Home Matrimonio Matrimonio | I tavoli del ricevimento: tutto quello che dovresti sapere

Matrimonio | I tavoli del ricevimento: tutto quello che dovresti sapere

ULTIMO AGGIORNAMENTO 16:27
CONDIVIDI

Questione tavoli, un aspetto spinoso nell’organizzazione del matrimonio rispetto al quale proviamo a fare chiarezza svelandovi tutto ciò che c’è da sapere.

organizzare tavoli matrimonio
Foto da Pixabay

Tondi o ovali? Come disporli nella sala e, soprattutto, chi farvi sedere? Stiamo parlando di loro, i più temuti scogli nell’organizzazione di un matrimonio, la sistemazione dei tavoli.

I futuri sposi cercano di garantire a tutti di godere al meglio il ricevimento, stando comodi, tra amici, divertendosi e potendo ammirare l’interezza dell’evento. Per tutto ciò ci vuole ovviamente un’organizzazione impeccabile e, in particolare, un allestimento dei tavoli studiato alla perfezione.

Come fare tutto ciò? Innanzitutto conoscendo più che bene la materia. Ecco perché oggi cercheremo di illuminarvi sulle diverse opzioni, descrivendone pro, contro e cercando di guidarvi verso la scelta più adeguata per le vostre esigenze.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> IDEE MATRIMONIO: la disposizione dei tavoli

Vademecum per i tavoli del matrimonio

organizzazione matrimonio
Foto da Pixabay

Il primo step consisterà nel comprendere quale tipologia di tavolo si adatti maggiormente al proprio matrimonio. Per fare ciò occorrerà tenere in considerazione lo stile scelto per l’evento, scegliendo ciò che vi si armonizzerà meglio. Scopriamo quali opzioni abbiamo:

  • Rotondi – Possono contenere da quattro a dieci commensali e sono senza dubbio il modello più apprezzato, capace di garantire una conversazione fluida tra tutti coloro che vi siederanno. Si adatta a location dagli spazi ampi
  • Ovali – Simili ai precedenti ma decisamente meno utilizzati poiché richiedono una location particolarmente grande. L’effetto finale è veramente di spicco.
  • Quadrati e Rettangolari – Inadeguati in caso di un numero troppo elevato di commensali e si rischia di soffocare un po’ la sala se si eccede nelle dimensioni, creando un ingombro che renderà difficile il passaggio degli invitati.
  • Imperiali – La vera tendenza del momento anche n virtù della loro forma allungata che permette di proporli in diverse forme, anche a T o a ferro di cavallo in caso di elevato numero di ospiti. Una scelta perfetta se si mira a un matrimonio fastoso ma una pecca c’è: alcuni ospiti potrebbero essere esclusi dalla conversazione e dai festeggiamenti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> IDEE MATRIMONIO: consigli per organizzare i tavoli del ricevimento

Fatta questa prima scelta si passa alla seconda: quanti commensali possono essere inseriti in ogni tipologia di tavolo?

In questo caso il miglior consiglio sarà forse anche un po’ banale: non esagerate! Per una conversazione fluida e che includa tutti i commensali meglio on superare mai una media di sette persone.

Per aiutarvi potreste anche optare per un azzardato mix: mettere insieme più tipologie di tavolo non è certo un tabù ma dovrete muovervi con grande perizia. L’aiuto di un Wedding planner potrebbe tornare utile.

infine c’è la più spinosa delle questioni: chi far sedere dove?

Il primo step sarà tenere a portata di mano la lista degli invitati: stampatela e, soprattutto, assicuratevi che sia completa. Hanno risposto tutti all’invito? Avete aggiunto eventuali accompagnatori? Fate il punto della situazione e poi procedete.

Vi occorrerà un planning, dei post-it colorati o in alternativa di evidenziatori. Ogni gruppo di commensali avrà infatti il suo colore così da identificarli rapidamente e senza alcun dubbio.

Per questa fase potreste avallavi anche dell’aiuto di alcune app di ultima generazione: a tal proposito vi citiamo tra le altre MyWed o Seating Arrangement che forniscono un vero e proprio organizer con il quale non perdere di vista nessuno dei nomi della tua lista invitati.

Ora iniziate a spostare e sistemare fino a quando non avrete soddisfatte del risultato finale. Un piccolo dettaglio da tenere a mente: i commensali andranno sistemati in base al rapporto che intrattengono con gli sposi, con gli invitati più intimi chiaramente più vicini alla coppia.

Da tenere in considerazione è poi la distanza tra i tavoli: una distanza equa creerà compattezza e armonia a tutto l’allestimento e per ottenerla dovrete lavorare direttamente sulla pianta della location selezionata.

Infine il tavolo più importante, quello egli sposi. Le alternative qui sono diverse. La prima e più comune prevede un tavolo solo per la coppia, intimo e romantico e anche più facile da organizzare. In alternativa, si può pensare a un tavolo d’onore a cui, per convenzione, si accomodano gli sposi con i propri genitori e può essere di forma ovale o rettangolare, unendo se si vuole anche testimoni e damigelle al gruppo. Infine, se si opterà per un tavolo unico, il tavolo imperiale, occorrerà semplicemente collocare gli sposi correttamente: nel centro ovviamente.

E ora che tutto è organizzato? Non resta che godersi l’evento.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Matrimonio shabby chic
tendenze temi matrimonio 2020 (Istock)