Home Salute e Benessere Sali di Epsom | Il lassativo naturale che non conoscevi, e non...

Sali di Epsom | Il lassativo naturale che non conoscevi, e non solo!

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:57
CONDIVIDI

Sali di Epsom | il lassativo naturale che non conoscevi: I mille usi per la cura della persona, come usarlo a casa: dagli effetti miracolosi per la stipsi allo straordinario modo per ringiovanire la pelle

sale di epsom
sale di Epsom il lassativo che non conoscevi (Istock)

I Sali di Epsom, meglio noto come sale inglese, è uno tra i sali poco conosciuti in Italia ma dagli effetti sorprendenti non solo per la bellezza e la cura della persona ma anche efficace per la pulizia della casa e rimedio per depurare e ammorbidire la pelle. Insomma, mille usi diversi con un solo alimento. I Sali di Epsom è ricco di magnesio e zolfo, quindi utile per depurare l’organismo ma anche come rimedio contro la stitichezza. Scopriamo tutti i suoi possibili usi, quali benefici apporta nell’utilizzarlo regolarmente e altri usi possibili in cucina e per la cura della casa.

Potrebbe interessarti anche: Qual è il tipo di sale più adatto alle nostre esigenze?

Sali di Epsom | Il rimedio che non conoscevi per la cura del tuo organismo

sale di epsom
sale di epsom il lassativo che non conoscevi e non solo (Istock)

I sali di Epsom, noti anche come sale inglese o sale amaro, ha molteplici proprietà curative. Scoperti per la prima volta all’interno di depositi di evaporazione delle acque sorgive di Epsom, i sali vengono da sempre impiegati nella depurazione dell’organismo così come per rinforzare l’apparato muscolare, purificare la pelle e addirittura per migliorare e promuovere la crescita delle piante.

Esso appare diverso dai sali tradizionali proprio poiché è a tutti gli effetti un composto minerale derivato dall’unione di magnesio e zolfo.

Il sale di Epsom si presta a svariati usi, non solo in cucina ma, soprattutto per curare l’organismo affaticato e per dare nuova vita alla pelle smorta. Ha un effetto lassativo che lo rende utilissimo nel contrastare problemi quali la stitichezza.  Ma anche se soffrite di calcoli al fegato e al dotto biliare i sali di Epsom fanno per voi. Allo stesso modo se la vostra è una digestione lenta. Rappresenta inoltre un ottimo esfoliante naturale e un efficace anti-infiammatorio che può essere utilizzato nel trattamento di stitichezza, pelle secca, e anche per combattere i vari problemi di salute a carico del fegato.

Ma scopriamo tutti i benefici e le proprietà che questo sale amaro apporta al nostro organismo e come usarlo:

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

1. Sali di Epsom per ridurre gonfiori muscolari e l’emicrania

mal di testa
sale di epsom (Thinkstock)

Questo sale è un toccasana in caso di distorsioni, gonfiori muscolari e ottimo anti-infiammatorio per alleviare odiosi mal di testa. E’ ottimo per ridurre lividi dovuti a distorsioni o cadute. Come usarlo in questo caso? Semplicemente sciogliete il sale in acqua fredda e applicate sulla pelle oppure aggiungete due tazze di sali di Epsom ad un bagno caldo ed immergetevi.  Analogamente qualora si venga colpiti da una scheggia di legno in un dito, immergendo la parte in acqua ove sono disciolti i sali, risulterà estremamente semplice la successiva rimozione. Un bagno caldo contenente sale di Epsom allevia il dolore e l’infiammazione che sono la base della maggior parte delle malattie, e questo contribuisce a rendere tale sale, un trattamento naturale benefico per l’asma bronchiale, i dolori muscolari e l’emicrania.

