Lo spuntino a base di frutta mette fame | Lo dice la scienza

Hai appena fatto uno spuntino a base di frutta e hai più fame di prima? Niente paura, è più che normale. A dirlo è la scienza.

Donna che mangia una mela – Fonte: Istock photo

A tutti, prima o poi, sarà capitato di aver fame lontano dai pasti e di sentirsi consigliare di mangiare un frutto. La frutta dopotutto è fresca, sana e buona da mangiare. Tutti ottimi requisiti se si pensa ad uno spuntino spezza fame. Peccato che per la maggior parte delle persone l’effetto sia del tutto diverso. In tanti, infatti, dopo aver mangiato una mela o, ancor peggio, una banana, si trovano più affamati di prima.

Ebbene, non si tratta di un problema di fame insaziabile quanto della scelta sbagliata dello spuntino. Secondo alcuni studi scientifici, infatti, la frutta farebbe aumentare il senso di fame e tutto per via del fruttosio che contiene.

Hai fame? Non mangiare la frutta da sola

cibi contro l'ansia
Donna con banana – Fonte: Istock photo

Se fino ad oggi siamo andati avanti con l’errata convinzione che mangiare un frutto sia la scelta più giusta da fare quando si ha il classico languorino, da oggi le cose cambiano.
Diversi studi scientifici hanno infatti dimostrato che la frutta non sia affatto lo spuntino perfetto ma che, al contrario, sia un mezzo per aumentare il senso di fame.
A rivelarlo è stato uno studio realizzato dalla Keck Schook of Medicine of Southern California.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Dopo aver analizzato 24 adulti ai quali sono state somministrate bevande a base di glucosio o fruttosio è infatti emerso che quelli che sentivano più fame subito dopo erano coloro che avevano assunto bevande a base di fruttosio. Il tutto è stato dimostrato mostrando loro immagini di cibi ad alto contenuto calorico mentre con un’apposita tecnologia venivano monitorizzate alcune aree del cervello che influenzano il senso di fame. A parità di calorie e di zuccheri è quindi emerso che chi aveva ingerito glucosio sentiva un minor senso di fame rispetto a chi aveva ingerito fruttosio.

È dunque emerso che gli zuccheri contenuti nella frutta e, più in particolare, il fruttosio possono aumentare il senso di fame.
D’altro canto, non va dimenticato che il glucosio che arriva da zuccheri raffinati fa male alla salute.

Cosa fare quindi? Una scelta saggia è quella di non rinunciare alla frutta ma di scegliere quella che contiene più fibre e che può dare quindi un maggior senso di sazietà. Un buon esempio è la mela che, per maggior sicurezza, andrebbe consumata sempre insieme ad una fonte di proteine e di grassi in modo da compensare gli effetti immediati del fruttosio.
La frutta, ovviamente può essere mangiata anche a fine pasto. Attenzione, però, perché in alcuni casi è meglio evitare la frutta dopo i pasti in quanto in alcune situazioni particolari può dare gonfiore, pesantezza ed altri sintomi spiacevoli.

spuntino zona
Albumi con mela – Fonte: Instagram @mangioanchio

Per uno spuntino a base di frutta ma che sia in grado di saziare si può quindi optare per:

  • Uno yogurt greco senza zucchero con pezzi di frutta
  • Una mela e 25 grammi di emmenthal o di parmigiano
  • Una mela ed un uovo sodo

Leggi anche -> Come mangiare la frutta senza ingrassare

Da bandire sono invece i succhi di frutta (specie se zuccherai), i frullati a base di sola frutta e la frutta in scatola o sciroppata. Scegliendo gli alimenti giusti, gli spuntini diventeranno più piacevoli e riusciranno a placare il senso di fame in modo più efficiente del solito.