Prima colazione dell’anno | Perché è importante farla

0
37

La prima colazione è il pasto più importante della giornata. Anche a Capodanno.

colazione natale
Caffè e biscotti – Fonte: iStock photo

L’anno nuovo è ormai arrivato e chi giunge dal veglione sarà sicuramente carico di energia da spendere e soprattutto pieno per le tante calorie ingerite. Tra cena, pandori e panettoni e gran finale a base di cotechino e lenticchie, quasi nessuno si preoccupa poi molto della colazione, a meno di non trovarsi in vacanza ed avere la possibilità di essere serviti e riveriti.

Fare colazione, però, è un gesto che non dovrebbe mai andare in vacanza, neppure a Capodanno. Anzi, la prima colazione dell’anno andrebbe vissuta come un momento speciale, che sancisce il primo risveglio dell’anno e che andrebbe vissuta con calma e serenità, pensando a ciò che si è lasciato indietro e alle tante cose che si è pronti ad accogliere. Un atto d’amore verso se stessi che non andrebbe mai abolito, sopratutto se si pensa di farlo per risparmiare qualche caloria.

Colazione a Capodanno. Perché è giusto farla.

colazione a Natale
Piatto con pancake – Fonte: iStock photo

È inutile girarci intorno, la notte di San Silvestro, a meno di non essere a dieta o di non aver avuto modo di festeggiare perché al lavoro, è un momento nel quale ci si concede diversi sfizi dal punto di vista alimentari. Si mangia fino a tardi e andando avanti fino a notte fonda con i festeggiamenti si finisce con il mangiare diverse cose, spesso pesanti o cariche di zuccheri.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Per questo motivo, in molti tendono a saltare la prima colazione dell’anno, sperando così di eliminare qualche caloria di troppo. In verità, però, le cose non vanno proprio così. La colazione andrebbe comunque fatta. In questo modo, infatti, è possibile regolare i rapporti sbilanciati dai tanti alimenti mangiati. Ovviamente questa può variare in base alle esigenze ed essere leggera per non appesantire ulteriormente l’organismo. Proviamo quindi a vedere qualche esempio.

La colazione dopo una cena normale. Se il Capodanno è trascorso al lavoro o per altri motivi si è mangiato in modo normale, si può puntare su una colazione abbondante e ricca che sia anche un modo per celebrare l’arrivo del nuovo anno. Un pancake fatto con farina, uova e yogurt greco e arricchito con frutta e scaglie di cioccolato da accompagnare ad un cappuccino di latte di soya è un inizio gustoso e bilanciato, in grado di portare il sorriso saziare e far sentire al top.

La colazione dopo il veglione. In questo caso si può optare per qualcosa di leggero come uno yogurt greco al quale aggiungere della frutta fresca e da accompagnare ad un buon tè verde. Un modo per sentirsi subito rinati. Volendo, chi lo apprezza e non ha davvero fame, potrebbe optare per un bicchiere di latte di Kefir, ottimo per rimettere ordine ad un intestino un po’ in subbuglio.

La colazione notturna. Se si torna a casa alle cinque del mattino e si sa già di alzarsi solo per ora di pranzo, si può optare per una colazione prima di andare a dormire, specie se l’ultimo pasto risale alla mezzanotte. Un bicchiere di latte o una coppetta di ricotta con un pizzico di miele possono aiutare a bilanciare i troppi zuccheri che si hanno in circolo, aiutando l’organismo durante il riposo.

Leggi anche -> I cibi porta fortuna di Capodanno

Prima colazione – Fonte: Istock photo

La colazione tra veglione e pranzo. Se ci si trova tra un veglione nel quale si è mangiato molto ed un pranzo dove si pensa di mangiare altrettanto, si può prendere una tazza di tè verde senza zucchero e mangiare due biscotti secchi o una fetta biscottata integrale con un pizzico di miele. Un modo per non arrivare a pranzo a stomaco vuoto. Inutile dire che se si ha fame si può mangiare qualcosa di più come una fetta di pane integrale con yogurt greco e frutta secca o una spremuta d’arancia fresca e senza zucchero con degli albumi strapazzati ed una fetta di pane integrale.

La colazione se ci si alza tardissimo. E se ci si alza davvero tardi? Sempre meglio non andare a pranzo a stomaco vuoto. Anche un te ed un paio di biscotti possono fare la differenza o, in alternativa, un semplicissimo yogurt magro e senza zuccheri.

Le alternative sono davvero tante. Ciò che conta è non dimenticare mai di prendersi cura di se stessi e di non saltare quello che è a tutti gli effetti il pasto più importante della giornata, sopratutto il primo giorno dell’anno.

Colazione – Fonte: Thinkstock