Potrebbe interessarti anche: Mal di testa, i 4 mal di testa più comuni e come trattarli

2. Sali di Epsom contro lo stress e l’ansia

stress
sali di epsom (Istock photos)

Se non lo sapevate prima ecco un ottimo rimedio per combattere lo stress e l’ansia: il sale di Epsom. Infatti proprio una delle caratteristiche di questo sale è quello di ridurre lo stress attraverso il rilassamento dei muscoli. Quando il solfato di magnesio viene assorbito attraverso la pelle, infatti, esso espelle le tossine dal corpo, rilassa il sistema nervoso, riduce il gonfiore e dona sollievo ai muscoli. In più, si tratta di un emolliente naturale ed esfoliante.

Se si desidera massimizzare i benefici di un bagno caldo, basta aggiungere 1 o 2 bicchieri di sali di Epsom all’acqua della vasca e rimanere immersi per almeno 20 minuti. Il magnesio presente nel sale non solo aiuta a rilassare i muscoli, ma anche a rilassare la mente.

Secondo una ricerca della University of North Carolina, la carenza di magnesio migliora le reazioni allo stress. Ulteriori studi mostrano che il magnesio ha un profondo effetto sullo stress e l’eccitabilità neuronale palesando quindi come i sali Epsom possono ridurre lo stress e migliorare disturbi neuropsichiatrici. Il magnesio è fondamentale per la produzione di energia nelle cellule in modo tale che, incrementando i livelli di magnesio, ci si possa sentire rivitalizzati senza tuttavia provare senso di irrequietezza.

3. Sali di Epsom | Un bagno che ringiovanisce la pelle

fare bagno caldo
sali di epsom per il bagno (Istock)

I solfati presenti nei sali di Epsom aiutano il corpo a scovare le tossine e a disintossicare dai metalli pesanti nelle cellule, quindi riducono l’accumulo di sostanze nocive. Fare un bagno con questo sale nell’acqua si attiva quel processo chiamato: osmosi inversa, che permette al sale di essere espulso dall’organismo insieme alle tossine dannose. Per un bagno disintossicante è necessario aggiungere almeno due tazze di sali Epsom nell’acqua mantenendosi in ammollo per 40 minuti.

I primi 20 minuti conferiscono al corpo tempo necessario per eliminare le tossine dal sistema, mentre gli ultimi 20 minuti permettono di assorbire i minerali disciolti nell’acqua a tutto beneficio del corpo. Occorre tuttavia assicurarsi di assumere acqua sufficiente prima, durante e dopo il bagno per proteggersi dalla disidratazione e aumentare la disintossicazione.

Potrebbe interessarti anche: Rimedi naturali: sali da bagno anti cellulite fai da te

4. Sali di Epsom per la bellezza di capelli, viso e piedi

pediluvio
sali di epsom per bellezza piedi (Istock)

A differenza di altri sali, il sale di Epsom non lascia la sensazione di pelle secca ma al contrario rende la pelle morbida e setosa incrementando i livelli di zolfo e di magnesio contenuti nella pelle. Inoltre depura in profondità la pelle risultando ideale per rimuovere i cosmetici e le tossine che naturalmente vengono espulse tramite la cute. Ma i sali di Epsom sono utili anche per la bellezza del corpo e di alcune parti in modo particolare come capelli, piedi e viso. Vediamo come utilizzarlo caso per caso:

  • PER I CAPELLI: Per volumizzare i capelli unite un po’ del vostro balsamo con i sali di Epsom e create un vero e proprio impacco. Dopo lo shampoo, applicare la miscela volumizzante partendo dal cuoio capelluto fino alle estremità. Mantenere in posa il balsamo per 10-15 minuti prima di risciacquare. Questo è un grande trattamento settimanale per i capelli. Per eliminare l’eccesso di sebo dai capelli, aggiungete 9 cucchiai di sali a mezza tazza di shampoo contro i capelli grassi e procedete al risciacquo. Cosa importante, questi sali prevengono anche la caduta dei capelli!
  • PER IL VISO: i sali sono ottimi come pulizia profonda del viso da fare come routine alla sera. Quindi mescolate mezzo cucchiaino di sali di Epsom al detergente, massaggiate e risciacquate con acqua calda. I sali di Epsom si prestano molto bene anche a maschere per la bellezza del viso: se avete una pelle grassa, mescolate 1 cucchiaio di cognac, 1 uovo, un quarto di tazza di latte in polvere scremato, il succo di un limone e mezzo cucchiaino di sali di Epsom. Per le pelli secche, invece, mescolate un quarto di carota grattugiata, 1 cucchiaino e mezzo di maionese e mezzo cucchiaio di sale di Epsom. Il risultato sarà miracoloso!
  • PER I PIEDI: i sali di Epsom sono ottimi per la bellezza e la cura dei vostri piedi. Ottimi da aggiungere al vostro pediluvio anti-freddo, specie in inverno, ma anche in estate per eliminare calli, duroni e pelle secca sui talloni. Quindi, tenete i vostri piedi in ammollo in una bacinella di acqua calda (ma non bollente) con mezza tazza di sali di Epsom e noterete subito un bel sollievo, oltre alla eliminazione dei cattivi odori e a una pelle più morbida.

