Home Salute e Benessere Psiche Quale tipo di intelligenza predomina in te? Le 9 Intelligenze di Gardner

Quale tipo di intelligenza predomina in te? Le 9 Intelligenze di Gardner

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:05
CONDIVIDI

Quale tipo di intelligenza predomina in te? Le 9 intelligenze multiple di Gardner:  da quella logico-matematica a quella intrapersonale, a quale siamo maggiormente legate?

mente
quale tipo di intelligenza predomina in te? (Istock)

Siamo stati abituati a pensare che l’intelligenza è una sola e che essa sia collegata inevitabilmente ad un elevato QI (quoziente intellettivo), più questo è alto, più siamo intelligenti. Niente di più sbagliato, perché in realtà di intelligenze ne esistono ben 9 tipi e si chiamano intelligenze multiple. Dunque, magari non sarai bravissima con la matematica o con i lavoretti manuali ma, non sai probabilmente che questa non è l’intelligenza che spicca in te. Magari la tua intelligenza è quella Naturalista o Musicale. Insomma, approfondiamo bene l’argomento e scopriamo i 9 tipi di intelligenza e quale ti appartiene di più. Utile riconoscerle non solo per se stessi ma anche per quelle persone che hanno dei figli piccoli, un modo, questo, di comprendere a fondo la vera intelligenza anche dei più piccoli e delle persone che ci circondano.

Leggi anche: >>>> Test psicologico: ciò che vedi per primo rivela la tua intelligenza interiore

Cosa sono le Intelligenze multiple?

intelligenza multipla
Quale tipo di intelligenza ti appartiene ? (Fonte. Asilonelbosco)

A teorizzare per primo la multiformità dell’intelligenza è stato lo psicologo dell’età evolutiva Howard Gardner che, nel suo libro del 1983 “Frames of mind“, ha descritto con accuratezza le nove tipologie di intelligenza che un individuo può possedere. Non esiste una definizione unitaria d’intelligenza, ma due teorie generali: la prima in cui si attesta l’esistenza di un unico fattore e la seconda che individua più forme di intelligenza, principalmente di tipo logico matematico.

Gardner, quindi, sosteneva che l’intelligenza non fosse un costrutto quantificabile e raggruppabile numericamente, ma è composta da diversi fattori indipendenti tra loro. Si scoprì che la mente, tabula rasa, poteva essere addestrata all’apprendimento di nuove abilità.

Per questo era possibile acquisire nuove capacità grazie alla presenza di diverse forme di intelligenza. Si tratta di diversi domini di abilità specifiche per specifiche funzioni cognitive. Secondo Gardner, i test usati per misurare l’intelligenza sono volti a rilevare soltanto due tipi di intelligenza: quella linguistica e quella logico-matematica, ma esistono in aggiunta altre cinque forme di intelligenza:

  • l’intelligenza spaziale;
  • l’intelligenza sociale;
  • l’intelligenza introspettiva;
  • l’intelligenza corporeo cinestetica;
  • l’intelligenza musicale.

Gardner sostenne che il contesto socio-culturale dell’epoca, che si stava diffondendo in occidente, abbia dato maggiore peso scientifico solo alle intelligenze linguistico-verbale e logico-matematica, trascurando volutamente le altre, più diffuse in culture diverse.

Con il susseguirsi del tempo, successe che l’informatizzazione permise di evolvere in nuove forme di apprendimento aventi come prodotto finale la diffusione di software, di hardware, di forme di ingegneria, tutti figli dell’intelligenza spaziale, a cui si affianca quella logica. Inoltre, si valorizzarono le capacità introspettive che consentono una migliore collaborazione gruppale, peculiarità delle menti molto plastiche e creative.

La stimolazione e lo sviluppo di nuove forme di capacità intellettive legate alle diverse forme di intelligenza permetterebbe di avere delle menti capaci di apprendere a 360° pronte ad acquisire molte competenze aggiuntive rispetto a quelle richieste in passato. La staticità delle mansioni sia in ambito lavorativo sia culturale non premetteva affatto alla mente di evolversi e di sperimentare nuove forme di intelligenza, ma restituiva una statica forma di apprendimento globale.

