Dieta | Cosa mangiare la settimana prima di Natale

0
19

Gli alimenti da scegliere la settimana prima di Natale, per arrivare in splendida forma alle feste.

peso forma a Natale
Pesetti, metro e mandarino a Natale – Fonte: iStock photo

Natale è ormai alle porte e in questa settimana che lo anticipa, l’ansia per le tante mangiate con amici e parenti si fa sempre più forte. È una cosa normale, specie per chi ha raggiunto da poco una linea che ora teme di perdere ancor prima di essercisi abituata. La buona notizia è che non serve affamarsi per mantenersi in forma. Basta infatti mangiare in modo sano e leggero nella settimana che precede il Natale e l’appuntamento con pranzi e cenoni sarà più semplice da gestire.Ma come fare a capire cosa mangiare per non esagerare e al contempo non ridursi alla fame?

La parola chiave è come sempre: moderazione.
L’ideale è alzarsi da tavola sempre leggeri e mai appesantiti, senza più il senso di fame ma con la consapevolezza che si potrebbe mangiare ancora qualcosa.
Ci sono poi diversi accorgimenti che possono aiutare nel mantenersi in forma in attesa delle feste, magari perdendo quel chilo che potrebbe ballare a cavallo della vigilia e del giorno di Natale.
Ricordiamoci, infatti, che anche se il 26 mattina ci si sveglierà con più di un chilo di troppo, gran parte del peso sarà dovuta alla ritenzione idrica che andrà via riprendendo a mangiare normalmente.

Accorgimenti per restare in forma la settimana prima di Natale

dimagrire dopo le feste
Bilancia a Natale – Fonte: Istock photo

Partiamo con delle regole semplici e spesso sentite o lette in giro ma che si tende a dimenticare fin troppo facilmente. Metterle in atto tutte insieme aiuterà il metabolismo a darsi una svegliata e preparerà l’organismo a rispondere in modo positivo alle mangiate dei giorni di festa.

Leggi anche: Le cattive abitudini che sotto le feste rallentano il metabolismo

Fare sempre colazione. La colazione, oltre ad essere il pasto più importante della giornata è anche un modo per svegliare il metabolismo. Se si scelgono gli alimenti giusti, poi, si riesce a non avere cali di glicemia con crisi di fame improvvisa e il tutto fa si che l’organismo funzioni al meglio delle sue possibilità. Una buona colazione può essere sia dolce che salata. Nel primo caso si può optare per dello yogurt greco senza zucchero al quale aggiungere frutta fresca ed una manciata di frutta secca. Nel secondo si può andare su delle uova strapazzate con una fetta di pane integrale. Ciò che conta è ricordare che la colazione va sempre fatta e che non deve essere ricca di soli zuccheri ma bilanciata tra carboidrati (possibilmente da frutta e cereali integrali), proteine magre e grassi buoni come possono esserlo la frutta secca, l’olio extra vergine d’oliva e l’avocado.

Mantenersi idratati. Un consiglio che ci si lamenta di sentire sempre ma che in pochi seguono davvero. Eppure, mantenersi idratati è fondamentale per il benessere dell’organismo e per il pieno svolgimento delle sue funzioni. Si dovrebbe bere un bicchiere di acqua già al risveglio, per idratarsi dopo un’intera notte e bisognerebbe proseguire durante tutto il giorno, prediligendo ovviamente l’acqua naturale alle bibite piene di zucchero e che, tra le altre cose, fanno anche ingrassare.

Non mangiare tra i pasti. In una giornata tipo, l’ideale è effettuare circa cinque pasti che sono la colazione, il pranzo, la cena e due spuntini: uno a metà mattina ed uno a metà più pomeriggio. Se si hanno orari disordinati per via di turni lavorativi o simili è bene tenere a mente che è importante mangiare almeno cinque ore dopo i pasti importanti e due/tre dopo ogni spuntino. Se non si riesce a fare lo spuntino di mezza mattina o quello del pomeriggio perché colazione e pranzo o pranzo e cena sono troppo vicini, si può optare per qualcosa prima di andare a letto. Sopratutto, se dopo la cena si trascorrono diverse ore in piedi prima di andare a dormire. Ciò che conta è seguire una tabella di marcia che consenta di arrivare al passo successivo senza troppa fame. In questo modo si eviteranno spuntini extra che il più delle volte consistono in dolciumi o alimenti che sarebbe meglio evitare, specie prima di appuntamenti con la tavola importanti come quelli delle feste di Natale.

