Home Salute e Benessere Influenza | quali sono i sintomi e i consigli per prevenirla

Influenza | quali sono i sintomi e i consigli per prevenirla

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:30
CONDIVIDI

L’influenza è un’ infezione contagiosa che colpisce tutti sia i più piccoli che gli anziani, ma con entità diversa, scopriamo in che modo.

Come curare l'influenza
Influenza Fonte: Istock Photo

L‘influenza è un’ infezione contagiosa che colpisce milioni di persone, ed è causata da virus che appartengono al genere Orthomixovirus. E’ una malattia debilitante per il nostro organismo, si manifesta con più sintomi.

Durante la vita di ogni persona, è capitato almeno una volta di essere colpiti dal virus influenzale, milioni di italiani la contraggono, si migliora entro una settimana.

Nel caso in cui vengono colpite persone che hanno già patologie gravi, necessita il ricovero in ospedale. L’influenza si può prevenire con il vaccino, che il medico consiglierà di fare, soprattutto ai bambini e anziani, ma anche la corretta igiene delle mani, che  è di grande aiuto nella riduzione della diffusione dell’influenza stagionale.

Scopriamo quali sono i sintomi, come si manifesta l’influenza e come si può prevenire.

 

Influenza: i sintomi e diffusione

I sintomi influenzali, si manifestano in modo diverso da persona a persona e con intensità differente, però di solito, l’influenza inizia bruscamente, con una febbre tra i 37.5 ed i 40 C°.

I sintomi più comuni sono:

  • Dolori articolari o muscolari
  • Viso arrossato
  • Nausea
  • Brividi
  • Febbre
  • Tosse: secca o grassa
  • Spossatezza
  • Mal di gola o raffreddore
  • Mal di testa
  • Mancanza di energia
  • Sudorazione

Alcuni pazienti manifestano anche vertigini e, soprattutto i bambini, diarrea.

Clicca sull’immagine qui sotto se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda il Natale.

 

speciale Natale 2019 chedonna.it
Natale che Donna

Dopo 4 giorni dalla comparsa dell’influenza, tutti i sintomi cominciano ad alleviarsi, però il virus può attaccare qualsiasi parte del tratto respiratorio, causando:

  • raffreddore
  • laringite
  • mal di gola
  • bronchiolite: soprattutto nei bambini appena nati;
  • infezioni all’orecchio
  • polmonite.

Le persone che sono già debilitate, immunodepressi e con malattie croniche, si possono manifestare sintomi più gravi,che possono poi andare incontro a complicazioni. In casi gravi , sarà il medico che valuterà se il caso di ricovero in ospedale, in modo da tener sotto controllo il tutto. Il virus influenzale si diffonde con molta facilità, soprattutto nella stagione invernale, che costringe a letto ogni anno circa l’8% della popolazione italiana fra il mese di dicembre e febbraio.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE:Come rinforzare il sistema immunitario con 8 ingredienti naturali

Come si contagia il virus?

La diffusione è molto facile, basta parlare vicino a una persona infetta o avere contatti fisici con essa, anche il semplice contatto tra le mani, che presentano dei residui di secrezioni nasali. Davvero facile e tempestivo è il contagio, anche imminente, in quanto il periodo di incubazione del virus, va da un giorno al massimo di 4 .

Si può contrarre il virus, ed essere portatore, per questo viene definito un’ epidemia stagionale.

I soggetti a rischio

Soggetti a rischio influenza
Persone malate Fonte: Istock Photo

Chiunque a qualsiasi età può andare incontro a gravi complicanze dovute ad influenza, ma ci sono categorie di persone che sono maggiormente a rischio, ecco quali:

Le possibili complicazioni, in particolare per coloro che sono ad alto rischio, comprendono:

  • polmonite
  • encefalite
  • bronchite
  • sinusite
  • infezioni all’orecchio

Come curarsi

Come curare l'influenza
Miele e limone Fonte: Istock Photo

Quando si contrae il virus influenzale, sarà il medico a indicarvi la terapia più adatta da seguire, sicuramente con dei farmaci.

In base alla gravità della patologia, il medico potrà anche decidere di prescrivervi gli antibiotici, i rimedi naturali invece, ci possono aiutare nella prevenzione.

Il miele e i suffumigi sono alleati preziosi per le vie respiratorie e non solo anche le  vitamine e gli integratori sono perfetti per recuperare le energie perse.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Influenza | rimedi naturali dalla Propoli all’Echinacea

La febbre non sempre appare come sintomi, ma se dovesse essere alta, si abbasserà dopo un paio di giorni, bisogna stare solo attenti ad evitare eventuali ricadute, perciò è importante curarsi bene.

 

Come prevenire l’influenza

Lavare spesso le mani
Lavare le mani Fonte: Istock Photo

Se vogliamo scongiurare l’influenza, per evitare di stare a casa stanchi e debilitati, si possono seguire questi accorgimenti:

  • lavarsi spesso e bene le mani: le mani sono veicolo di virus, se siamo a contato con esso e poi lo trasferiamo in bocca, il contagio è immediato. I germi in molti casi si diffondo perché si tocca qualcosa di contaminato e subito dopo gli occhi, il naso o la bocca.
  • coprirsi naso e bocca quando si starnutisce o si tossisce:  sono le azioni raccomandate per evitare il contagio. In questo modo sì riduce il rischio di contagio per chi sta accanto.
  • evitare il contatto ravvicinato con i malati;
  • pulire e disinfettare le superfici: soprattutto quelle in cui si entra spesso in contatto in casa, sul posto di lavoro e a scuola, in particolare se c’è qualcuno malato.
  • arieggiare gli ambienti:  sia di casa che del lavoro;
  • ridurre lo stress: quando si è stressati, le difese immunitarie si abbassano, rendendo l’organismo più suscettibile alle infezioni esterne;
  • seguire una dieta ricca di vitamine
  • assumere regolarmente gli integratori: ci aiutano a prevenire i malanni stagionali.

Il vaccino antinfluenzale: per chi è consigliato

Il Ministero della Salute prevede un vaccino antinfluenzale per gli individui che vogliono ridurre la possibilità di ammalarsi.

E’ un vaccino gratuito solo per le persone che sono a rischio come gli anziani, i bambini e persone che soffrono già di patologie e si possono verificare complicazioni dopo il contagio.

Il medico consiglia di fare il vaccino tra il mese di ottobre e dicembre, però il virus è mutabile, quindi l’efficacia totale del vaccino non c’è, anche se la risposta immunitaria nella stragrande maggioranza degli individui è positiva.

 

Tosse secca o grassa
Tosse Fonte: Istock Photo