Sindrome da Burnout | Cos’è e come si combatte l’esaurimento da stress

0
24

La Sindrome da Burnout è uno dei mali del nostro tempo. Indicato anche come “esaurimento”, si tratta di una risposta anomala del corpo a situazioni di stress prolungato. Legato principalmente all’ambito lavorativo, il Burnout si verifica in realtà in moltissime altre situazioni, ma presenta sempre gli stessi sintomi fisici e mentali. Riconoscerli è il primo passo per combatterli.

Sindrome Burnout
La Sidrome da Burnout, è una condizione sempre più diffusa (Fonte: Pixabay)

La società contemporanea pretende da ogni individuo un altissimo grado di efficienza. Ci sentiamo costretti a dare sempre il massimo e a raggiungere risultati eccellenti in ogni ambito, soprattutto in quello lavorativo.

Per raggiungere i nostri obiettivi finiamo per prendere moltissimi impegni, trascurare i nostri bisogni emotivi, convinti che il raggiungimento dei nostri scopi ci ripagherà della fatica a cui abbiamo costretto noi stessi.

La verità è che non è affatto così: lo stress eccessivo e il carico emotivo di cui finiamo per essere vittime danneggia il nostro benessere psicofisico.

La Sindrome da Burnout consiste proprio nel sentirsi ingabbiati in una rete di obblighi e di relazioni che assorbono tutte le nostre energie. 

Essere preda per un lungo periodo della Sindrome da Burnout senza sapere come uscirne danneggia gravemente la qualità della vita di una persona a tutti i livelli. Il primo passo per guarire se stessi aiutare gli altri a uscire da una simile condizione è imparare a riconoscere i sintomi del Burnout per cominciare a combatterli immediatamente.

Sintomi della Sindrome da Burnout

I sintomi del Burnout sono di natura fisica e natura mentale. I secondi non sono meno importanti dei primi: al contrario è la cura del benessere mentale a risolvere in maniera più efficace i problemi legati all’esaurimento da stress.

Sintomi fisici del Burnout

Tra i sintomi fisici più frequenti in una persona che sta attraversando un periodo di stress eccessivo ci sono tachicardia e tremori, rush cutanei, cefalea, insonnia.

A livello gastrointestinale si può parlare allo stesso tempo di gastrite, stipsi e fenomeni diarroici. Il nostro apparato gastrointestinale è estremamente sensibile allo stress: per questo motivo smette di funzionare correttamente in presenza della Sindrome da Burnout, ma può dar luogo a sintomi molto diversi da paziente a paziente.

Anche la comparsa di abitudini alimentari scorrette può essere un sintomo chiarissimo del burnout: la completa inappetenza oppure l’improvviso bisogno di consumare moltissimo cibo (soprattutto junk food) sono due sintomi tipici dell’esaurimento da stress lavorativo.

Sintomi di natura mentale ed emotiva

I problemi più gravi generati dalla Sindrome da Burnout sono di natura mentale e, più ancora, emotiva. Una persona che sta sperimentando il Burnout si sente priva di energie e di motivazione, infelice, nervosa, aggressiva, sempre sull’orlo del pianto o della crisi isterica.

Purtroppo, i sintomi mentali ed emotivi dell’esaurimento da stress lavorativo vengono ignorati o minimizzati nella maggior parte dei casi. 

Per fare un esempio, nel momento in cui si sperimenta uno stato d’ansia costante da quando ci si alza al mattino fino a quando la sera si tenta di dormire, ci si consola dicendo che presto passerà o semplicemente si continua a ignorare il sintomo in maniera ostinata.

Ancora, se un individuo si sente insoddisfatto o infelice in ambito lavorativo, finirà per addossarsi tutte le colpe e a considerare il proprio stress frutto del proprio fallimento. Poste nella stessa situazione, le persone meno inclini all’autocritica preferiranno invece incolpare gli altri della loro condizione di perenne insoddisfazione, preferendo puntare il dito invece di cercare un approccio costruttivo per la risoluzione del problema.

Chi è ormai preda della Sindrome da Burnout non sarà nemmeno in grado di dedicarsi ad altre attività al di fuori di quelle a cui si sente costretto. La mancanza di spazio e tempo per attività personali al di fuori di quelle lavorative è un sintomo chiarissimo della sindrome, e anche uno dei più pericolosi in assoluto.

Quali sono le cause del Burnout?

Stress sindrome burnout
(Fonte: Pixabay)

La Sindrome da Burnout si genera principalmente per un eccessivo numero di impegni o di responsabilità a cui una persona è chiamata a far fronte e alla cattiva organizzazione del tempo.

Quando si trova sommerso da troppi obblighi un individuo tenta di far fronte a ognuno di essi utilizzando ogni attimo della propria giornata e ogni stilla della propria energia. In questo modo raggiungerà molto presto l’esaurimento da stress.

Naturalmente il numero di impegni da solo non basta a generare la Sindrome da Burnout: se si tratta di impegni piacevoli, che aumentano la nostra autostima e il nostro senso di soddisfazione, il Burnout non si presenterà. Al contrario, se una persona avrà la percezione di investire tempo ed energie in attività senza scopo oppure poco gratificanti, allora l’esaurimento da stress sarà letteralmente dietro l’angolo.

Chi è a rischio di Burnout?

