Pranzo di Natale a casa | Come mangiare light ma con gusto

0
5

Scopriamo insieme come organizzare un pranzo di natale che sia dietetico ma al contempo sfizioso.

Natale 2018: il menù crudista dall'antipasto al dolceNatale si avvicina e tra i tanti impegni c’è anche quello di organizzare il famoso pranzo di Natale? Se oltre al dover scegliere cosa mettere in tavola, la paura è anche quella di dire addio alla linea conquistata con fatica, niente paura, perché esistono diversi accorgimenti che si possono mettere in atto anche a Natale e tutto senza togliere in alcun modo il giusto gusto alle pietanze servite. Proviamo quindi a studiare un menu che sia buono, colorato, natalizio ma soprattutto dietetico. In questo modo dopo aver cucinato si potrà anche mangiare di gusto senza preoccuparsi troppo della linea.

Cosa preparare a Natale per restare magre con gusto

Pranzo di Natale 2019: il menu veganoLa prima cosa da ricordare quando ci si accinge a preparare il pranzo di Natale è che tutti amano alzarsi da tavola leggeri seppur sazi. Optare, quindi, per un menu che non sia troppo elaborato sarà una scelta sicuramente apprezzata, specie se i sapori saranno i protagonisti della tavola.
Ma come scegliere qualcosa che sia buona e al contempo light? Per fortuna le scelte sono tante e varie e basta un po’ di fantasia per rendere personale ogni singola portata, dandole quel tocco in più che non guasta mai. Proviamo quindi a vedere qualche esempio per il pranzo di Natale.

L’antipasto. Iniziamo con quello che è spesso una delle portate più attese e apprezzate. L’antipasto piace a tutti, serve a mettere a proprio agio i commensali e da quasi sempre un’idea di ciò che si andrà a mangiare nel corso del pasto. Estemporaneo, è solitamente abbastanza vario da mettere tutti d’accordo ma ha la caratteristica di essere anche molto calorico. Basta però fare qualche piccola sostituzione per renderlo light senza troppi sforzi. Un esempio? Invece di verdure sott’olio meglio puntare sui sottaceti. Evitare salse troppo cariche di grassi e optare piuttosto per un guacamole leggero da preparare rapidamente in casa.
Un’altra alternativa colorata e sicuramente d’effetto è quella dei crostini di pane con yogurt greco e salmone affumicato. In questo modo si andrà a solleticare il palato senza appesantirsi troppo e anche una tartina in più non sarà un problema né per la linea né per l’umore.
Se si hanno ospiti che amano essere sorpresi con l’innovazione si può puntare a delle mini porzioni di poke bowl dove inserire del riso bianco, del salmone, dell’avocado e una dose di melograno che fa sempre tanto Natale.
Piccole astuzie per iniziare in modo leggero ma saziante in modo da arrivare al primo con serenità, lucidità e voglia di sperimentare cose nuove.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Fonte: iStock Photos

Il primo. Qui la scelta è varia e dipende tanto dai gusti personali e da quelli dei propri ospiti. Se si ama andare sul classico si può optare per una lasagna da realizzare in versione bianca, per cambiare un po’ e magari con della pasta integrale. Quanto ai gusti c’è l’imbarazzo della scelta. Una lasagna al radicchio con una besciamella leggera può essere un’ottima idea per dare colore e sapore al primo piatto. In alternativa si può optare anche per peperoni e scalogno o, se proprio si ama andare sul classico, per una lasagna con ragù ma che contenga carne magra, di pollo o addirittura della proteina vegetale come, ad esempio, il seitan. Un’ottima alternativa se si hanno a tavola dei vegetariani che si potrà sorprendere con un piatto adatto a tutti, buono, sano e anche light. Un’altra ottima scelta sono i classici tortellini in brodo da realizzare con un ripieno di magro o, per cambiare, di ricotta e spinaci. A quel punto basterà realizzare un brodo legger e arricchire tutto con del parmigiano speziato per dare quel tocco in più di originalità e una versione light di un classico dei giorni di Natale.

