Come fare il passaporto al cane: costo, tempi e rinnovo

Sapevi che anche il tuo amico Fido può avere bisogno del passaporto? Ecco tutto quello che devi sapere per fare il passaporto al tuo cane

come fare passaporto cane
Foto da Instagram @baby_elsa_mabelle

Documento di identificazione dell’animale da compagnia. Così viene definito tecnicamente il passaporto per i cani o , più in generale, per gli animali da compagnia.

Si tratta di un documento che, come prescritto dal Regolamento (UE) n. 576/2013, occorre per le movimentazioni, a carattere commerciale e non, di cani e gatti.

Indispensabile per il rilascio del documento è che cani, gatti e furetti siano identificati tramite tatuaggio (applicato prima del 3 luglio 2011) perfettamente leggibile o microchip (qui le istruzioni necessarie per sapere tutto sul piccolo dispositivo sottocutaneo) e registrati all’Anagrafe Regionale degli Animali d’Affezione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Ecco perché dovresti avere un cane per vivere meglio

Una volta fatto il documento l’animale potrà viaggiare esclusivamente accompagnato dalla persona fisica indicata come il proprietario nel documento di identificazione o da una persona fisica che è stata autorizzata in forma scritta dal proprietario a provvedere per suo conto ai movimenti a carattere non commerciale dell’animale da compagnia. In entrambi i casi però nessuno, né proprietario né persona autorizzata, potrà portare con sé più di cinque animali, altrimenti il viaggio diventerà movimentazione commerciale e si applicano le Direttive 92/65 CEE, 91/496 CEE, 90/425 CEE.

Le regole naturalmente possono leggermente cambiare a seconda del Paese.

Per quanto concerne i movimenti tra Stati membri dell’UE occorrerà:

1. Identificabilità (tatuaggio o microchip per cani, gatti e furetti)

2. Passaporto rilasciato dall’autorità competente attestante l’esecuzione della vaccinazione antirabbica in corso di validità. La vaccinazione antirabbica può essere considerata valida soltanto dopo che siano trascorsi 21 giorni dalla fine del protocollo di vaccinazione imposto dal fabbricante per la prima vaccinazione.

Regole particolari sono invece previste per Regno Unito, Irlanda, Svezia, Malta:

  • Identificazione mediante microchip da effettuarsi prima di ogni altra procedura
  • Vaccinazione antirabbica almeno 21 giorni prima dell’introduzione nel Regno Unito
  • Passaporto Europeo
  • Trattamento, solo per i cani, contro la tenia da effettuarsi non meno di 24 ore e non più di 120 ore prima dell’arrivo nel Regno Unito. Non è più necessario il trattamento contro le zecche.
  • Dal 2012 non è più obbligatorio osservare la quarantena

Per la Finlandia invece si ritiene necessario effettuare il trattamento preventivo, con un medicinale autorizzato contenente praziquantel, contro la tenia (Echinococcus), da effettuarsi non meno di 24 ore e non più di 120 ore prima dell’arrivo. Esenti da ciò solo animali al di sotto dei tre mesi o se provenienti dalla Svezia, Norvegia (eccetto Svalbard), Regno Unito o Irlanda.

Norme particolari vengono infine seguite quando l’animale deve rientrare in Italia da Paesi extra europei:

  • Certificato sanitario (Reg. 577/13 – All. IV)
  • Vaccinazione antirabbica
  • Titolazione anticorpale dove richiesta
  • Esame clinico ed eventuali altre indagini diagnostiche solo se richiesti dallo Stato di destinazione che saranno annotate sul passaporto

Chiariti i documenti necessari scopriamo nella pratica come ottenere il passaporto per il nostro cane.

Passaporto cane costo

documenti cane
Foto da vicenzatoday.it

A rilasciare il documento sono i Servizi Veterinari delle ASL competenti per territorio.

Il proprietario del cane, gatto o furetto dovrà recarsi nelle sedi preposte portando con sé:
  • l’animale per il controllo di leggibilità del microchip o del tatuaggio;
  • il certificato di avvenuta applicazione del microchip o avvenuto tatuaggio;
  • il libretto sanitario attestante la vaccinazione antirabbica in corso di validità se eseguita anteriormente al rilascio del passaporto. Le vaccinazioni eseguite dopo il rilascio del passaporto potranno essere registrate direttamente sul passaporto dal Veterinario Libero Professionista Autorizzato che le ha eseguite.

I costi variano da regione a regione. Ogni Asl applica il suo tariffario: leggendo in giro ho letto di prezzi variabili dai 10 euro fino ad arrivare ai 50 euro.

Nella regione Lazio ad esempio il costo per il rilascio del passaporto equivale a € 19,00. La cifra è comprensiva dei costi per la lettura di verifica del microchip, per la registrazione delle vaccinazioni ed eventuali eventi sanitari ove necessari.

Nei casi in cui sia necessaria la visita clinica (ad esempio se richiesta obbligatoriamente dalle compagnie di trasporti) il costo aggiuntivo, se la visita è effettuata dalla ASL, è di € 15,00.

Ricordiamo però che tali costi sono suscettibili di aggiornamento, e ciò dipende dal tariffario approvato a livello regionale.

In alcuni casi il passaporto è gratuito. Si tratta di animali dati in adozione dai canili/gattili sanitari e canili rifugio.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Passaporto cane rinnovo

passaporto animali domestici
Foto da tuttosuigatti.it

Il rinnovo del passaporto è automatico nella maggior parte dei casi. Esso coincide con il richiamo della vaccinazione antirabbica e occorrerà dunque solamente ricordarsi il richiamo entro i 12 mesi dalla data di scadenza.

Una volta che il veterinario avrà applicato l’etichetta del batch del vaccino sul passaporto e aggiunto la data, la scadenza sarà fissata di nuovo dopo 12 mesi.

Il costo è di 8 euro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> IDEE PER VIAGGIRE: cosa fare per portare con sé il gatto?

In caso di smarrimento si dovrà procedere tempestivamente alla denuncia all’autorità competente (Carabinieri, Polizia, Polizia municipale), assicurandosi poi che la denuncia venga trasmessa alla ASL che lo ha rilasciato.

Passaporto cane tempi

viaggio cani
Foto da Pixabay

Tra i vantaggi del passaporto per gli animali domestici c’è senza dubbio la velocità del rilascio.

Il documento viene infatti rilasciato a vista con zero tempi di attesa, a patto naturalmente che la documentazione consegnata sia completa e corretta.

Compilato il modulo, fatta l’antirabbica e assicuratesi della presenza dl microchip non resterà dunque che prendere un appuntamento presso l’ufficio preposto e il gioco sarà fatto.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Cinque cose da sapere per viaggiare con il tuo cane