8 frutti di mare | benefici per la salute e come cucinarli

0
42

Ostriche, scampi, gamberi, capesante … oltre ad essere gustosi e molto apprezzati durante i pasti festivi, questi crostacei hanno molto da offrire. Scopri tutte le loro caratteristiche nutrizionali e consigli su come prepararli correttamente.

Tutti provenienti dall’ambiente marino, i molluschi presentano grandi somiglianze in termini di apporto nutrizionale. Sono gli alleati delle diete dimagranti. Con un apporto energetico da 60 a 110 calorie per 100 gr un livello lipidico dallo 0,5 al 2% a seconda del prodotto, dell’area di pesca e della stagione, i frutti di mare sono più magri della maggior parte dei pesci. Un altro vantaggio:rimineralizzano.

Tutti contengono potassio, magnesio, calcio, rame, manganese, ferro … Sono anche una fonte di “maggiori apporti di zinco e selenio, potenti antiossidanti e iodio che partecipa alla sintesi degli ormoni tiroidei”, specifica il dietista Frédéric Derat -Carrière.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Frutti di mare: 8 cibi dimagranti e rimineralizzanti

1/Il gambero è ricco di proteine

Grigio, tropicale, reale … grazie alle sue varietà, puoi trovarlo tutto l’anno presso il pescivendolo, o nello scomparto dei surgelati. Il suo contenuto proteico è elevato (da 22 a 27 g per 100 g di carne cotta), superiore a quello della maggior parte dei pesci e delle carni, per solo 1 g di lipidi. Contiene molti minerali in proporzioni variabili a seconda della specie.

Nota: è uno dei frutti di mare più ricchi di colesterolo e sale.

Come preparare i gamberi? Semplicemente, in brodo di corte, immergendolo in acqua bollente salata (con sale grosso) come quella del mare con un bouquet garni e possibilmente una cipolla: deve essere rimosso al primo sobbollire. Si presta anche a molti altri metodi di cottura: in zuppa o pentola, soffritto in un wok, su uno spiedino, fritto…

La nostra ricetta per te:Gamberoni e Bacon: la ricetta afrodisiaca  VIDEO

2/Il granchio o il ragno di mare, famiglia di crostacei

Sono entrambi granchi ma non vengono consumati nella stessa stagione: il granchio in estate, il ragno di mare in inverno. Il loro apporto nutrizionale, invece, è pressoché identico: 95 calorie, 18-20 g di proteine ​​e 1 o 3 g di lipidi per 100 g di carne. Entrambi contengono minerali: ferro (1 mg / 100 g), zinco (2 mg), rame (2 mg o 100% della RDA (dose giornaliera raccomandata)) e vitamina B12 (3,6 µg o in gran parte sopra AJR).

Come preparare i granchi? Dopo averli spazzolati vengono gettati vivi in un gustoso brodo con chiodi di garofano, sedano, cipolla, ecc.. e cotti per 15 – 20 minuti a seconda del peso. Assapora le zampe e parte del corpo, freddo. La polpa che esalta varie ricette come le insalate miste.

La nostra ricetta per te: penne alla polpa di granchio

3/Aragosta, il miglior crostaceo

Ha una carne molto magra (90 calorie per 100 g, 19% di proteine ​​e meno dell’1% di grassi) e tesa, che le conferisce un buon potere saziante e offre una vasta gamma di minerali e oligoelementi. È il crostaceo più ricercato, soprattutto quando proviene dalle coste francesi in primavera ed estate. Il resto dell’anno viene dal Canada: è meno magro ma anche meno costoso!

Come preparare l’aragosta? Viene immersa viva in un brodo salato in ebollizione e cotto per 15-20 minuti a seconda delle sue dimensioni: passa dal blu al rosso cardinale. Lasciala raffreddare prima di sbucciarla. Puoi anche grigliarla o friggerla dopo averla tagliata longitudinalmente a metà, viva o brevemente scottata per rendere la gestione meno rischiosa. Soprattutto, non buttare via il guscio, che è essenziale per insaporire molte preparazioni.

4/Scampi hanno un alto contenuto di iodio

Simili all’aragosta, hanno un sapore raffinato e mostrano benefici nutrizionali quasi simili: 100 g di carne forniscono 90 calorie, 17 g di proteine, 2 g di lipidi e molti minerali e oligoelementi. Si distingue in particolare per l’alto contenuto di iodio (390 µg).

Come preparare gli scampi? Semplicemente cotto in camicia per 2 minuti in brodo, viene apprezzato tiepido, semplice. È adatto anche per molte preparazioni: zuppe, sugo allo scoglio, paella) e può essere grigliato, saltato in un wok, saltato in padella e poi flambé nel cognac. Con quelli più grandi, puoi preparare deliziosi carpacci condendoli con olio d’oliva e succo di limone.

La nostra ricetta per te: Mezzi ziti con crema di scampi

Clicca su SUCCESSIVO per continuare a leggere l’articolo