L’intelligenza logica-matematica e linguistica sono state da subito insegnate in ambito scolastico, e ad oggi è ancora così (purtroppo), a discapito delle altre forme di intelligenza che, al contrario, non vengono ritenute importanti nello stesso modo di quella matematica e linguistica. Quindi, le altre tre forme di intelligenza, cinestetica, musicale e spaziale, erano associate alle arti e mestieri, mentre le ultime due, intra e inter- personale, erano state definite dallo stesso Gardner intelligenze personali o emotive

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

La Teoria dell’Intelligenza Multipla | 9 modi di essere intelligenti

mente attiva
quale tipo di intelligenza ti appartiene? Fonte: Istock

Gardner, psicologo alla Harward University (Usa), ha elaborato la teoria delle intelligenze, rivoluzionando la visione tradizionale dell’intelligenza come capacità unica che guida il pensiero logico-matematico. Come David Goleman, anche lui psicologo di Harward e teorico dell’intelligenza emotiva, ha introdotto un nuovo modo di valutare le nostre doti. Essere geni in un solo campo, in pratica, non serve a nulla. E soprattutto non è detto che ci si debba considerare delle menti ottuse solo perché non si sanno fare i conti in un istante. Si può eccellere in abilità logico-matematiche, ma anche in quelle musicali, linguistico-verbali, corporali e cinestetiche, spaziali, interpersonali, intrapersonali e naturalistiche.

L’intelligenza varia col passare del tempo, perché non è unicamente ereditaria, ma è legata all’apprendimento e alla esposizione degli stimoli dell’ambiente. Se i bambini di una generazione vengono stimolati dalla famiglia e dalla scuola, è facile aspettarsi un netto miglioramento della qualità della vita sia individuale che sociale. E non è un caso, oggi, che il test dell’IQ sia sempre meno utilizzato. Funziona per esempio solo in stretto ambito scolastico, il che significa che averlo alto non assicura il successo nel lavoro. Anzi: oggi, sostiene Howard Gardner, il QI scolastico può essere valido al massimo per il 20 per cento, se si considera il successo nel lavoro.

I 9 tipi di intelligenza descritti nella “teoria dell’intelligenza multipla” sono:

  • Naturalista;
  • Musicale;
  • Logico-matematica;
  • Esistenziale;
  • Interpersonale;
  • Corporeo-cinestetica;
  • Linguistica;
  • Intrapersonale;
  • Spaziale.

Vediamo ora nello specifico in cosa consistono queste tipologie di intelligenza e come riconoscere quella che più rispecchia le tue attitudini.

Potrebbe interessarti anche: >>>>

Quale Intelligenza predomina in te?

cervello e psicologia
quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)

Solitamente, queste forme di intelligenza sono innate, ma possono essere acquisite e affinate nel tempo grazie all’esercizio. Saper riconoscere l’intelligenza più vicina alle nostre attitudini ci consente non solo di capire quali studi intraprendere per svilupparla, ma anche in che direzione lavorare per sfruttarla al meglio e ottenere una vita di successo. Nel dettaglio, analizziamo le 9 intelligenze multiple e quale spicca maggiormente in te:

1. Intelligenza Naturalistica

natura
quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)

L’intelligenza naturalistica consiste nel saper distinguere e classificare gli elementi naturali (piante e fiori) e cogliere le relazioni fra essi. Questa tipologia di sensibilità era particolarmente utile nel nostro passato evolutivo, in cui eravamo cacciatori e agricoltori.  In sostanza, l’Intelligenza naturalistica, permette agli esseri umani di riconoscere, classificare e individuare alcune caratteristiche dell’ambiente. Tale abilità consente di interagire con il mondo fino a rendere proprie alcune caratteristiche. Ad oggi, l’intelligenza naturalistica è tipica di biologi, astronomi, antropologi e chef.

