Riki Marcuzzo si confessa: “Perché sono sparito? Troppa pressione”

Riki Marcuzzo è sparito per un anno ma torna a Sanremo più carico che mai. Oggi il cantante è abbastanza sereno da spiegare la propria decisione.

Riki Marcuzzo sparito

Nel 2017 Riki Marcuzzo era uno degli artisti pop di maggior successo in Italia. Uscito dal talent Amici con uno stuolo di fan adoranti, Riccardo ha venduto un numero impressionante di dischi, tanto da raggiungere il primo posto in classifica con oltre 300.000 copie fisiche vendute.

Nel 2018, forte del successo del primo album, il cantante decide di partire per il primo tour. Anche la nuova impresa gli riserva un successo impressionante: Riki colleziona una serie di sold out. Si tratta di un’impresa difficile per un cantante così giovane, ma naturalmente una simile vittoria ha il suo costo.

Fin dal periodo del tour il cantante, allora ventiquattrenne, comincia a sentire la pressione della notorietà, rendendosi conto di quanto sia difficile gestire l’affetto a volte troppo esuberante dei fan.

Con l’andare dei mesi e dopo la conclusione del tour arrivò la decisione di prendere le distanze dal mondo della musica prima di venirne travolto. Dopo un silenzio lungo mesi, Riccardo oggi è una persona diversa e si prepara a tornare in grande stile.

Riki Marcuzzo, sparito per troppo successo

Quando i giovani artisti sognano di raggiungere un successo nazionale non si soffermano mai a valutare l’impatto negativo che il successo potrebbe avere sulla loro vita personale.

Con ogni probabilità Riki è stato tra coloro che vedevano soltanto la parte facile e positiva della fama, senza capire quanto pesante fosse il costo da pagare in termini di mancanza di privacy e di pressione mediatica.

“Al ristorante ero assalito, non potevo andare in giro. Il successo mi toglieva ogni energia, e così sono sparito per un po'” ha spiegato molto di recente.

Il suo allontanamento dalla scena musicale non è stato soltanto metaforico. Riki ha deciso di attraversare l’Oceano Atlantico e di trascorrere un anno in Sud America per riflettere su se stesso e su quello che intendeva fare della sua musica e della sua vita.

Il prezzo da pagare, anche in questo caso, è stato alto: il successo e la fama assicurati dal primo album oggi gli consentono di partecipare a Sanremo tra i Big (dal quale però Riki ha rischiato la squalifica), ma di certo sono molto minori rispetto al 2017.

Questo non vuol dire certo che i fan di Riki si siano improvvisamente dimenticati di lui, ma di certo non c’è più lo stesso isterismo di una volta intorno alla figura del cantante che, ha confessato, comunque non ne sentirà la mancanza.

Questa nuova dimensione artistica gli permetterà, almeno lui lo spera, di potersi esprimere a tutto tondo liberandosi dal cliché del “bello da talent” che ormai era opprimente.

Cosa si aspetta da Sanremo? La possibilità di misurarsi con la musica a un altro livello, dimostrando di essere molto maturato e di essere degno di stare sul palco del Festival fianco a fianco con cantanti che della musica italiana hanno letteralmente scritto la storia.

Anche se ha dichiarato che Sanremo è un banco di prova personale e non partecipa al Festival con il solo scopo di vincere, Riki ha ammesso di sentire molto la pressione e spera che i fan capiscono il suo delicato momento di transizione.

Tutti i cambiamenti che sono avvenuti nella sua vita sono raccontati nel nuovo disco che uscirà prima dell’estate e che verrà seguito da due concerti nei palasport a Roma e a Milano.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI.

Da leggere