Fare pasti leggeri. Se si vuole mantenere la linea e magari perdere qualcosina prima di Natale, si è ancora in tempo e non servono chissà quali accorgimenti. Basta tagliare dalla propria alimentazione le bevande zuccherate, i grassi in eccesso, i fritti e gli insaccati. In questo modo si può arrivare a perdere persino un chilo senza troppi sforzi. Il trucco sta nello scegliere alimenti il più possibile naturali, che non contengano sali o ingredienti elaborati e che sazino con poche calorie. Via libera quindi a verdure, frutta (con moderazione per banane e cachi), cereali integrali, proteine magre e grassi buoni. Anche per i pasti principali, l’ideale è quello di cercare di bilanciare il tutto creando piatti che contengano carboidrati integrali, proteine magre e grassi buoni.

Fare sport. Inutile dire che per mantenersi in forma, l’attività fisica dovrebbe essere parte integrante della vita di tutti i giorni. Non è necessario ammazzarsi in palestra ma mantenersi in forma con un minimo di impegno giornaliero. Andare a correre e fare lunghe camminate è sempre una buona scelta se si arriva da uno stile di vita sedentario. Altrimenti, vanno bene anche dei corsi in palestra o, se dato il periodo non ci si vuole iscrivere prima dell’inizio dell’anno nuovo, andranno bene anche degli esercizi da fare in casa. Ciò che conta è allenarsi e mantenersi attivi perché così facendo anche il metabolismo sarà più veloce.

Clicca sull’immagine qui sotto se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda il Natale e come restare in forma e vivere al meglio le feste.

Natale che donna

I cibi da scegliere la settimana prima di Natale

Ora che abbiamo chiari alcuni dei punti da rispettare per poter arrivare in forma al Natale, cerchiamo di approfondire l’argomento cibo, optando per qualche esempio alimentare da seguire in queste giornate.

Colazione

  • 150 grammi di yogurt greco magro e senza zucchero con 50 grammi di mela e 10 grammi di frutta secca. Mescolando il tutto insieme si avrà un alimento goloso e nutriente. Volendo si può aggiungere un pizzico di miele
  • Un caffè senza zucchero e una fetta di pane integrale con mezzo avocado
  • Un bicchiere di latte di soia senza zucchero con tre biscotti integrali

Spuntino

  • Uno yogurt magro senza zucchero
  • Un frutto
  • Una fetta di pane integrale con 40 grammi di formaggio spalmabile

Pranzo

  • Un’insalata con pollo e verdure miste da condire con olio extra vergine d’oliva e da completare con una macedonia di frutta
  • Una porzione di cereali integrali con verdure e pollo, il tutto condito con olio extra vergine d’oliva
  • Un piatto con bresaola e scaglie di parmigiano e un’insalata di rucola con poco olio extra vergine d’oliva. Da accompagnare con una fetta di pane integrale

Merenda

  • Uno yogurt magro
  • 15 grammi di frutta secca
  • Un succo d’arancia fresca e senza zucchero e due cubetti di formaggio (Ideale se ci si trova ad un aperitivo)

Cena

  • Una porzione di proteine magre (anche di tipo vegetale) con contorno di verdure grigliate e condite con olio extra vergine d’oliva
  • Una vellutata di zucca ed una piccola omelette con cipolla
  • Una porzione di formaggio o di tofu con insalata ed una fetta di pane integrale

Leggi anche: In forma sotto le feste: 10 consigli salva linea per il Natale

Questi sono solo alcuni esempi da cui trarre spunto per comporre i propri pasti in modo da mangiare in modo sano e senza arrivare affamate alle feste. Digiunare prima di un pasto importante è infatti spesso più deleterio che altro e porta a mangiare di più quando ci si trova a tu per tu con i cibi considerati proibiti. Molto meglio concedersi alimenti sani ma in grado di saziare e di non mettere l’organismo in quella spiacevole sensazione di pericolo che porta ad attacchi di fame nervosa, spesso decisamente deleteria per la linea.

Attenzione: Se il problema non è mantenere il peso forma ma perdere diversi chili, il consiglio è quello di rivolgersi ad un nutrizionista e stabilire insieme un piano d’azione che sia facile da seguire e che aiuti a raggiungere gli obiettivi prefissati con i giusti tempi, senza mai fare la fame e riuscendo a soddisfare persino il palato. Le migliori diete, infatti, sono sempre quelle che non pesano e che si possono seguire nel lungo tempo.

Donna con cappello Natale che si misura – Fonte iStock photo