Home Salute e Benessere Dieta e Alimentazione Cipolle | Come sceglierle e conservarle correttamente

Cipolle | Come sceglierle e conservarle correttamente

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:02
CONDIVIDI

Cipolle | Come sceglierle e conservarle correttamente in cucina. Il metodo giusto per avere sempre cipolle fresche e genuine a casa

cipolla
cipolla come sceglierle e conservarle correttamente Fonte iStock

Le cipolle sono un ingrediente indispensabile in cucina e si mantengono fresche a lungo. Sono disponibili tutto l’anno, ma se le coltivi nel tuo orto o sul balcone puoi eliminarle definitivamente dalla lista della spesa. Le cipolle sono tra i doni dell’orto che richiedono maggiormente cura per la propria conservazione. Se tenute per lungo tempo ad una temperatura inadatta, esse possono germogliare.Chi ha a propria disposizione una cantina che rimane fresca per tutto l’anno potrà facilmente ovviare al problema, ma anche coloro che devono accontentarsi di una dispensa casalinga o del mobiletto della cucina potranno mettere in pratica alcuni accorgimenti per prolungare la durata delle cipolle. Ecco come scegliere e conservare le cipolle in modo che mantengano sapore e sostanze nutritive per mesi.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Cipolle | Come scegliere le migliori da conservare

Cipolla
Cipolla come scegliere e conservare le cipolle Fonte:Pixabay

Le cipolle raccolte in primavera e in estate non sono abbastanza dure per resistere, quindi è meglio mangiarle entro qualche settimana. Programma di conservare le cipolle che sono state raccolte in autunno, dato che sono le più indicate per perdurare in inverno.

Le cipolle dal gusto più forte e pungente a differenza di quelle più dolci, hanno componenti sulfurei che ti fanno piangere quando le affetti, ma quelle stesse sostanze fanno sì che durino più a lungo durante l’inverno. Le cipolle dal gusto più delicato non sono dotate di questo sistema di auto conservazione, quindi andrebbero mangiate entro poche settimane dalla raccolta. Le cipolle delle seguenti varietà sono adatte a essere conservate per diversi mesi:

  • Cipolle dorate (o bionde): hanno un contenuto solforoso molto elevato che le rende adatte a essere conservate; la più diffusa è la cipolla dorata di Parma.
  • Cipolle bianche: in generale è meglio mangiarle fresche, solo quelle con il gambo sottile sono adatte a essere conservate.
  • Cipolle rosse: si possono intrecciare e conservare a lungo, un esempio famoso sono le cipolle di Tropea.

Potrebbe interessarti anche: Come congelare il brodo e il passato di verdure per neonati

Come preparare le cipolle per la conservazione

cipolle
cipolle come sceglierle e conservarle (Istock)

Come prima cosa, per conservare al meglio le tue cipolle, fai seccare la buccia delle cipolle. Dopo che le avrai raccolte (se hai un orto tuo) o dopo che le avrai acquistate, sparpagliale su una superficie piana in un’area ventilata per fare in modo che la buccia si secchi. Non staccare le foglie. Lascia essiccare le cipolle da 2 a 4 settimane.

Scegli un luogo in cui le cipolle siano al riparo dalla luce solare diretta e dall’umidità. La luce del sole potrebbe alterarne il sapore, rendendole amare. Proteggile con una tenda o un telo. È altrettanto importante che l’aria sia secca, asciutta e non ristagni.

Quando il gambo delle cipolle non è più verde significa che sono secche e pronte per essere conservate. La buccia deve essere ben aderente alla polpa e raggrinzita intorno alla base del gambo. Quando i gambi si saranno seccati completamente, puoi procedere con l’eliminarli usando un paio di forbici o un coltello. Ma ricorda: se alcuni gambi sono rimasti verdi, anche se sono passate le 4 settimane, vuol dire che quella cipolla non è adatta per essere conservata. Per le altre, invece, lascia intatti gli ultimi 2-3 cm del gambo quando andrai a tagliarlo.

Potrebbe interessarti anche: Come congelare gli alimenti: la guida completa a casa tua

Cipolle | Ecco come conservarle correttamente

cipolla
cipolle come sceglierle e conservarle correttamente (Istock)

Le cipolle possono essere conservate sia in cantina che in dispensa. L’importante, in entrambi i casi, è che il luogo scelto sia buio e fresco, possibilmente con una temperatura cotante tra i 4° e i 10° C. Ricorda sempre che se la temperatura è troppo alta, le cipolle inizieranno a germogliare, mentre se è troppa bassa andranno a male.