Rischio burnout
(Fonte: Pixabay)

Purtroppo c’è ancora molta strada da fare, in Italia, in merito al tabù della salute mentale: si fa moltissima fatica a parlare pubblicamente e serenamente delle proprie difficoltà emotive o delle proprie debolezze a livello psichico.

Si tratta di un approccio completamente sbagliato: tutti, a qualsiasi età e in qualsiasi condizione sociale o lavorativa, possono sperimentare il Burnout e hanno diritto ad essere aiutati. Per questo motivo l’ascolto e il sostegno da parte di amici e parenti sono assolutamente fondamentali per aiutare le persone riconquistare il proprio benessere psicofisico.

Anche se tutti possono trovarsi a combattere con il Burnout, ci sono alcune categorie che sono più a rischio di altre ed è a queste che bisogna prestare più attenzione in assoluto.

I lavoratori a contatto con il pubblico

Una delle categorie a più alto rischio di Burnout è formata dai lavoratori che operano nel settore assistenziale (come medici o infermieri) o che svolgono attività a stretto contatto con il pubblico.

Sottoposti per ore e ore ogni giorno a un enorme carico di stress psicofisico, talvolta questo tipo di lavoratori arriva a odiare le persone a cui dovrebbe fornire assistenza, cadendo nella più totale indifferenza o addirittura nell’aggressività.

Gli imprenditori e i lavori autonomi

piccoli imprenditori e i liberi professionisti si trovano a combattere giorno dopo giorno una battaglia solitaria contro le difficoltà economiche e burocratiche legate al mantenimento della propria attività.

Non godendo di strutture aziendali di sostegno, dal momento che la responsabilità del successo o dell’insuccesso del loro lavoro è del tutto sulle loro spalle, questi lavoratori tendono a lavorare più degli altri e a rinunciare al proprio spazio personale pur di far funzionare la propria azienda e riuscire a pagare gli stipendi dei propri dipendenti e collaboratori.

Le madri lavoratrici

In Italia la cura dei figli e della casa è ancora in massima parte affidata alle donne (anche se si stanno facendo molti progressi in merito all’equa spartizione dei compiti tra marito e moglie).

Le madri lavoratrici sono oberate di impegni di diversa natura, e tendono a sacrificare il proprio benessere emotivo per riuscire a far fronte a tutti i propri doveri. Il tempo da dedicare al proprio benessere personale e alla propria felicità quotidiana è sempre meno e, a volte, è completamente inesistente.

Questo inevitabilmente spalanca le porte alla Sindrome da Burnout.

Gli studenti

Il carico di stress sopportato dagli studenti molto spesso viene minimizzato o addirittura ignorato dalla società. Sono però sempre di più gli episodi di giovani studenti che sono arrivati a commettere suicidio perché non hanno saputo tollerare il proprio fallimento negli studi o l’idea di aver ingannato e deluso la propria famiglia.

Come evitare la Sindrome da Burnout?

stress burnout
(Fonte: Pixabay)

L’unica strada per evitare e combattere la Sindrome da Burnout è non lasciarsi sommergere dagli impegni imparando a dedicare tempo a se stessi.

Multitasking, il grande nemico

L’errore più grande che si possa commettere, nella gestione dei vari obblighi quotidiani, è affidarsi al multitasking senza organizzare la giornata in maniera minuziosa.

Per evitare lo stress da lavoro un passo fondamentale è creare un programma giornaliero o settimanale che sia ragionevole e realistico, senza tentare di fare troppo e imparando a non prendere impegni che a cui non si ha tempo da dedicare.

Avere tutto sotto controllo è il miglior rimedio contro lo stress da superlavoro

Riconquistare il tempo per sé

Che sia un’intero week end, una seduta dal parrucchiere, una serata con un’amica o un intero pomeriggio trascorso giocando ai videogame, non importa. Ognuno ha le proprie passioni e conosce le strategie giuste per scaricare lo stress. 

Non è sempre semplice individuarle: spesso chi ha attraversato un lungo periodo di Burnout ha completamente dimenticato se stesso e non sa più cosa amava fare prima di dedicarsi completamente al lavoro.

Cominciare a praticare Mindfullness può essere un ottimo modo per iniziare a combattere i sintomi della Sindrome da Burnout.

La riscoperta di sé e delle proprie passioni è un momento fondamentale per riemergere dal Burnout

Vacanze: queste sconosciute

Infine, per quanto possa sembrare semplicistico, la panacea contro tutti i mali del Burnout è una vacanza. 

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE => Viaggiare fa bene

Non pensare al lavoro e non frequentare i luoghi e le persone che causano stress sono soluzioni apparentemente banali, ma sono le uniche che consentono un approccio oggettivo alla propria situazione. Guardandosi dall’esterno, da una prospettiva diversa, emergeranno spontaneamente soluzioni inaspettate, a volte geniali nella loro semplicità.

Per questo motivo, se avete scoperto di avere tutti i sintomi della Sindrome da Burnout e non avete alcuna intenzione di rimanere in questa condizione ancora a lungo, staccate tutti i telefoni, rimandate tutti gli impegni e lasciate che, per una volta, il mondo vada avanti senza di voi. Sarà una liberazione!

combattere i sintomi del burnout
(Foto: Pixabay)

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.