Ministero ritira Uova Amadori | Trovato rischio microbiologico

Ministero ritira Uova Amadori per rischio microbiologico | Tutte le informazioni sul prodotto ritirato dai supermercati e la nota ufficiale del Gruppo Amadori

uova contaminate amadori
uova amadori ritirate dal ministero (Fonte: ministerodellasalute.it)

Anche Amadori cede al rischio microbiologico, trovate nelle uova da agricoltura biologica. E’ di ieri, 22 gennaio 2020, il richiamo del Ministero della Salute apparso pubblico sul sito del Governo. Un altro richiamo per uova contaminate da rischio microbiologico, questa volta a marchio “Amadori”.

Dopo il richiamo delle uova “Verso Natura” Conad, apparso lo stesso giorno, 22 gennaio e per gli stessi motivi, anche il marchio Amadori ritira le sue uova dal mercato. Scopriamo di più nel modello di richiamo pubblicato dal Ministero della Salute

Potrebbe interessarti anche: Ritirate Uova “Verso Natura” Conad | Rischio microbiologico

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Uova “Amadori” ritirate dal Ministero della Salute | Il modello del richiamo

uova amadori
Ministero ritira uova Amadori (Fonte:Ministero della salute.it)

Come si evince dal modello di richiamo pubblicato in data 22 gennaio 2020 sul sito del Ministero della Salute, anche le uova fresche da agricoltura biologica a marchio “Amadori”, sono state ritirate dai punti vendita e dalla distribuzione nazionale. Il motivo? Richiamo cautelativo per sospetta contaminazione microbiologica. Ma scopriamo di più.

Come accennato, parliamo delle uova a marchio AMADORI, note ai consumatori con la denominazione per la vendita: UOVA FRESCHE CAT. A DA AGRICOLTURA BIOLOGICA – VARIO CALIBRO

Le uova in questione sono commercializzate dalla società: GESCO SOCIETA’ COOPERATIVA AGRICOLA identificate e prodotte nello stabilimento OLIVERO CLAUDIO, con sede in via RIGRASSO, 9 – 12030 MONASTEROLO DI SAVIGLIANO (CN) – Piemonte. Lo stesso Gruppo Amadori ha reso pubblico una nota ufficiale sulla questione come si potrà leggere a fine articolo, dichiarando:

“La GESCO Sca ha immediatamente sospeso ogni rapporto con questa azienda”

Lo stesso produttore, Olivero Caludio, già “richiamato” dal Ministero della Salute per altri lotti contaminati di uova fresche come le stesse Olivero Claudio e le recenti “Verso Natura” uova biologiche Conad. 

Di seguito il richiamo del marchio Conad: Ritirate Uova “Verso Natura” Conad | Rischio microbiologico apparso, come dicevamo, lo stesso giorno del ritiro delle uova Amadori.

Il richiamo, in questo ultimo caso, riguarda un lotto di produzione specifico. Ci riferiamo al lotto numerato:5528139926. Le uova fresche Amadori, sono vendute e commercializzate in confezioni da 4 uova da agricoltura biologica, a vario calibro con data di scadenza o termine minimo di conservazione l’8 Febbraio 2020.

Il Motivo del richiamo è a SCOPO CAUTELATIVO PER SOSPETTA CONTAMINAZIONE MICROBIOLOGICA. Il Ministero della Salute ricorda ai consumatori di non consumare il prodotto e di riportare le confezioni in loro possesso, direttamente al punto vendita dove è avvenuto l’acquisto.

Di seguito il link del modello di richiamo pubblicato dal Ministero della Salute:

Modello di Richiamo – Ministero della Salute

uova
allerta uova biologiche ritirate IStock Photos

Nota ufficiale Gruppo Amadori

In merito al ritiro delle uova Amadori avvenuto in data 22 gennaio 2020, lo stesso gruppo ha reso pubblica una nota ufficiale in data 24 gennaio corrente mese. Nella stessa nota è evidente come la società Amadori al fine di tutelare al meglio i consumatori, comunica che nella giornata del 22 gennaio scorso, la società GESCO Sca ha attivato procedure interne di ritiro e richiamo di uova fresche da agricoltura biologica, identificate con il Lotto numero: 5528139926 e commercializzati ad alcuni clienti tra i giorni 15 e 18 gennaio.

Ricordiamo che il lotto è composto da 3 preferenze, tra cui la confezione da 4 uova biologiche a marchio Amadori. Come dichiarato dal Gruppo Amadori nella nota ufficiale:

“Il richiamo a scopo cautelativo si è reso necessario a causa di una sospetta contaminazione microbiologica, ipotizzata dall’ASL di competenza a seguito  di una positività rilevata in un allevamento di filiera. GESCO ha sospeso immediatamente ogni rapporto commerciale con l’allevamento in questione, interrompendo la fornitura di uova proveniente da questa azienda.”

(Fonte: gruppoamadori.it – ministerodellasalute.it)