2. Intelligenza Musicale

intelligenza musicale
quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock Photos)

Chi possiede un’intelligenza musicale è in grado di riconoscere l’altezza dei suoni e discernere timbri e ritmi. La capacità di modulare la voce e l’attitudine al suono di uno strumento musicale rientrano fra le peculiarità di questa forma di intelligenza. È propriamente l’Emisfero destro del cervello a sviluppare l’Intelligenza Musicale. La musica è creatività pura. Saper cantare in modo intonato e suonare strumenti con facilità e abilità si può, certamente, imparare.

Questa intelligenza è localizzata nell’emisfero destro del cervello, anche se i soggetti con una vasta cultura musicale elaborano le melodie nell’emisfero sinistro. Solitamente l’intelligenza musicale è riscontrabile in compositori, direttori d’orchestra, vocalist e cantanti.

3. Intelligenza Linguistica-Verbale

scrittura
quale intelligenza predomina in te (Istock Photos)

Questa intelligenza consente una particolare abilità nell’utilizzare il linguaggio con un vocabolario ricco, completo, esteso e al tempo stesso il più chiaro possibile. Chi ne è dotato ha più capacità di altri a risultare efficace nella comunicazione, ma anche più esperto nell’insegnamento e uso della sintassi. Chi possiede l’intelligenza linguistica ama scrivere, leggere e dilettarsi con le parole crociate.

Avvocati, oratori, linguisti, poeti, giornalisti e scrittori ne trovano un assicurato vantaggio. A livello cerebrale ne sono coinvolti entrambi gli Emisferi, quello sinistro più razionale, e quello destro più creativo.

4. Intelligenza Logico-Matematica

intelligenza matematica bimbo
Quale intelligenza predomina in te (Istock)

L’intelligenza logico-matematica è propria dell’emisfero celebrare sinistro, che ricorda i simboli matematici. Un elevato sviluppo del pensiero logico e deduttivo permette di ricordare con maggior facilità simboli, formule, mappe mentali, schemi e catene logiche di elementi. Ne sono avvantaggiati solitamente gli scienziati, ma anche chi si occupa di tecnologia e di ingegneria.

Le caratteristiche tipiche di questa forma di intelligenza fanno riferimento alla capacità di calcolare, misurare e compiere operazioni matematiche estremamente complesse. Chi ne è in possesso è attratto dall’aritmetica, dagli esperimenti e dai giochi di logica.

5. Intelligenza Spaziale

mappe e orientamento
quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)

Il senso dell’orientamento e anche la memoria – considerata come forma di orientamento nel tempo, anziché nello spazio – derivano in particolar modo dall’Intelligenza Spaziale. Nonostante sia indispensabile la logica e perfino la razionalità, dettate dall’Emisfero Cerebrale sinistro, è soprattutto l’Emisfero destro ad esserne interessato. Questa forma di intelligenza, infatti, implica un’alta capacità di memorizzazione visiva, di attenzione ai particolari figurativi e comporta indubbiamente un elevato livello di Creatività. Chi la possiede è in grado di ricordare anche i dettagli più piccoli, possiede grandi doti di orientamento e sa riconoscere oggetti tridimensionali a partire da schemi complessi.

Ne godono particolarmente gli artisti, pittori, scultori soprattutto, ma anche gli architetti, gli esploratori, i piloti e i marinai.

6. Intelligenza Corporeo-Cinestesica

danza e psicologia
quale intelligenza predomina di più in te (Istock)

L’Intelligenza Corporeo-Cinestesica è guidata da vari punti del nostro cervello e cervelletto, compreso il talamo. La sua attivazione comporta una coordinazione degli arti e del corpo in generale, una padronanza dei propri movimenti, ma non solo,  consiste anche nel saper utilizzare sapientemente il proprio corpo nei contesti più disparati. Chi la possiede ha forti doti di coordinamento e grande attitudine a maneggiare gli oggetti. Questa intelligenza è tipica di artisti, sportivi, ballerini ma anche dei chirurghi e artigiani.

