Quando mangi pesce ingerisci plastica | Il dato allarmante

0
18

Ogni giorno mangiando pesce ingeriamo undicimila pezzi di plastica. La questione è davvero allarmante. Di fatto, quando mangi pesce puoi gravare sulla tua salute. La ricerca scientifica ci riporta questo dato secondo il quale il consumo settimanale di pesce potrebbe portare gravi rischi per salute.

Mangiamo plastica
La plastica che mangiamo attraverso i pesci | La situazione drammatica (Unsplash photo)

Infatti quando mangiamo pesce ingeriamo plastica a causa dell’inquinamento dei nostri mari. Il Belgio è il paese dal quale sono partiti i più recenti studi in merito. Studi e ricerche che indagano i danni provocati alla salute dell’uomo.

Gli alti rischi della plastica nei pesci

Mangiare pesce come mangiare plastica
Mangiare pesce come mangiare plastica | I dati allarmanti (Unsplash photo)

Gli studiosi della University of Ghent in Belgio che sono partiti dall’inquinamento dei mari per poi scavare più a fondo nella ricerca, confermano gli alti rischi ai quali va incontro l’essere umano che consuma pesce in modo abitudinario. La situazione è a dir poco sconvolgente: nel Mar Mediterraneo sono state trovate 121 specie di pesce contaminate dalla plastica.

Tra i pesci annoverati ci sono purtroppo anche il tonno e il pesce spada. Anche le spiagge sono contaminate da letti di plastica, uno dei casi più eclatanti è quello della Versilia che paga lo scotto di tutta quella plastica che è stata dispersa nel fiume Arno.

Leggi anche: >>>>

Pensare che tra qualche anno nelle nostre acque ci saranno più plastica che pesci è allarmante. Le microparticelle provocheranno molti danni gravi ed è un problema che deve assolutamente destare la nostra preoccupazione.

Il Dottor Colin Janssen, colui che ha condotto la ricerca sopracitata, spiega “Abbiamo dimostrato che questi frammenti entrano nel nostro corpo attraverso il pesce che ingeriamo e possono rimanerci per un po’ di tempo. Quindi abbiamo bisogno di capire che fine fa quella plastica. Dove va a finire? Viene inglobata e ‘dimenticata’ dal corpo oppure causa infezioni o altri danni? Non lo sappiamo, ma dovremmo saperlo”.

Nei nostri oceani si trovano attualmente cinquemila miliardi di plastica. Il dato impressionante è che, secondo gli scienziati, più del 99% di questi pezzi di plastica riescono ad arrivare nel corpo umano attraverso il pesce che ingeriamo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Oltre al tonno e al pesce spada, abbiamo le cozze. Queste, filtrano all’incirca 20 litri di acqua al giorno, un’acqua che inevitabilmente porta con sé anche la plastica. La cozza assorbe nei propri tessuti la plastica che poi viene assunta da chi la mangia. Se la questione dell’inquinamento non prenderà un’altra piega, l’essere umano potrebbe arrivare ad ingerire settecentottantamila pezzi di plastica all’anno, di cui quattromila verranno acquisiti dal nostro sistema digerente.

Adidas produce scarpe fatte con i rifiuti

Adidas aiuta l'ambiente
Adidas aiuta l’ambiente | Riciclo plastica (Unsplash photo)

L’azienda Adidas fa la differenza. Si schiera con l’ambiente e sceglie di produrre il suo prodotto riciclando i rifiuti degli oceani. Decide di collaborare con Parley for the Oceans, famosa associazione ambientalista. Questa campagna di sensibilizzazione rispetto al drammatico problema dell’inquinamento consiste nel riciclare i rifiuti che si trovano negli oceani. I dati spaventosi hanno spinto molte aziende e in particolare Adidas a sposare la causa ambientale dando il proprio contributo.

Siamo di fatto degli invasori egoisti e irrispettosi del nostro pianeta. Dobbiamo fare qualcosa.

Mangiare pesce come mangiare plastica
Mangiare pesce come mangiare plastica | I dati allarmanti (Unsplash photo)