Quali sono i sintomi della carenza di ferro?

Scopri quali sono i sintomi della carenza di ferro e quali sono i cibi ricchi di ferro per reintegrarlo

Il corpo è una macchina complessa che ha bisogno di diversi nutrienti per funzionare correttamente. Il ferro è un minerale essenziale per il corpo, in particolare svolge un ruolo chiave nella produzione di emoglobina. Si trova in quantità molto piccole nel nostro corpo ma è necessario consumarne abbastanza. La carenza di ferro può avere conseguenze negative per la salute. È quindi essenziale riconoscere i segni di una carenza di questo minerale.

Ti potrebbe interessare anche: Magnesio e stress: legame e segni che hai una carenza di magnesio

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

I sintomi della carenza di ferro sono molti e vari. Eccone alcuni:

carenze vitaminiche (Istock)

Il ferro è un minerale presente in alcuni dei nostri alimenti. È essenziale per il nostro corpo e una carenza di questo minerale può portare a complicazioni con gravi ripercussioni per la salute.

Segni di carenza di ferro:

– Stanchezza generalizzata e inspiegabile anche dopo una buona notte di sonno

– Disturbi dell’umore e facile irritazione possono essere un segno di carenza di ferro

– La difficoltà di concentrazione durante il lavoro può accompagnare la carenza di ferro

– Forte mal di testa

– La perdita dei capelli può essere un segnale allarmante di una potenziale carenza di ferro

– La carenza di ferro può causare una sottoproduzione di saliva, quindi una bocca secca può essere un segno di carenza di ferro

– Respiro corto. Tra le complicazioni che si possono avvertire a causa di una grave carenza di anemia di ferro c’è la mancanza di respiro, durante uno sforzo fisico molto leggero. Ciò è dovuto al fatto che i globuli rossi sono responsabili del trasporto di ossigeno nel sangue.

Se hai uno o più di questi sintomi, dovresti consultare un medico che sarà in grado di comprendere l’origine dei tuoi disturbi e quindi rilevare una potenziale carenza di ferro.

Fattori che portano alla carenza di ferro

Ci sono molte ragioni che possono portare a questa carenza. Il primo è ovviamente la mancanza di consumo di cibi ricchi di ferro. Tuttavia, questa non è sempre la causa principale di questa carenza. Diverse malattie possono causare uno scarso assorbimento di questo minerale essenziale: ulcere, malattie gastriche ma anche periodi pesanti possono portare a una perdita di ferro da parte dell’organismo. Si deve anche prestare attenzione durante la gravidanza poiché aumenta la necessità di ferro. In questo caso, chiedi consiglio al tuo medico per assicurarti di consumare abbastanza ferro per te e il tuo bambino. Questi 13 alimenti contengono più ferro della carne.

Prevenire la carenza di ferro

Per prevenire la carenza di ferro si consiglia di consumare cibi ricchi di questo minerale. Ti ricordiamo che si raccomanda a un adulto di consumare 12 mg di ferro al giorno. È presente in vari e vari alimenti. Tuttavia, dovresti sapere che secondo le raccomandazioni nutrizionali nazionali, il ferro presente nei prodotti animali come carne rossa e pesce è molto più assimilabile del ferro presente nei prodotti vegetali. Si consiglia pertanto di consumare questi prodotti. Inoltre, tieni presente che i tannini presenti nel tè ne riducono l’assorbimento, quindi è consigliabile non accompagnare gli alimenti ricchi di ferro con il tè.

Quando non è possibile consumare proteine ​​animali come nel caso di una dieta vegetariana o vegana, è consigliabile consultare un medico al fine di somministrarti una supplementazione di ferro al fine di evitare qualsiasi carenza di questo minerale .

Quali alimenti sono ricchi di ferro?

Oltre a carni, pesce grasso e fegato di vitello che sono ricchi di ferro, ci sono secondo Doctissimo, altri alimenti che lo contengono, come i seguenti:

– Vongole

– Lumache

– Lenticchie

– Fagioli bianchi

– Ostriche

– Cozze

– Semi di girasole

– Mandorle e noci

– Spinaci

– Cacao

– Broccoli

– Noci

carenza da vitamine b (Istock )