Per bambini più felici ed intelligenti sostituite i giocattoli con i viaggi

0
4

Ai bambini non servono beni materiali. Il tempo trascorso con i genitori non ha prezzo e li rende più felici e sereni di ogni altra cosa.

La felicità dei bambini è ereditaria
 (Istock Photos)

I bambini hanno un cuore gentile, sono innocenti e bramosi di affetto. Hanno bisogno di un tot di abbracci al giorno e questo è esemplificativo di quanto la loro felicità dipenda dalla nostra capacità di amarli.

Il tempo che i genitori dedicano ai propri figli non ha prezzo e da origine a ricordi indimenticabili, senza contare che contribuisce al buon sviluppo della personalità dei più piccoli e alla loro percezione delle cose. Questo e molto altro è quanto emerge leggendo le considerazioni di Oliver James, uno psicologo familiare britannico, secondo il quale  la prima fonte di felicità dei bambini viene principalmente dai viaggi.

Ti potrebbe interessare anche >>>>Bambini | L’importanza di reintrodurre i batteri nella nostra vita

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Bambini e l’importanza di viaggiare con loro

 bambini (Istock Photos)

In un articolo pubblicato su Telegraph, lo psicologo britannico Oliver James consiglia ai genitori di investire in attività familiari piuttosto che in giocattoli. Lo specialista in psicologia e autore di molti libri sul legame tra i bambini che più un bambino riceve giocattoli, più sarà esposto a un surplus di distrazione, che influenzerà la sua capacità di godere di un intrattenimento e imparare da esso. Se uscire di casa per un bambino equivale a portare a casa l’ennesimo giocattolino, non si godrà la passeggiata, la compagnia o il panorama perchè resterà incentrato sul suo obiettivo, che è l’acquisto, e tutto il resto passerà in secondo piano.

Perché è meglio viaggiare piuttosto che regalare giocattoli?

Il viaggio con la propria famiglia è una delle esperienze più critiche per un bambino, spiega lo psicologo. Ciò consente loro prima di tutto di approfittare del momento presente ma soprattutto di conservare piacevoli ricordi anche se i bambini non condivideranno necessariamente gli stessi interessi dei genitori durante la vacanza. Mettere daccordo tutti e fare in modo che la vacanza risulti gratificante per tutta la famiglia non è impossibile, secondo il terapista basta non imporre ai figli attività che non li interessano nel contesto di questa nuova esperienza e si noterà che emergeranno degli interessi spontaneamente.

Da qui l’importanza delle esperienze collaborative che secondo Oliver James forgiano il bambino e gli regalano momenti di serenità familiare. Per esperienza collaborativa si intende la condivisione di una passione o anche semplici momenti del bambino con l’adulto che creano ed aumentano la loro complicità.

Le sue scoperte confermano quelle del Dr. Carly Dauch, che ha dimostrato in uno studio che inondare i bambini di giocattoli non aiuterebbe la loro creatività e il loro sviluppo cognitivo.

Avere meno giocattoli incide sulla creatività poichè spinge il bambino a concentrarsi sul momento presente, sull’ esperienza che vivono in un dato momento e di sviluppare in profondità le loro funzioni cognitive. L’abbondanza di giocattoli sarebbe fondamentalmente una distrazione dal loro ambiente.

Ad avvalorare questa ipotesi basta considerare un altro studio condotto dagli specialisti dell’Università di Oxford, che ha concluso che il successo accademico dei bambini dipenderebbe molto più dalla natura dell’ambiente familiare in cui vivono che dalla quantità dei giocattoli ricevuti o dagli schermi davanti ai quali tendiamo a lasciarli che nascondono pericoli inimmaginabili. Sullo stesso argomento potrebbe interessarti: Bambini e Tablet | Svelate le devastanti conseguenze in età adulta.

I bambini che hanno avuto meno giocattoli e che hanno trascorso più tempo con i genitori, non solo andavano meglio a scuola ma erano anche più positivi in ​​termini di interazione sociale ed emotiva.

Le divertenti esperienze che tuo figlio può avere e il tempo trascorso in famiglia sono molto più preziosi dell’euforia di una valanga di regali. Allo stesso tempo, questo li renderà più riconoscenti e più sensibili ai sentimenti e ai bisogni di coloro che li circondano.

Ti potrebbe interessare anche >>>> Bambini | Quando il figlio non accetta l’amore tra mamma e papà

 (Istock)

Dunque l’attenzione che prestiamo a nostro figlio vale mille volte di più di giocattoli e non c’è niente di più prezioso del tempo trascorso con loro che crescono talmente tanto in fretta che alla fine ci rendiamo conto che non abbiamo poi molto tempo per far loro scoprire cose nuove, su se stessi, su di noi e sul mondo che li circonda.