Home Ricette Cena Orientale? Il menù per 2 persone | Come realizzarlo con successo

Cena Orientale? Il menù per 2 persone | Come realizzarlo con successo

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:50
CONDIVIDI

Cena Orientale? Il menù per 2 persone | Cosa dei sapere prima di cucinare: dalla preparazione dei cibi ai metodi usati per la cottura. Le attrezzature necessarie per cucinare orientale 

cucina cinese
cena orientale menù per 2 persone (Istock)

La cucina orientale ha una tradizione antichissima, risale a migliaia di anni fa. Le frontiere e i segreti celati dietro la cucina orientale sono quasi superati e, oggi, possiamo anche noi assaporare le delizie gastronomiche made in China comodamente seduti in un ristorante tipico nel nostro Paese. Ma ci chiediamo sempre più spesso, quale siano i metodi di cottura usati per cucinare il cibo cinese, quale attrezzatura serve per la preparazione di una pietanza orientale e, in sostanza quali sono i segreti celati per riuscire in un piatto tradizionale orientale. La tradizione cinese in fatto di sapori e gusti alimentari è molto lontana dal nostro modo di preparare da mangiare eppure, agli italiani piace assaporare il “diverso”. Poche persone non di popolazione cinese sanno cucinare veramente un piatto tipicamente cinese. Perché? Probabilmente è perché non si conoscono i metodi adottati e le varie cotture usate nell’assemblaggio di un piatto orientale. Infatti c’è un’aria di mistero che avvolge questa gastronomia orientale e questa secolare arte culinaria ed è ancora diffusa la  convinzione che sia difficile “cucinare cinese”. Mostriamo invece che, conoscendo le varie tecniche di preparazione, anche le frontiere culinarie lontane possono apparirci semplici e alla portata di tutti. Scopriamo, dunque, come preparare una cena orientale e cosa devi sapere prima di iniziare a cucinare

Potrebbe interessarti anche:>>>>

Cena Orientale | Scegli il metodo di preparazione adatto

cucina orientale
cena orientale il menù per 2 persone (Istock)

La maggior parte dei piatti orientali viene cotta molto velocemente. Ciò dipende dal fatto che gli ingredienti sono sempre (o quasi), tagliati a pezzettini o dadini tutti uguali. Esistono vari metodi di preparazione degli alimenti sono:

  • Affettare: il cibo orientale viene tagliato sottile come carta e mai più grande di un francobollo. La carne fa sempre affettata seguendo il filo, mentre le verdure vengono affettate diagonalmente.
  • Tagliare a listarelle: altro metodo di preparazione è tagliare a listarelle sottile verdure (in particolar modo) ma anche pesce o carne. Una volta tagliati gli alimenti interessati, vengono sovrapposte diverse fettine e si riducono a striscioline piccole come fiammiferi.
  • Tagliare a dadini: in questo caso si riduce il cibo, prima a striscioline larghe un centimetro e poi si tagliano queste a intervalli di un centimetro, in modo da ottenere dei dadini o quadretti.
  • Tagliare diagonalmente: questo sistema si usa prevalentemente per le verdure lunghe come peperoni, melanzane, cetrioli, zucchine, sedano, carote, ecc. si fa come prima cosa un taglio diagonale dall’alto verso il basso, successivamente si fa fare all’ingrediente un mezzo giro e si affetta nuovamente in diagonale, in modo tale da avere dei rombi.

 Leggi anche: >>>> Video ricetta: ravioli cinesi al vapore

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Metodi di cottura orientali | Quali usare in cucina

cucina cinese
cena orientale il menù per 2 persone (Istock)

L’elemento fondamentale da tenere presente se si vuole cucinare all’orientale, è il  grado di calore dal quale dipende il tempo di cottura. È molto difficile quindi dare tempi precisi perché molto dipende dal tipo di utensili usati e dalle dimensioni degli ingredienti. Perciò i tempi forniti nelle ricette sono abbastanza indicativi. I principali sistemi di  cottura sono semplici e facili da seguire. Vediamone alcuni.

1. Cottura lenta

Questo è il processo, ovviamente, più lento con il quale il cibo viene cotto, per esempio nel brodo leggero o in acqua, ad una temperatura molto bassa. Il liquido, in tal modo, resta abbastanza limpido (infatti è proprio l’ebollizione che contribuisce a intorpidirlo). Carne e pollo, cotti con questo sistema, risultano molto teneri e pertanto non presentano nessuna difficoltà, successivamente, a “tagliarsi” con le bacchette cinesi. I cibi lessati, vengono di solito serviti con salse o altri condimenti per insaporirli. Mentre, il brodo viene aromatizzato aggiungendo ingredienti “asciutti” all’inizio della cottura e verdure fresche alla fine. Queste ultime devono risultare croccanti e vanno servite come contorno.