5. Sali di Epson combattono la ritenzione idrica

cellulite
sali di epsom iStock Photo

Un altro effetto favorevole dei sali di Epsom si ha sulla cellulite, sulle zone critiche che ogni donna, nel loro piccolo, cercano di combattere ogni giorno. Ebbene, il sale amaro è un amico della donna perché aiuta a prevenire la comparsa e la riduzione della ritenzione idrica su cosce, gambe e glutei favorendo così il dimagrimento. Il trattamento ideale è costituito da bendaggi con i quali fasciare le zone corporee critiche, favorendo l’espulsione dei liquidi in eccesso. Basta disciogliere in acqua i Sali avendo cura di utilizzarli ad alta concentrazione, per poi imbevere le bende da applicare successivamente su braccia, gambe, fianchi e glutei, mantenendo il tutto in posa per almeno 1 ora dopo aver avvolto il corpo in appositi fogli di cartene. L’effetto calore sviluppato da quest’ultimo permetterà il corretto drenaggio dei liquidi di rifiuto e delle scorie presenti nell’organismo, conferendo una piacevole sensazione di leggerezza e benessere all’intera silhouette.

Potrebbe interessarti anche: Le bevande Detox che aiutano ad eliminare la cellulite – VIDEO

Sale di Epsom | Il lassativo naturale che non conoscevi

stitichezza
sali di epsom lassativo naturale (Istock)

Come abbiamo specificato ad inizio articolo, i sali di Epsom sono ottimi soprattutto per curare problemi legati alla stitichezza poiché proprio questo sale amaro ha proprietà benefiche sulla stipsi agendo come lassativo naturale. Agiscono infatti come un lassativo aumentando l’acqua nell’intestino e pulendo il colon dai rifiuti. Assumere sali di Epsom per uso interno riduce la flora batterica putrefattiva patogena favorendo invece la proliferazione dei batteri probiotici. Dopo alcuni giorni di uso dei sali di Epson le feci diventeranno inodore.

Il loro utilizzo può portare sollievo temporaneo dalla stitichezza, ma ovviamente, non rappresenta una soluzione a lungo termine o un sostituto di una dieta ricca di fibre. Rappresenta tuttavia un rimedio intelligente per evitare i molti lassativi sintetici presenti oggi nelle farmacie, che sono comunemente ricchi di coloranti ed esaltatori artificiali così come di prodotti chimici discutibili. Come usarlo in questo caso? Semplicemente dovete sciogliere un cucchiaino di sale di Epsom in un bicchiere d’acqua. Mescolare e bere tutto subito. Il sapore è molto amaro ma è possibile aggiungere una piccola quantità di succo di limone per migliorarne il gusto. Assicuratevi di bere molti liquidi quando consumate i sali di Epsom, per prevenire la disidratazione. Il solfato di magnesio assunto per via orale dovrebbe produrre un movimento intestinale da 30 minuti fino a sei ore dopo.