7. Intelligenza Interpersonale

empatia parlare in pubblico
Quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)

L’intelligenza interpersonale è la capacità di comprendere e interagire con gli altri in modo efficace. Chi la possiede impiega le sue capacità empatiche per entrare in sintonia con gli altri, comprenderne i timori, i sentimenti e le esigenze. Questa intelligenza è guidata dall’Emisfero Celebrare destro, quello, appunto, creativo ed emotivo, ma anche dai lobi prefrontali. Si tratta della spiccata abilità a comprendere le sensazioni proprie e altrui. Riconoscere ed accogliere le emozioni imparando a gestirle è, senza dubbio, il primo passo per inserirsi nella società e creare relazioni basate su empatia, sapendosi immedesimare negli altri proprio perché si è compresi prima se stessi.

Dai Leader agli attori, senza scordarsi proprio degli psicologi, insegnanti, sociologi, imprenditori e leader politici, questa prerogativa fa anche parte inequivocabile dell’Intelligenza Emotiva, individuata e studiata da David Goleman. 

8. Intelligenza Intrapersonale

donna che pensa
quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)

Questa intelligenza è speculare a quella appena descritta (Interpersonale). Anch’essa è guidata dall’Emisfero Cerebrale destro e dai lobi prefrontali. Chi possiede questa intelligenza ha la capacità di comprendere a fondo se stessi, individuare i propri pensieri e sentimenti e sfruttarli per ottenere risultati migliori nella vita individuale.

Di solito possiedono questa intelligenza gli attori, i leader spirituali, gli psicologi e i filosofi.

9. Intelligenza Esistenziale

fare yoga
Quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)

È grazie a quest’ultima che si risulta particolarmente capaci di riflettere con consapevolezza sulle più importanti teorie dell’esistenza, con spiccata abilità di astrazione, grazie all’intervento dell’Emisfero cerebrale sinistro. L’Intelligenza esistenziale, è dunque la capacità umana di riflettere sulla propria esistenza, compresa la vita e la morte. È alla base del pensiero filosofico, ed è legata alla capacità di usare e coordinare le diverse forme di intelligenza.

Chi ha questo tipo di Intelligenza ha la capacità di affrontare con lucidità le questioni esistenziali, ponendosi domande relative a grandi concetti astratti come la natura dell’uomo, il senso della vita, il perché siamo qui. E’ tipica di filosofi, psicologi e dei fisici.

Qual è l’obiettivo delle Intelligenze Multiple?

intelligenze multiple
quale tipo di intelligenza predomina in te? (Istock Photos)

Queste forme di intelligenza spesso sono utilizzate contemporaneamente e si completano a vicenda per riuscire a raggiungere maggiore successo e per risolvere efficacemente i problemi.

In sostanza, secondo Gardner lo scopo dell’essere umano è capire come utilizzare al meglio queste intelligenze per raggiungere un maggiore benessere individuale e in situazioni di gruppo.

Chiaramente, la teoria delle intelligenze multiple non è stata prontamente accettata all’interno della psicologia accademica. Tuttavia, ha avuto riscontri da molti educatori che l’hanno applicata in diversi insegnamenti scolastici. Secondo, quanto sostenuto da Gardner, è molto difficile sviluppare tutte queste forme di intelligenza in ambito scolastico, ma la cosa importante è sapere della loro esistenza e prendere questa teoria come guida alla formazione. Altrimenti, significherebbe supportare contemporaneamente sette tipi di insegnamenti diversi, ottenendo un risultato non garantito.

Tutte le intelligenze sono necessarie per vivere bene la vita, ma possono essere implementate attraverso programmi specifici effettuabili con piccoli laboratori creativi che non eliminano tempo alle principali attività formative, ma stimolano la creatività e la plasticità cerebrale.

A tutt’oggi la scuola italiana, nello specifico, adotta un modello in cui si valorizzano prevalentemente le forme di intelligenza logico-matematica e linguistica. Il risultato è quello di esaltare gli alunni più dotati di ragionamento logico e di abilità linguistiche a discapito di coloro che possiedono forme di intelligenza diverse, ma non meno importati delle altre perché permetterebbero di avere una maggiore connessione con la realtà e maggiore competenza dei propri stati interni.

intelligenza
quale tipo di intelligenza predomina in te (Istock)