E’ importante igienizzarli in modo che ogni volta che li utilizzerete, saranno puliti e senza residui.

Un ottimo alleato è il limone, è un alimento che viene utilizzato non solo per preparare le ricette, ma anche per igienizzare.

 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Pulire casa? Ecco come organizzare le faccende domestiche

Ecco come procedere: ricavare il succo di limone e passarlo sul tagliere: in questo modo si andranno ad eliminare i batteri e non solo anche i cattivi odori. Il limone è indicato soprattutto per eliminare il cattivo odore di pesce dagli utensili e stoviglie.

Infatti ha un’azione sgrassante, largamente utilizzate dalle massaie per eliminare l’unto dai piatti e dalle stoviglie. Basta  aggiungere il succo di limone all’acqua calda oppure direttamente nei piatti.

 

Pulizie Fonte:iStock Photo

Mettiamo metà limone su una spugnetta e passate sulle posate e stoviglie, noterete subito brillanti e profumo.