Casa, cosa succede se non cambiamo spesso le lenzuola?

0
34

Le lenzuola e il letto sono la nostra vita quotidiana ma nascondono molte insidie. Tutti i motivi per cambiare spesso.

istock

Provate un po’ a pensarci: quanto tempo della nostra vita passiamo nel letto? Come minimo un terzo, perché stiamo coricati almeno 7-8 ore al giorno anche quando non dormiamo. Ecco perché se la pulizia è fondamentale in tutta la casa ancora di più lo è a letto: ma cosa succede se non cambiamo spesso le lenzuola?

Proviamo a fare un po’ di chiarezza per capire. Il motivo fondamentale della pulizia nelle lenzuola del letto, quello nostro e ancora di più quello di eventuali bambini in casa, è in una questione di igiene e non di pura bellezza. Rischiamo infatti di dover convivere con il rischio di entrare in contatto con colonie di microbi nascosti tra le lenzuola.
Diverse ricerche hanno dimostrato come l’uomo produca tra mezzo litro e un lrtro di sudore al giorno in varie situazioni, compreso quando è a letto. D’estate spesso succede, anche con le finestre aperte o il condizionatore in casa, di svegliarsi bagnati e di conseguenza bagnare anche cuscino e lenzuola. In realtà è una produzione continua, tutto l’anno, e quindi anche i rischi durano tutto l’anno.

Sudore e umidità sono l’habitat perfetto per i funghi, provocati dal sudore ma anche dalla pelle e dai colpi di tosse oltre che dagli starnuti. A questo si sommano tutti i microbi che arrivano dall’esterno. Ad esempio quelli prodotti dai nostri animali domestici, cani e gatti in testa. E come se non bastasse, ci sono anche gli acari della polvere e il polline in primavera. Nom vi basta? Tra i pericoli ci sono anche la saliva e la pelle morta.

Potrebbe interessarti:  Casa: le bevande utili nelle pulizie

Lenzuola, alcuni consigli per stare bene

istock

Una serie di nemici (quasi) invisibili che mettono a rischio la salute nostra e di chi ci circonda ogni giorno. Germi e microbi sempre vicino alla bocca e al naso, praticamente impossibile non subirne gli effetti. Sono devastanti per quelli che soffrono di sintomi allergici, ma più in generale fanno male alla salute di tutti.

Quindi non cambiare le lenzuola regolarmente, diciamo almeno una volta alla settimana, è una cattiva abitudine da cancellare in fretta. Il letto lasciato così com’è a lungo è l’ambiente perfetto per fare proliferare i microrganismi, comprese le cimici che non arrivano soltanto d’estate.

Leggi anche:Rifare il letto ogni mattina è pericoloso e disgustoso: ecco perché

La domanda è una sola: come mantenere la biancheria nel letto sempre pulita? Intanto ogni volta che cambiate il letto non fatelo solo con le lenzuola. In lavatrice vanno infilati anche i copricuscini, le trapunti e i copriletti, sia quelli estivi che le trapunte invernalii. Una buona regola è quella di sterilizzare i cuscini almeno ogni due, massimo tre mesi. E di lavare le coperte un paio di volte l’anno, anche prima di metterle via per il cambio stagione
.

istock

Ma non c’è solo questo. Arieggiate la camera da letto quotidianamente per almeno mezz’ora prima di farlo e usate l’aspirapolvere in camera almeno una volta alla settimana. Allo stesso modo
lavate e disinfettate i pavimenti (ed eventuali tappeti) una volta alla settimana. Infine può sembrare superfluo dirlo, ma fare un bagno o una doccia prima di andare a dormire.