Sali di Epsom | Le controindicazioni

sintomi mal di pancia
sale di epsom effetti collaterali (Istock Photos)

Ovviamente come ogni cosa, un uso smodato o non idoneo di qualsivoglia prodotto, anche naturale, porta a delle controindicazioni. In questo caso, i sali di Epsom deve essere usato con cautela nei pazienti con insufficienza renale, questo poiché viene elaborato dai reni e può raggiungere livelli tossici facilmente in questi pazienti. Il solfato di magnesio è spesso usato per trattare con successo l’eclampsia e la preclampsia: donne in gravidanza o allattamento dovrebbero consultare il proprio medico prima di assumerlo.

Stessa cosa vale per coloro che stanno assumendo dei farmaci specifici. Per queste persone, prima di iniziare ad usare i sali di Epsom è opportuno consultare un medico, questo perché il solfato di magnesio può rendere più difficile l’assorbimento dei principi attivi presenti in alcuni farmaci, in particolare gli antibiotici. Evitare dunque l’interazione almeno due ore prima o dopo l’assunzione di solfato di magnesio come lassativo.

Sale di Epsom per curare le piante

Piante in salotto
sali di epsom come curare le piante in casa Fonte: iStock Photo

Un ultimo accenno è da farsi sulla cura delle piante usando il sale di Epsom. Per coloro che hanno il pollice verde probabilmente già conoscono il “miracolo” che questo sale apporta alle piante e all’orto di casa ma, per coloro che sono meno efferati verso queste pratiche ma che hanno delle piante (vere) in casa, alcuni consigli per farle risplendere e curare sono d’obbligo.

Per esempio, le foglie ingiallite possono essere uno dei sintomi della carenza di magnesio nel terreno. Il magnesio è un componente essenziale nella produzione di clorofilla ed è presente naturalmente nei sali di Epsom. Potreste quindi decidere di aggiungerne un pizzico una volta al mese, come concime naturale.

Potete quindi nutrite le vostre piante di casa aggiungendo i sali di Epsom all’acqua per l’innaffiatura. Stesso discorso vale per i Peperoni. In tempo di fioritura, spruzzateli unendo 1 cucchiaio di sale di Epsom all’acqua. Dieci giorni dopo, ripetete l’operazione.

Per le rose del vostro giardino invece, ogni settimana, spruzzate a quest’ultime una soluzione di sale Epsom per tenere lontani i parassiti e farle risplendere.

Effetti indesiderati comuni dovuti all’assunzione di Sali di Epsom

effetti collaterali
sali di epsom effetti collaterali (iStock Photos)

Tra gli effetti indesiderati a livello comune dovuti all’assunzione eccessiva di sali di Epsom possiamo trovare nausea, diarrea e disturbi gastrointestinali. Si possono avere anche degli effetti collaterali più gravi, quali:

  • reazioni allergiche (rash cuteneo, orticaria, difficoltà respiratorie, prurito o gonfiore della bocca, viso, labbra o lingua),
  • vertigini,
  • vampate di calore,
  • debolezza,
  • battito cardiaco irregolare,
  • paralisi muscolare o debolezza muscolare,
  • sonnolenza grave,
  • sudorazione.
  • senso di costrizione toracica

Ricordiamo che, comunque, gli effetti collaterali gravi sono rari e nel caso sopraggiungano, si consiglia di consultare immediatamente un medico o rivolgersi al pronto soccorso.

Dove acquistare i Sali di Epsom

sale di epsom
sale di epsom dove acquistarlo (Istock)

Il sale di Epsom può essere facilmente reperito in erboristeria o in farmacia sebbene i prezzi generalmente non appaiano convenienti come acquistandolo online in maggiori quantità. È importante fare la distinzione fra Sali di Epsom per uso interno ed esterno dato che quelli per uso interno devono avere un livello di purezza garantito. Quindi prestare sempre la massima attenzione all’etichetta.

Per uso esterno si intende l’uso dei sali di Epsom per bagni caldi o pediluvio o la bellezza in generale della pelle e capelli.

Per uso interno, si intende invece l’uso dei sali per curare stipsi e altri dolori, dunque la composizione del sale in questo caso deve essere diversa, pura. Puoi acquistare questo sale sia in compresse sia in polvere.

sale
sale di epsom iStock photo

(Fonti: dionidream.com – greenme.it)