Il secondo. Ancora una volta, la prima cosa da individuare sono i gusti di tutti in modo da metterli d’accordo con un solo piatto. Dover cucinare cose diverse può infatti essere stancante e portare ad assaggiare un po’ troppe cose. Se si vuol fare qualcosa di diverso e saltare il solito secondo a base di carne si può pensare ad una ricotta al forno da arricchire con frutta secca e da servire insieme a dei crostoni di pane integrale passati prima in forno con aglio ed un filo di olio.
Ottima scelta anche quella di realizzare dei peperoni ripieni con tofu e verdure. Qui le spezie la faranno da padrona, esaltando i sapori e dando maggior risalto al piatto.
Quanto ai contorni, si può optare per della zucca al forno tagliata a cubetti o per le classiche patate al forno da cuocere con poco olio per mantenerle croccanti e leggere. Ottima idea anche quella di unire al tutto un’insalata mista da mettere a centro tavola e a favore di chi ha voglia di riempirsi con qualcosa di più leggero. In questo modo si potrà assaggiare tutto ma saziarsi con l’insalata. Farlo renderà più semplice resistere ad eventuali tentazioni.

mini pandoro farcito
Fonte: Istock photo

Il dolce. E andiamo al punto caldo del pranzo di Natale. Spesso si usa servire un dolce per poi tirar fuori pandori e panettoni. Se si vuole evitare la doppia dose di zuccheri si può optare per un dolce che contenga già pandoro e panettone. Un pandoro farcito, ad esempio è un’ottima idea per concludere in bellezza il pasto. Durante il pomeriggio si potrà variare con dei biscotti natalizi preparati prima in versione light. Risulteranno sicuramente meno calorici di una o più fette di pandoro o di panettone. Sempre con questi due dolci si può optare per un dessert al cucchiaio. Basta mescolare del mascarpone a dello yogurt greco e unire del cacao in polvere e poi bagnare delle fette di pandoro nel caffè. A questo punto si metterà in una coppa o in un bicchiere trasparente, un velo di crema alla base per poi passare ad una fettina tonda di pandoro, della crema, di nuovo del pandoro e via dicendo. Si termina l’ultimo strato con la crema e si aggiunge qualche goccia di cioccolato.
E se pandoro e panettone li portano gli altri? In tal caso, non servirli sarebbe brutto. Meglio quindi un dolce a base di frutta. Si può aprire un’arancia e usarla come coppetta dove inserire della frutta fresca accompagnata da una crema morbida a base di panna light e di succo d’arancia. Qualche goccia di cioccolato e tutti saranno pronti a gustare pandori e panettoni in piena leggerezza.

Resta aggiornata su tutto ciò che riguarda il Natale, i menu per tutti i gusti e i modi migliori per festeggiarlo.

Natale che donna

Bere: Per quanto riguarda il bere, tagliare le calorie evitando gli alcolici è sempre una buona opzione. Quindi, fatta eccezione per un goccio di spumante che è sempre bello per brindare in compagnia, meglio evitare bibite zuccherate e ovviare il tutto con dell’acqua frizzante aromatizzata allo zenzero e al limone. Sarà piacevole da bene e aiuterà a digerire meglio il pasto.

Consigli utili: Per essere sicure di mangiar bene e di restare davvero su un’alimentazione così detta light è sempre meglio evitare i piatti pronti che contengono spesso oli idrogenati, grassi in eccesso e sale in abbondanza. Molto meglio portarsi avanti qualche giorno prima con le eventuali basi e impegnarsi a far tutto in casa. La cosa sarà sicuramente apprezzata da tutti, ci si sentirà meglio a fine pasto e l’incontro con la bilancia sarà decisamente più positivo. E poi, non è bello poter dire che ogni cosa è stata fatta personalmente e con il cuore? Sarà come uno speciale regalo di natale per parenti ed amici.

Scritto da Danila Franzone

babbo natale bilancia
Fonte: iStock photo