Proteggere gli occhi dal freddo è importante | Segui i consigli

Sbalzi termici, vento e influenza, possono stressare gli occhi. E’ importante proteggerli, in modo da prevenire congiuntiviti e non solo. Segui i consigli.

Salute degli occhi Fonte:IstockPhotos

 

Gli occhi sono molto esposti ai sbalzi termici, devono essere protetti non solo dal sole ma anche dal freddo.

Con l’arrivo dell’inverno, il corpo ne risente dei cambiamenti climatici, ma anche gli occhi, in quanto possono essere più esposti a congiuntivite e altre patologie.

Non tutti sanno, che gli occhi vanno protetti con gli occhiali da sole non solo in estate, ma anche quando le temperature sono basse  e c’è il sole. Questo perchè quando si passa da ambienti molto freddi a stanze troppo calde, gli occhi ne risentono.

Noi di CheDonna.it vi sveliamo il perchè è importante proteggere gli occhi in inverno.

Proteggere gli occhi: cosa dice l’esperto

(Thinkstock)

Gli occhi sono una parte del corpo che deve essere sempre protetta, sia in estate che in inverno, secondo l’oculista Gaetano Cupo, medico del Campus Biomedico di Roma, gli occhi possono essere messi a dura prova dal freddo e dal calo delle temperature.

Non è solo l’ influenza e il raffreddore a preoccuparci, si possono verificare altri episodi, come:

  • lacrimazione eccessiva
  • congiuntiviti
  • emorragie sottocongiuntivali

Secondo lo specialista, l’occhio è un organo, che è composto da mucose che sono molto suscettibili ai cambiamenti di temperatura e di pressione ambientale. L’aumento dell’umidità o le temperatura più basse, fanno innescare dei meccanismi che possono causare delle patologie infettive o infiammatorie.

Evitare sbalzi termici

Fonte: Istock Photos
Per proteggere gli occhi, si devono evitare gli sbalzi termici, se state per troppo tempo in un ambiente con i condizionatori e termosifoni impostati a temperature troppo alte, quando uscirete dovrete far fronte al freddo, quindi questo cambiamento comporterà uno stress agli occhi.

Ecco alcuni consigli da seguire:

  • evitare sbalzi termici: cioè passare da ambienti esposti al freddo ad altri invece dove le temperature sono decisamente troppo elevate. E’ importante che il divario tra un ambiente e l’altro non deve mai superare i 4 o 5 gradi;
  • temperatura in casa non deve superare i 21 gradi: in quanto si rischia di andare incontro a un’eccessiva secchezza dell’occhio, oppure un caso contrario, una lacrimazione incontrollata.

Secondo l’esperta, la lacrimazione può essere causata sia dal freddo eccessivo o dal calore della casa, dell’ufficio o dell’automobile. Quindi l’aumento di temperatura va a stimolare la lacrimazione come meccanismo di difesa.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE: Occhi | Come proteggerci dalla luce blu di cellulari e altri schermi led

Le lacrime contengono un enzima, chiamato lisozima, che crea una vera e propria barriera, dagli agenti batterici.

Rispetto all’estate, lo ore di luce diminuiscono e non tutti hanno l’abitudine di indossare gli occhiali da sole, è un’abitudine sbagliata.

Quando arriva l’inverno, i raggi solari colpiscono una superficie maggiore, ma in minore concentrazione rispetto all’estate, quindi sono meno caldi. L’irradiazione comunque c’è, quindi secondo il dottor Cupo, gli occhiali da sole vanno comunque indossati anche in inverno, soprattutto se passate le vacanze sulla neve.

Congiuntivite e capillari rotti

Il freddo e gli sbalzi termici, possono causare, la rottura dei capillari e quindi provocare un’antiestetica emorragia, l’occhio subisce un vero e proprio trauma. Soprattutto quando c’è il vento, bisogna sempre proteggersi, indossando occhiali da sole oppure un cappellino.

Le congiuntiviti, non compaiono solo in inverno, ci sono casi in cui sono i virus, proprio quelli che causano il raffreddore e l’influenza, che aumenta la probabilità di soffrire di congiuntivite.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Linee guida da seguire per la cura degli occhi

 

 

 

Mangiare frutta e verdura  Fonte:IstockPhotos

  1. Non strofinare gli occhi: quando c’è la presenza di un corpo estraneo che entrato con il vento, è’ preferibile lavarsi gli occhi con acqua o con lacrime artificiali.
  2. Aumentare l’idratazione: quando si passa dall’aria troppa calda a quella troppo fredda, gli occhi ne risentono. Se state in una stanza chiusa con aria secca, causa una sensazione di bruciore o irritazione, quindi lavate gli occhi con un siero oculare e bere molta acqua.
  3. Mangiare frutta e verdura: questi alimenti, possono proteggere gli occhi dagli sbalzi termici, come le carote, le verdure, i frutti rossi, l’arancia, il limone, il pompelmo, il mandarino. Questi sono alimenti ricchi di vitamine e di antiossidanti che hanno un effetto protettivo, in quanto vanno a rinforzare il nostro sistema immunitario. Inserite nella dieta anche alimenti ricchi in omega 3. In particolare ci sono alcuni alimenti ricchi di ‘scavenger’, che aiutano a mantenere sano l’occhio.
  4. Sbattere le ciglia: ci aiuta a stimolare la produzione di lacrime , in modo naturale e di conseguenza, prevenendo la secchezza oculare.
  5. Non fumare e fare abuso di alcool: queste abitudini possono causare la cataratta, glaucoma, problemi alla retina.
  6. Indossare gli occhiali da sole anche in inverno e non solo in estate
  7. Consultare un oculista: soprattutto quando si verifica una lacrimazione eccessiva e frequente, quando si gonfiano le palpebre oppure rossore.