Home Ricette Olive in cucina | come utilizzarle e abbinarle a diversi piatti

Olive in cucina | come utilizzarle e abbinarle a diversi piatti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:00
CONDIVIDI

Le olive sono un frutto molto ricco in antiossidanti, vengono utilizzate in cucina per la preparazione di diversi piatti, scopriamo quali.

Olive in cucina
Olive in cucina Fonte:Pixabay

Le olive sono un frutto molto utilizzato, sia da mangiare che da trasformare per ottenere l’olio, sono abbastanza calorici come frutti, basti pensare che apportano circa 145 kilocalorie per 100 grammi.

E’ un frutto che contiene lipidi, sostanze antiossidanti e vitamine, che apportano benefici al nostro organismo. Inoltre sono ricche di fibre, quindi svolgono un ruolo molto importante in quanto aiutano l’intestino ad eliminare le scorie e le tossine accumulate a livello intestinale. Gli antiossidanti presenti vanno a  proteggere l’invecchiamento cellulare, dai danni ossidativi prodotti dai radicali liberi. La quantità di sostanze antiossidanti è notevole, quindi il consumo di olive protegge l’apparato cardiovascolare e la funzione visiva.

Scopriamo come utilizzare questo frutto in cucina.

Olive: tipologie e preparazione

Olive (iStockPhotos)

Non esistono un solo tipo di olive, ne esistono diverse varietà in Italia, inoltre si differenziano in base al colore, perchè possono essere verdi o nere, questo dipende dal grado di maturazione.

Esaminiamo le differenze:

  1. olive verdi: sono olive che non hanno ancora raggiunto la completa maturazione;
  2. olive nere: il colore nero indica proprio il raggiungimento della maturazione, inoltre sono ricche di antiossidanti, chiamati antociani, che gli conferiscono il colore nero.

Quando si devono scegliere le olive, bisogna fare una cernita, in quanto non devono essere molli, con ammaccature e parti scure. Il consiglio è di non mangiarle appena raccolte, perchè risultano troppo amare, quindi devono subire un processo conosciuto come la deamarizzazione.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Olive verdi in salamoia preparate in casa | Da gustare sempre

Questo processo avviene in acqua, che deve essere cambiata più volte, poi le olive vengono trattate e conservate in salamoia o sott’olio. E’ importante questa fase per togliere l’amaro dalle olive, ecco come avviene:

  • le olive si immergono completamente in acqua, avendo cura di cambiarla 2 volte al giorno per un minimo di 15/20 giorni;
  • si procede alla salagione: mettere le olive in un contenitore di vetro con acqua e sale, per un litro di acqua sono necessari 100 grammi di sale. A volte si aggiungono alcuni odori come il pepe, l’aglio o alloro, in quanto conferiscono alle olive un sapore più caratteristico;
  • chiudete il contenitore di vetro e conservatelo in un luogo fresco, asciutto, lontano da fonti di calore e luce diretta.

 

Come si utilizzano in cucina

Olive e pomodori
Olive e pomodori Fonte:Pixabay

Il sapore delle olive dipende dalla varietà, perchè possono essere più o meno dolci o più o meno gustose, è molto soggettivo.

Le olive si prestano alla preparazione di diversi piatti, ecco quali:

  • antipasti di olive con pomodori e formaggio
  • patè di olive: da spalmare su bruschette e crostini
  • primi piatti: come pennette al pomodoro, olive e capperi;
  • panini con affettati e formaggi e olive snocciolate;
  • focaccia con olive e pomodori;
  • arricchire insalate di verdure e ortaggi: come l’insalata di lattuga, con pomodori, carote, cipolle, olive e mais;
  • salsa di peperoni con olive nere;
  • piatto a base di pesce: come pesce spada con pomodorini e olive nere, oppure seppie con patate e olive;
  • piatti dietetici estivi: come le insalate di cereali estive con olive;
  • muffin salati con olive e spinaci;
  • finger food: come le olive all’ascolana: se le olive sono di dimensioni maggiori, ci permettono di essere farcite con un ripieno a base di carne, poi vengono impanate e successivamente fritte;
  • pizza con sott’oli e olive: basti pensare alla pizza con carciofini sott’olio , pomodorini e olive;
  • olive al forno: basta infornarle a forno basso più volte, in modo che perderanno l’acqua, acquistando un sapore molto forte.

Le olive sono un alimento molto versatile in cucina, basti pensare che si abbinano ad antipasti con formaggi, verdure sott’olio, grigliate o affettati.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Olio extra vergine di oliva | come riconoscere quello di qualità

E’ un frutto che viene utilizzato tradizionalmente nella cucina mediterranea per accompagnare diversi piatti. Ecco alcuni piatti tipici regionali:

  • Sicilia: si preparano le olive “cunzate”, ossia olive condite con carote, peperoncino fresco, aglio, sedano, olio e sale.
  • Calabria: con le olive si prepara la ciambotta, è un piatto preparato in umido, che prevede come ingrediente base le melanzane, i peperoni,i  pomodori, le patate, le cipolle ed infine le olive.
  • Marche: ricetta tipica sono le olive ripiene di carne, conosciute le olive all’ascolana.

 

Spiedini di olive
Spiedini di olive Fonte:Pixabay