Home Curiosita Curiosità | Sai perché il “Venerdì 17” porta sfortuna?

Curiosità | Sai perché il “Venerdì 17” porta sfortuna?

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:41
CONDIVIDI

Curiosità | Sai perché “Venerdì 17” porta sfortuna? Una leggenda legata solo all’Italia? Scopriamo cosa si nasconde dietro a questa leggenda metropolitana

superstizioni
sai perché venerdì 17 porta sfortuna(Istock)

Oggi è venerdì 17, si salvi chi può! Perché è radicata la convinzione che il numero 17 abbinato al giorno della settimana – venerdì – si dice che porti sfortuna? E’ solo una leggenda metropolitana oppure, in fondo, c’è una spiegazione logica e scientifica? Beh, la scienza probabilmente in questo caso suppongo, non c’entri nulla ma la storia che aleggia intorno al numero 17 e, in modo particolare, quando questo numero cade proprio di venerdì, come oggi, sembra essere legata a dei fatti “storici”. Anche i meno creduloni, gli scettici e quelli che dicono “io non ci credo”, sono sicura che, fondamentalmente, in quel giorno preciso non prenderanno decisioni importanti o appuntamenti che potrebbero essere vitali per la propria vita. Perché? perché il pensiero sarà: Non ci credo ma, è meglio non sfidare la sorte! Siamo un popolo di creduloni o la tendenza a credere che il venerdì 17 porti male è radicata anche in altre parti del mondo? Scopriamo tutto oggi che è venerdì 17 e, speriamo bene!

Potrebbe interessarti anche: Tradizioni, superstizioni e credenze sul matrimonio: quello che devi sapere

Venerdì 17 | Perché si dice che porti sfortuna?

calendario 17 gennaio
sai perché il venerdì 17 porta sfortuna (istock)

Molti di voi, forse, non lo sapranno ma esiste una paura legata proprio al venerdì 17 dal nome impronunciabile: Eptacaidecafobia, ovvero la paura del numero 17 abbinato, poi, al giorno della settimana, il venerdì. Ma perché se ne ha paura? Venerdì 17 è ritenuto particolarmente sfortunato in Italia e altri paesi di origine greco-latina. Esistono diversi pregiudizi legati a esso, principalmente legati alla cultura popolare e alla superstizione. Una simile situazione si ritrova nei paesi anglosassoni nei confronti del numero 13 (triscaidecafobia). Pare che la leggenda che il numero 17 abbinato al venerdì porti sfortuna ha origini molto antiche.

Tutto nasce dall’antica Grecia dove il numero 17 era aborrito dai seguaci di Pitagora in quanto era tra il 16 e il 18, perfetti nella loro rappresentazione di quadrilateri 4×4 e 3×6. Ma troviamo questa “sfortuna” legata proprio a questa data anche nell’Antico Testamento dove si narra che il diluvio universale cominciò il 17 del secondo mese (Genesi, 7-11).

È possibile che la paura del numero 17 sia stata influenzata dalla battaglia di Teutoburgo del 9 d.C. combattuta tra i romani e i germani di Arminio e dalla distruzione delle legioni 17, 18 e 19: dopo quella data questi numeri, ritenuti infausti, non furono più attribuiti a nessuna legione. Ma lo stesso numero, il 17, è ritenuto infausto anche nella smorfia napoletano che lo ritiene particolarmente “disgraziato”.

Ma, aldilà di questi “fatti storici”, si ritiene che il Venerdì 17 porti sfortuna poiché proprio questa data sia legata alla morte di Gesù. Infatti venerdì e 17 sono simboli dell’unione di due fatti negativi. E’ proprio venerdì 17 che morì Gesù (Venerdì Santo e il giorno 17).

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Venerdì 17 | Una superstizione tutta Italiana

donna superstiziosa
sai perché il venerdì 17 porta sfortuna (Istock)

Il venerdì 17 è una superstizione tipicamente italiana, non riscontrabile altrove. Nel mondo si ritrovano infatti altre date e altri numeri “negativi”: il venerdì 13 nei paesi anglosassoni, mentre in Spagna (paese anch’esso dalle radici latine e cattoliche), Grecia e in Sudamerica il giorno sfortunato è martedì 13.

Ma il venerdì 17 è davvero così sfavorevole? Nel nostro bel Paese questa “paura” è così radicata che esistono alcune persone che proprio, in questo giorno preciso, non si recano neanche a lavoro e, se possono, rimangono in casa. Esagerati? Dipende dalle credenze ma è vero anche che questa credenza è talmente forte in Italia che in alcuni voli della compagnia di bandiera la poltrona numero 17 non è presente e, in più, la casa automobilistica Renault ha venduto il modello che prendeva il nome di R17 in Francia mentre in Italia come R177. Coincidenza?

Potrebbe interessarti anche: Le superstizioni che influenzano inconsciamente la nostra vita

Venerdì 17 | E se, invece, portasse bene?

bimba con quadrifoglio
sai perché il venerdì 17 porta sfortuna (Istock)

Forse proprio per tutte queste ragioni, per tutta questa superstizione e l’aura che circonda il numero 17, a un certo punto è cominciato a piacere! Alcuni, per esempio, lo considerano come numero portafortuna e non lo fanno solo oggi ma lo hanno fatto anche in passato. Basti pensare alla cabala ebraica che considera il 17 un numero che porta fortuna ed è positivo perché è la somma di tre lettere dell’alfabeto ebraico che compongono la parola bene.

Per quanto riguarda il venerdì, anche quello ha avuto il suo bel momento grazie a Cristoforo Colombo: il celebre navigatore, infatti, lo considerava un giorno fortunato perché di venerdì partì da Porto Palos, di venerdì mise piede nel nuovo mondo e, sempre di venerdì, rientrò sano e salvo in patria. Quindi, non sempre il venerdì legato al numero 17 porta male, anzi, tutt’altro!

Aldilà delle credenze che sono dure a morire, lasciamo libero pensiero alle persone che credono che porti sfortuna e, a quelle, che invece, trascorrono questo giorno “particolare” come se nulla fosse. D’altronde, non vogliamo sfidare la sorte, vero?

calendario 17 gennaio
sai perché il venerdì 17 porta sfortuna (Istock)

(Fonti: sololibri.net – wikipedia.it)