Home Curiosita Ecco ciò che la tua mail rivela sulla tua personalità

Ecco ciò che la tua mail rivela sulla tua personalità

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

Secondo gli psicologi esiste un collegamento tra le abitudini di gestione della posta elettronica e i tratti della personalità. Scopri cosa rivela la tua casella di posta su di te

mail hacker
Foto da iStock

“La gestione della casella di posta è una virtù sottovalutata nel mondo del lavoro”, afferma Richard Moran, CEO di Frost & Sullivan Consulting. “Quando i dipendenti non reagiscono, non rispondono, i colleghi percepiscono questa inazione come un segno di disorganizzazione e pigrizia”.

Come suggerisce Richard Moran, l’ incapacità di tenere una cassetta postale ben organizzata potrebbe significare che si ha un problema emotivo o un profondo deficit cognitivo che va oltre la semplice disorganizzazione. Allo stesso modo, i supereroi della casella postale sono destinati ad avere più successo.

Ovviamente, è impossibile guardare la casella postale di una persona e dire con certezza se è un ninja della produttività o uno psicopatico. La tua strategia di gestione della posta elettronica dipende in larga misura dalla professione che eserciti, ad esempio, e dal numero medio di e-mail che arrivano nella tua azienda e che devi gestire, tuttavia secondo gli esperti esisterebbe un collegamento tra le abitudini di gestione della posta elettronica e i tratti della personalità.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Fai il test – Cosa rivela la tua mail sulla tua personalità?

Gli esperti di psicologia e tecnologia hanno fornito informazioni importanti (e sorprendenti) sul collegamento tra le abitudini di gestione della posta elettronica e i tratti della personalità. Ed ecco cosa è emerso:

1/La persona che classifica ed elimina: quando vede un messaggio nella sua posta in arrivo, agisce immediatamente.

Questa persona legge l’e-mail, invia una risposta se necessario, quindi elimina l’e-mail (perché non è più utile) o l’archivia in una cartella specifica. Il numero di e-mail nella sua casella di posta è in genere intorno allo zero.

Larry Rosen, Ph.D. in psicologia e autore di “iDisorder: comprendere la nostra ossessione per la tecnologia e superare i suoi affari su di noi”, ammette di far parte di questa categoria. Stare troppo lontano dalla sua casella di posta, dice a Business Insider US, rende nervosi e probabilmente questo comportamento è legato al cervello.

Il cervello di questo tipo di persone è formattato per reagire negativamente di fronte a molti messaggi non letti. “La vista di una cassetta postale piena di e-mail rilascia neurotrasmettitori basati sullo stress come il cortisolo che rendono le persone ansiose”, afferma Larry Rosen. “Mantenere una cassetta postale ben ordinata allevia questa ansia, almeno temporaneamente.”

Alla fine, suggerisce Larry Rosen, la strategia di gestione della posta elettronica si riduce al proprio desiderio di controllo. Mentre alcune persone sono pronte a lasciare le loro case, i loro spazi di lavoro o la loro casella di posta disordinata, le persone che classificano / eliminano diventerebbero pazze solo all’ idea. “Hanno bisogno di un modo esterno per controllare il mondo”, ha detto Larry Rosen. “E attenersi a un sistema di gestione della posta in arrivo soddisfa la loro costante necessità di ordine”.

2/La persona che salva: ha poche e-mail non lette, ma raramente cancella un messaggio dopo averlo letto

Secondo Pamela Rutledge, medico e direttore del Media Psychology Research Center, ci sono alcune possibili spiegazioni per questo tipo di comportamento risparmiatore. Uno è il perfezionismo: “I perfezionisti salvano le e-mail lette con l’idea di poterle gestire [possibilmente]”, afferma Pamela Rutledge presso Business Insider US. “Queste stesse persone hanno una lista di cose da fare talmente lunga che non si riesce a vedere la fine” Sono coloro che tipicamente hanno una pila di vestiti che devono essere riposti, stirati ocuciti che restano in attesa nel retro di un armadio. Fondamentalmente, salvare le e-mail è un modo per illudersi che tenendole a portata di mano, torneremo su loro in seguito per gestirle.

Pamela Rutledge ritiene inoltre che la rimozione di e-mail sembra troppo rischiosa per i risparmiatori. “Alcune persone leggono le e-mail perché danno loro un senso di sicurezza credendo di poter trovare di una certa utilità”, afferma. “Alcuni di noi hanno più tolleranza per l’incertezza di altri.”

Fonte: Business Insider