Pasquale Laricchia attaccato da Victoria: “Era violento, mi picchiava”

0
31

Pasquale Laricchia e Victoria Pennington divennero famosi grazie al Grande Fratello 3. Oggi Victoria racconta una versione della storia molto diversa da quella immaginata dai telespettatori.

Pasquale Laricchia Victoria
Pasquale Laricchia e Victoria: lei lo accusa di violenze (Foto: Instagram)

Quando conobbe Pasquale Laricchia, Victoria Pennington aveva solo 17 anni. Lui, molto più grande rispetto a lei, prese in breve tempo il controllo della sua vita e la portò letteralmente di peso al Grande Fratello 3.

Nella casa del Grande Fratello di allora le dinamiche interne alla coppia apparvero immediatamente molto sbilanciate, con Victoria quasi completamente succube del carattere molto forte e deciso di Pasquale.

Nonostante tutto, mentre i due si trovavano all’interno della casa, non si registrò nessun episodio eclatante di violenza fisica e verbale, e Pasquale venne semplicemente etichettato come un uomo possessivo ma innocuo.

Nel momento in cui i due uscirono dalla casa la loro notorietà cominciò inesorabilmente a scemare, quindi il pubblico che li aveva seguiti nel reality show perse le tracce della coppia.

Con il ritorno di Pasquale Laricchia nella casa del Grande Fratello VIP l’attenzione mediatica intorno a Victoria è tornata ad alzarsi, e quello che la ragazza ha dichiarato ha gettato una luce molto negativa sul suo ex fidanzato.

Pasquale Laricchia e Victoria Pennington: una storia da incubo

Contattata da Live – Non è La D’Urso, Victoria Pennington ha raccontato con grande lucidità la sua esperienza accanto a Pasquale Laricchia.

La ragazza, che oggi vive in America, è sposata ed è madre di due bambini, ha raccontato in particolare del tragico momento in cui decise di ribellarsi alle violenze di Pasquale e raccontare tutto alla propria famiglia.

Secondo la testimonianza di Victoria, Pasquale aveva preso l’abitudine di picchiarla nel periodo successivo all’uscita dal Grande Fratello. La ragazza all’epoca viveva con il terrore costante che Pasquale si fosse alzato “in una brutta giornata” e che il suo cattivo umore avesse ripercussioni su di lei.

Dal momento che i due avevano lavorato in televisione e avevano intenzione di continuare a farlo, Pasquale aveva cura di picchiare Victoria in testa per non lasciarle segni visibili.

L’episodio più grave si verificò quando Pasquale picchiò Victoria così forte da lasciarla priva di sensi. Dopo essersi risvegliata, la ragazza si chiuse in bagno e decise di telefonare alla propria famiglia per raccontare la verità della sua relazione con Pasquale Laricchia. Ho scelto la vita invece che restare con lui, essere famosa e avere tanti soldi”.

Pasquale Laricchia smentisce le accuse di Victoria

Come accade spesso in questi casi, la storia raccontata dall’accusato è molto diversa da quella raccontata dall’accusatore.

Secondo Pasquale Laricchia Victoria ha inventato tutto per nascondere i debiti che la donna non ha mai saldato nei suoi confronti. Si tratterebbe di una grossa somma, tra i 60.000 e i 100.000 Euro.

Inoltre, quando le accuse emersero la prima volta, Pasquale denunciò Victoria per diffamazione ma il procedimento legale non ebbe mai seguito a causa del fatto che la donna ha ormai preso stabile residenza negli Stati Uniti, e precisamente in Alabama.

In questa intricata e spiacevole vicenda è intervenuta anche Lory Del Santo, che aveva conosciuto Pasquale nel momento in cui lui aveva cominciato a lavorare per la sua agenzia e, successivamente, aveva avuto modo di conoscere anche Victoria. La versione di Lory, presentata a Live Non è La D’Urso, sembra confermare completamente le parole di Victoria.

Inoltre, quando si è verificato l’increscioso episodio che ha portato all’espulsione di Salvo Veneziano, Pasquale Laricchia era tra coloro che ridevano alle battute violente e sessiste del concorrente. Lui, Sergio e Patrick sono stati “rieducati” dal Grande Fratello.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.