Microonde | Che cosa può e cosa non può andare nel piccolo forno

Scopri quali contenitori, supporti e materiali puoi inserire nel tuo forno a microonde e quali invece dovresti assolutamente evitare.

VAPORIERA PER FORNO A MICROONDE

Più che un elettrodomestico oramai un vero e proprio amico per le case di quasi tutti gli italiani.

Quando uscì su mercato creò attorno a sé un buon margine di diffidenza ma oramai il microonde ha rapito il cuore di tutti noi.

Facile da utilizzare, dimezza i tempi di preparazione e ci consente di velocizzare notevolmente tanti procedimenti, come scaldare e scongelare.

Un alleato prezioso dunque ma sappiamo utilizzarlo al meglio? Anche la migliore arma se impiegata in modo scorretto potrebbe infatti fare più male che bene.

Quando si tratta di microonde la prima domanda che viene a noi consumatori è la seguente: posso mettercelo o no?

Che si tratti di alimenti, contenitori, coperchi o affini ci si interroga sempre su quanto e se siano appropriati per il forno a microonde.

Oggi per fare chiarezza partiamo dai supporti, contenitori, coperchi e affini che ci occorrono per disporre i cibi e spedirli poi nel piccolo forno. Quali è opportuno utilizzare e quali sarebbe invece decisamente meglio evitare? Scopriamolo insieme qui su CheDonna.it.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Microonde, che cosa puoi metterci?

Avere la sicurezza di affidarsi ai giusti supporti è importante non solo per tutelare la nostra salute ma anche la nostra sicurezza, evitando possibili pericoli o anche semplicemente di danneggiare lo stesso forno a microonde.

Ecco allora cinque materiali su cui possiamo fare sicuro affidamento senza avere alcun pensiero e sfruttando il meglio del microonde.

Porcellana – Perfetta per il microonde ma occhio ad eventuali decori in oro o argento che potrebbero, letteralmente, fare scintille

Pellicola – Perfetta per coprire glia alimenti e agevolarne la cottura o semplicemente riscaldarli. Consigliamo comunque di non porla a contatto con il cibo e forarla per favorire l’uscita del vapore in eccesso.

Carta forno – Così come appare perfetta per resistere alle alte temperature del forno lo stesso si può dire per quelle del microonde. Consigliamo comunque di forarla come la pellicola per evitare che l’aria calda ristagni e provochi l’esplosione del cartoccio.

Vetro – Senza dubbio il miglior materiale per il microonde, eccezione fatta per i cristalli al piombo.

Coperchi di vetroceramica – Vanno benissimo per trattenere il vapore e ridurre così i tempi di cottura dei vari alimenti

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Il microonde molto utile, ma alcune cose è meglio non mettercele!

Microonde, che cosa non puoi metterci?

Passiamo ora a quei materiali che non si adattano al microonde, contenitori che potrebbero rovinarsi o peggio alterare la cottura del cibo. Materiali dunque da evitare assolutamente per non avere problemi o, peggio, rimpianti.

Acciaio, acciaio inossidabile, ghisa, smalto, alluminio o rame – si tratta di materiali che riflettono e onde, impedendo così al cibo di cuocersi o scaldarsi correttamente

Legno e vimini – Non sono materiali totalmente vietati ma sottoposti a una lunga esposizione alle microonde possono uscirne incrinati.

Carta stagnola – Anche qui il problema è la capacità di questo materiale di riflettere le onde, impedendo così che penetrino correttamente nel cibo

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE–> Microonde | I 5 cibi che non dovresti mai scaldarci

Plastica – Meglio evitare poiché altamente soggetto a deformarsi se sottoposto a calore. Eccezione fatta ovviamente per contenitori in plastica con diciture particolari come “resistenti al calore” o “per microonde”.

Ceramica – In teoria sarebbe adatta al microonde ma c’è il rischio che esploda poiché, là dove ci sono piccole crepe o mancanza di smalto, il calore gonfia il materiale fino allo scoppio.

Cosa cucino oggi? Il menu per pranzo e cena con il microonde