2. Cottura al vapore

Questo metodo è probabilmente quello più noto agli amanti della cucina cinese. Adatto per i cibi freschi, come il pesce. L’ingrediente scelto viene dapprima marinato, poi successivamente cotto a vapore, con fuoco alto, per un tempo abbastanza breve.

3. Cottura in rosso

Questa è una forma di stufato con salsa di soia che conferisce al cibo un gusto molto ricco e un colore rosso-mattone. Gli ingredienti che meglio si prestano a questo tipo di cottura sono, in genere, quasi tutti i tipi di carne.

4. Arrosto veloce (Cha Shao)

Metodo usato solo per carne molto tenera e di buona qualità, che va prima marinata e successivamente arrostita ad alta temperatura per un breve periodo di tempo.

5. Cottura “al salto”

E’ questo il sistema più usato in Cina. Si fa scaldare il wok ( o una padella dal fondo spesso) aggiungendo un filo di olio o, in alternativa, del lardo tagliuzzato. Quando il condimento inizia a fumare si aggiungono gli ingredienti prescelti e si cucinano rapidamente, continuando a mescolare. Il cibo deve restare croccante e cuocere poco per evitare che bruci o si impregni di condimento.

Leggi anche: >>>>

L’attrezzatura necessaria per cucinare all’orientale

wok padella cinese
cena orientale il menù per 2 persone, il wok (Istock)

Si può cucinare qualsiasi piatto cinese utilizzando normali padelle o casseruole. Tuttavia, per chi è appassionato a questo tipo di gastronomia, suggeriamo l’acquisto de due attrezzi base: che sono il wok e il cestello di bambù, entrambi reperibili nei negozi di casalinghi ben forniti e a prezzi molto ragionevoli. Ma cos’è il wok e il cestello di bambù? Involtini primavera, l’antipasto cinese più amato

  • Il Wok: è una padellona a forma conica con fondo svasato, normalmente di ferro, ma anche di alluminio. La sua caratteristica è quella di mantenere un calore intenso e costante, proprio grazie a questa sua forma svasata che permette al calore di diffondersi uniformemente su tutta la superficie e consentendo quindi un minor tempo di cottura. All’occorrenza, può essere sostituita con una padella dal fondo profondo e spesso.
  • Il cestello di bambù: esso è composto da 3-4 cestelli sovrapposti, nei quali si possono cuocere più cibi contemporaneamente. Si può sostituire con un cestello a vapore tradizionale, oppure con una pirofila da sistemare sopra una griglia posta a sua volta a 5 centimetri di distanza dall’acqua in ebollizione in una casseruola.

Come servire le pietanze | l’estetica e la presentazione

cena cinese
cena orientale menù per 2 persone (Istock)

L’estetica e la presentazione del cibo sono due elementi molto importanti, specie se si decide la composizione di un menù. Bisogna scegliere piatti che si accordino alla perfezione tra di loro, ma al tempo stesso contrastino nei sapori, nella consistenza e nei colori.

Come regola fondamentale e generale, vi consigliamo di servire un piatto principale a persona, più una zuppa. Quindi, una cena per due persone consisterà in: due piatti principali ed una zuppa. Una cena per 6 persone, comprenderà invece, cinque o sei piatti principali e una zuppa.

Dunque, più persone ci sono a tavola maggiore dovrà essere la varietà dei cibi ma, attenzione, non aumentate la quantità di un solo cibo, ma aumentate il numero dei piatti.

Dunque, per gustare la cucina orientale non occorre andare sempre al ristorante tipico e tanto meno in Cina! Ora che anche voi, avete scoperto i misteri gastronomici made in China, potete liberare la fantasia e sbizzarrirvi con pietanze dai sapori orientali, delicati e decisi allo stesso tempo: dal pollo, ai piatti a base di pesce, alle zuppe di ogni genere sino ad arrivare ai dessert, trascorrere una serata in compagnia di vecchi e nuovi amici sarà un piacere.

Cena Orientale | Il menù per 2 persone

cena cinese
cena orientale il menù per 2 persone (Istock)

Fin ora abbiamo visto cosa bisogna sapere prima di mettersi ai fornelli e cucinare delle pietanze orientali. Ora vogliamo scoprire coma usare le nostre conoscenze appena apprese e trasportarle in cucina per preparare una cenetta orientale che si rispetti. Ecco, dunque un menù orientale per due persone.

Spaghetti di riso con verdure | Primo Piatto – Ricetta

spaghetti cinesi
cena orientale il menù per 2 persone gli spaghetti (Istock)

Ci sono solo alcuni passaggi fondamentali da seguire per ottenere un risultato perfetto!