Anche il livello di umidità è importante per una buona conservazione, perché se il luogo è troppo umido, le cipolle andranno a male in quanto le cipolle assorbono facilmente l’umidità. Dunque, il livello di umidità deve aggirarsi intorno al 65-70%.

È necessario anche che l’aria circoli liberamente per evitare che le cipolle facciano la muffa o marciscano.

Potrebbe interessarti anche: Come congelare e scongelare i fagiolini freschi: ecco i consigli

SE SCEGLI DI USARE LA CANTINA PER CONSERVARE LE CIPOLLE

cipolle appese
cipolle come sceglierle e conservarle correttamente (Istock)

In cantina è consigliabile disporre le cipolle all’interno di un cesto di vimini ricoperto con dei fogli di giornale, all’interno di una scatola di cartone o di un sacchetto di cartaL’ideale è conservarle appese all’interno di un cesto in metallo, una borsa a rete o un paio di collant. Se decidi di usare i collant, pratica un nodo sulla punta delle calze, introduci una cipolla e falla scorrere verso il basso, dopodiché fai un altro nodo per bloccarla in posizione. Infila un’altra cipolla nel collant, fai un terzo nodo e continua in questo modo inserendo il maggior numero di cipolle possibile. Infine appendi i collant.

Le cipolle conservate in questo modo sono libere di respirare. L’eventuale umidità evaporerà rapidamente, quindi si manterranno fresche più a lungo.

SE SEGLI DI USARE LA DISPENSA PER CONSERVARE LE CIPOLLE

cipolle
cipolle come sceglierle e conservarle correttamente (Istock)

Nel caso abbiate optato per la dispensa, le cipolle possono essere disposte all’interno di una scatola di cartone, come ad esempio una scatola per le scarpe oppure all’interno di sacchetti di carta di media grandezza, come quelli del pane. L’utilizzo di sacchetti di carta anziché di stoffa per la conservazione di patate e cipolle permette di tenere a bada la formazione di umidità e la proliferazione di microrganismi.

Si consiglia di controllare periodicamente le cipolle in modo da verificare che non si formi umidità e che non vi siano parti marce.

Potrebbe interessarti anche: Come conservare l’aglio a lungo | ecco alcuni consigli

Quale cipolla usare prima e come conservarle una volta sbucciate

cipolle
cipolle come conservarle correttamente (Istock Photos)

Quando andrai a scegliere la cipolla da usare per le tue ricette osservi prima il gambo. Se questo è ancora verde, allora vuol dire che ancora non sarà pronta per essere usata. Prediligi sempre la cipolla che ha il gambo più grosso. Questo perché il gambo grosso indica che la cipolla è vecchia e, di conseguenza, non può durare quanto quelle più piccole e giovani.

Di tanto in tanto osserva le cipolle da vicino e toccale per assicurarti che non stiano marcendo.

  • Se le cipolle germogliano puoi mangiarle comunque; è sufficiente eliminare la parte verde con il coltello prima di usarle in cucina.
  • Se una cipolla diventa viscida o sbiadita, è meglio buttarla via.
  • Conserva le cipolle che non mangi per piantarle nell’orto in primavera, se ne hai uno.

Una volta aperta una cipolla, la parte rimanente può essere affettata, tagliata a cubetti, tritata (ovviamente senza buccia) e congelata in vista di futuri utilizzi.

La cipolla aperta può anche essere conservata per due o tre giorni in frigorifero all’interno del cassetto della frutta e della verdura. Avvolgi le parti avanzate nella pellicola per alimenti e conservale in frigorifero. Il modo migliore di conservare la cipolla e per usarla in seguito è quello di avvolgerla nella pellicola per alimenti e metterla in frigorifero nel cassetto riservato alle verdure.

cipolla
cipolle come sceglierle e conservarle correttamente- Fonte iStock

Le cipolline possono essere lasciate bollire per una decina di minuti con vino bianco, aceto ed un pizzico di sale e conservate sott’olio all’interno di barattoli di vetro da riporre al buio per un anno intero. Ora che sapete come conservare le vostre cipolle, non potete far altro che usarle al meglio in cucina, preparando preziose e genuine ricette per tutta la famiglia.

(Fonte.wikihow.it)