Home Ricette Bombolone senza uova, latte e burro | RICETTA VELOCE

Bombolone senza uova, latte e burro | RICETTA VELOCE

ULTIMO AGGIORNAMENTO 11:26
CONDIVIDI

Le origini di questo dolce sono davvero molto lontane, questa pasta lievitata dolce ci fa venire l’acquolina in bocca ogni volta. Anche conosciuto come Krapfen scopriamo come possiamo prepararlo in modo più sano: senza uova, senza latte e senza burro.

Bombolone senza uova, latte e burro
Bombolone senza uova, latte e burro | RICETTA VELOCE (Istock photo)

È un dolce che mette d’accordo tutti i palati dai tempi dei tempi, è vero, non è così salutare nella sua versione tradizionale, ma oggi proviamo a proporvi una versione light che non perde la peculiarità di questa prelibatezza in quanto ad aroma, fragranza e gusto. Potete cimentarvi nella variante bombolone senza uova, senza latte e senza burro pronto in 15 minuti.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

L’intramontabile bombolone | Le origini più datate

Bombolone
L’intramontabile bombolone | Le origini più datate (Istock photo)

La sua origine è austriaca, nasce a forma di ciambella, è composto da una pasta lievitata ed è possibile farcirlo davvero in moltissimi modi, con della cioccolata, diversi tipi di creme, confetture o impreziosirlo da frutta secca e uvetta. La norma prevede sul finale sempre una bella spolverata di zucchero a velo.

Il suo nome originario è Krapfen e pare vanti la sua diffusione già a partire dal seicento a Graz, la capitale di Stiria in Austria, in onore della festa di Carnevale veniva venduto in strada caldo caldo. In men che non si dica la dolcezza unica iniziò a propagarsi nella città di Vienna toccando via via anche l’Italia. Il bombolone venne arricchito presto da crema pasticcera anche in Toscana e nella riviera romagnola.

Leggi anche >>>

A Roma il bombolone è storia! Rappresenta un must intramontabile protagonista di tante serate tra amici, in tarda nottata è sempre stato la tappa fissa, bello caldo e fragrante da leccarsi i baffi. A Napoli abbiamo il bombolone, sempre base originaria Krapfen farcito com marmellata di amarene.

Proprio a Napoli il nome del Krapfen di tramuta in graffe, a Roma è la bomba! Il consiglio è sempre quello di farcire l’impasto prima della cottura così che l’aroma si disperda all’interno del dolce.

La ricetta del bombolone senza latte, senza burro e senza uova

Oggi vi proponiamo una ricetta del bombolone decisamente più salutare rispetto alla versione classica. Non ci serviremo di burro, latte e uova, perciò possiamo classificare questa alternativa di bombolone come vegana. Partiamo dagli ingredienti

Ingredienti

  • 100 gr di farina manitoba
  • 300 gr di farina integrale
  • 200 ml di acqua
  • 60 gr di olio di semi di arachidi
  • 100 gr di zucchero di canna integrale
  • 15 gr di lievito di birra
  • scorza di limone
  • un pizzico di sale

per farcire potete sbizzarrirvi con innumerevoli farcire a scelta tra marmellate e creme.

Procedimento

  • Mettete le due farine in una ciotola insieme allo zucchero, la scorza di limone e il pizzico di sale, mescolate tutto e formate una piccola buca centrale.
  • Versate all’interno della buca l’acqua e il lievito, iniziate a mescolare e aggiungete poi l’olio. Iniziate poi ad impastare il tutto.
  • Lavorate l’impasto per bene e lasciatelo lievitare chiuso da pellicola trasparente fino a che non sarà diventato il doppio.
  • Stendete l’impasto su un piano da lavoro con il matterello e, aiutandovi con un coppa pasta coppate le forme dei vostri bomboloni.
  • Disponete i bomboloni su una teglia rivestita da carta forno, coprite con canovaccio pulito e attendete di nuovo il raddoppio del volume
  • Preparate una pentola con dell’olio di semi e iniziate a friggere i bomboloni, disponeteli via via su carta assorbente
La ricetta del bombolone light
La ricetta del bombolone senza latte, senza burro e senza uova (Istock photo)

Potete spolverare i bomboloni con zucchero a velo e farcire facendo un buchino sopra ad ognuno, inserendo con la san a poche la crema o la confettura che avete scelto, oppure lasciandoli semplicemente così, il sapore vi stupirà!