Dieta di San Valentino | come arrivare in forma alla festa degli innamorati

iStock

Dopo quelle di Natale è ancora tempo di feste. Ma la prima è molto diversa e quindi serve una Dieta di San Valentino per farci arrivare in perfetta forma.

iStock

Le feste di Natale hanno messo a dura prova il nostro fisico con cenoni e pranzi che in questi giorni si sono susseguiti. Quindi dobbiamo rimetterci in forma. Ma non abbiamo tutto il tempo che vogliamo per farlo perché c’è un evento una speciale serata che ci attende e che richiede la nostra migliore forma, la serata di San Valentino.

Per riuscire a metterci subito in sesto per la serata degli innamorati dobbiamo attivarci subito e seguendo una dieta detox e facendo un po’ di movimento in più possiamo raggiungere il risultato da noi tanto sperato. La dieta detox ha lo scopo di disintossicare il nostro fegato che in questi giorni è stato messo a dura prova e eliminare le tossine.
La prima regola da seguire per questa dieta di San Valentino è quella di bere molta acqua, perché è quella che ci fa eliminare le tossine e ci fa depurare. Se vogliamo avere un effetto migliore possiamo puntare su acqua e limone oppure su acqua e aceto di mele. Sono ricche di proprietà drenanti e alcalinizzanti e ci aiutano in questo modo a depurarci meglio.

Altro elemento fondamentale per la dieta di San Valentino (ma per qualsiasi dieta detox) sono la frutta e verdura nei cinque colori: blu-viola, rosso, giallo-arancione, verde e bianco. Il colore, anche se sembra una sciocchezza, è fondamentale perché ogni colore corrisponde a diversi gruppi di microelementi.
Si in questa dieta detox ai grassi buoni: semi, frutta secca e oleaginosa, olio extravergine di oliva e avocado si anche ad alimenti proteici, come le uova. Altra regola da seguire è quella di non saltare i pasti. Il pasto fondamentale e più ricco è quello della colazione mentre quello più leggero è la cena che chiude le giornata. Andare a dormire leggeri ci permettere anche di riposare meglio.

Leggi anche: Torta a forma di cuore | La ricetta golosa per San Valentino

Dieta di San Valentino, cosa portiamo in tavola?

iStock

Ecco il programma

Colazione
Per prima cosa scegliamo una bevanda calda . Possiamo puntare su acqua e limone o thè o tisane, lo accompagniamo con uno yogurt oppure un bicchiere di latte. Chi preferisce la colazione salata punti su quattro fette di prosciutto con il pane, meglio se integrale o di segale. Possiamo aggiungere anche il caffè se riusciamo a berlo senza zucchero e 4 mandorle o nocciole o pinoli.
Spuntino
Un frutto di stagione

Potrebbe interessarti anche: Menù afrodisiaco: Le ricette per accendere la passione

Pranzo
Verdura cruda per prima cosa , in modo che ci tolga la sensazione di fame. Proseguiamo con un pasto proteico o uovo o carne bianca o pesce accompagnate da una verdura cotta. Aggiungiamo alla nostra pietanza una porzione di pane integrale che avremo tostato in modo da togliergli l’acqua.
Spuntino pomeridiano
Un frutto di stagione

Cena
Anche in questo caso verdura cruda, una pietanza proteica o uovo. O ancora carne bianca o pesce accompagnate da una verdura cotta. Aggiungiamo alla nostra pietanza una porzione di pane integrale che avremo tostato.