Curiosità | tre cose che dovresti assolutamente sapere sugli starnuti

0
39

Se quando ti scappa uno starnuto ti liberi senza trattenerlo, fai benissimo, se non lo fai devi assolutamente sapere queste tre cose.

 (Istock)

Sicuramente starnutire in un contesto particolare come una riunione di lavoro può  risultare poco elegante, ma alla fine la necessità di starnutire è talmente grande che si finisce col gettare il naso nel fazzoletto e cedere. Sappi che se anche a te è successa la stessa cosa hai fatto bene a non trattenere la tua espirazione improvvisa e rumorosa. Ecco 3 cose che dovresti ricordare sullo starnuto.

Ti potrebbe interessare anche >>> Mangiarsi le unghie salva dalle allergie

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Starnuto, 3 cose da sapere e ricordare

1/Una propagazione di fluidi da non sottovalutare

La velocità massima di uno starnuto sarebbe paragonabile a quella dell’aria espirata quando si tossisce, circa 4,5 m / s o circa 16 km / h. Dipendentemente dalla persona e  dalle circostanze, uno starnuto potrebbe comunque raggiungere i 50 km / h e propagare i fluidi e alcuni microbi fino a 9 metri di distanza. Siamo certi che da questo momento non dimenticherai più di mettere la mano o il fazzoletto davanti alla bocca.

2/Trattenere uno starnuto è un gesto “pericoloso”

A confermare la pericolosità di un gesto apparentemente banale come quello di trattenere uno starnuto è uno studio pubblicato nel gennaio 2018 sulla rivista medica BMJ Case Reports.Secondo tale studio questa pratica potrebbe causare problemi alla gola, una perforazione della membrana timpanica e persino provocare la rottura di un aneurisma. Per avvalorare questa ipotesi i ricercatori hanno reso noto il caso di un uomo di 34 anni ricoverato al pronto soccorso di un ospedale di Leicester, in Inghilterra, con collo gonfio e forte dolore. “Il paziente ha spiegato di aver provato una sensazione di crack al collo dopo aver provato a bloccare uno starnuto pizzicandosi il naso e chiudendo la bocca.”

Una radiografia confermò che effettivamente la pressione dell’aria creata quando l’uomo ha trattenuto il suo starnuto gli avrebbe causato un danno alla gola. L’uomo si è dovuto sottoporre a terapia antibiotica ed è stato nutrito con una sonda per un periodo di ospedalizzazione di una settimana. Avrebbe fatto meglio ea non impedire alla natura di esprimersi.

3/Lo starnuto potrebbe far riemergere pezzi della tua infanzia

Questa storia ha dell’assurdo ma è vera. Il protagonista stesso ha testimoniato l’evento intervistato per un giornale britannico The Guardian. L’uomo in questione si chiama Steve Easton, 51 anni, britannico. Fin da piccolo ricorda di essere sempre raffreddato, e di soffrire di emicrania. Quest’uomo di Camberley era convinto di soffrire di febbre da fieno Fino al maggio del 2015, quando gli accadde qualcosa di incredibile. Seduto davanti al suo pc ecco arrivare l’ennesimo starnuto della giornata, solo che dal suo naso uscì un pezzo di  gomma delle dimensioni di una moneta. “Ho starnutito ed è uscito dalla mia narice sinistra”, ha riferito l’uomo a the Guardian, “Mi sono detto, che diavolo è questa cosa? Da dove viene? “

Ovviamente incuriosito l’uomo ha iniziato ad indagare su quell’oggetto e scoprì che da bambino, all’incirca aveva sette anni, venne ricoverato in ospedale perchè i genitori erano convinti che avesse ingoiato quel pezzo di gomma, invece era rimasto per anni incastrato nel suo naso.

Ti potrebbe interessare anche >>> Allergie: ecco i rimedi e non contro acari e muffe

Trattenere lo starnuto potrebbe causare rischi alla salute
starnutire: Istock