  • TEMPERATURA DI COTTURA ELEVATA. Questo il segreto principale. Lo strumento di cottura che di solito viene utilizzato per questi spaghetti (e per molti altri piatti della cucina orientale) è il wok. Si tratta di una scelta funzionale. I wok tradizionali sono fatti in ferro o in ghisa, materiali che consentono di mantenere a lungo il calore. Calore fondamentale per la cottura. Il passaggio nel wok è rapido, i cibi vengono aggiunti solo quando l’utensile è rovente e la loro cottura è velocissima. Non sarà per voi indispensabile utilizzare un wok. Va bene una qualsiasi padella. La cosa importante e che la facciate diventare quasi incandescente prima di aggiungere gli ingredienti. Non preccupatevi degli schizzi, sono compresi nella pratica di cottura.
  • SCELTA DELL’OLIO. Mentre con alcuni ingredienti è possibile giocare, variandoli a proprio piacimento, con l’olio questo non è possibile. La scelta va obbligatoriamente fatta tra: olio di sesamo oppure (alternativa italiana accettabile) olio di semi di girasole (al massimo arachidi). Non potreste commettere errore più grande di quello di usare l’olio di oliva, il cui forte sapore andrebbe a caratterizzare il piatto, allontanandolo completamente da quello che è il suo sapore nella versione originaria.

Queste due regole fondamentali valgono in effetti per quasi tutte le ricette orientali. 

Ingredienti per 2 persone

  • 200 g di spaghetti di riso
  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 60 g di funghi cinesi
  • 1 uovo
  • 50 g di germogli di soia
  • olio di sesamo o di semi di girasole
  • salsa di soia
  • sale

Procedimento

  • Per prima cosa riducete le zucchine e le carote a listarelle. Immergete i funghi cinesi in acqua calda e fateli reidratare per 10 minuti. Poi sbollentateli per 5 minuti.
  • Versate un cucchiaino di olio nel wok (o nella padella) quando l’olio comincia a sfrigolare unite l’uovo e strapazzatelo. Poi mettetelo da parte.
  • Versate tre cucchiaini di olio nel wok e scaldatelo di nuovo fino a farlo sfrigolare. Unite le verdure ed i funghi e cuocete per 1 minuti, poi aggiungete la salsa di soia e cuocete per altri 4/5 minuti facendo saltare (o semplicemente mescolando) spesso le verdure.
  • Unite poi l’uovo e i germogli di soia e saltate tutto insieme per un altro minuto.
  • Intanto cuocete gli spaghetti di riso, scolateli e poi versateli nella padella (che per tutta la preparazione deve sempre avere un temperatura molto alta) con il condimento e altri tre cucchiai di salsa di soia.
  • Non appena si sarà tutto amalgamato portate in tavola.

Gamberi fritti in pastella di curry e sesamo | Secondo Piatto – Ricetta

gamberetti al sesamo
cena orientale il menù per 2 persone, i gamberetti

Questa ricetta è un ottimo secondo ma anche una valida idea per un antipasto o un finger food. La ricetta è molto semplice e saporita, l’unico ostacolo per alcuni sarà la reperibilità di due ingredienti: la pasta di curry rosso e la salsa di pesce. Si tratta di ingredienti orientali che in grandi città si trovano ormai facilmente, nei piccoli centri la cosa è ancora un pochino difficile. Ma online potrete acquistarli con grande facilità ed a prezzi stracciati.

Ingredienti per 2 persone

  • 12 gamberi sgusciati ma con la coda
  • 60 g di farina
  • 75 ml di acqua frizzante fredda
  • 1 cucchiaino di bicarbonato
  • 1 cucchiaino di salsa di pesce
  • 1 cucchiaino di pasta di curry rosso
  • 2 cucchiai si semi di sesamo
  • olio di semi di arachidi per friggere

Procedimento

  • Preparate la pastella mescolando insieme la farina con l’acqua. Aggiungete poi il bicarbonato, la pasta di curry (sciolta in un pochino di acqua) la salsa di pesce e i semi di sesamo (che avrete fatto tostare per 3/4 minuti in un padella antiaderente senza olio).
  • Passate i gamberi nella pastella.
  • Cuocete i gamberi in abbondante olio di semi di arachidi (ricordate che la temperatura ottimale per una buona frittura è di 180°).
  • Servire caldi!

Germogli di bambù e funghi | Contorno – Ricetta

ricetta cinese contorno
cena orientale il menù per 2 persone (Istock)

I germogli di Bambù e funghi cinesi è un piatto sfizioso che si presta molto volentieri come contorno ma anche come antipasto. Semplice da fare e pratico. I tempi di preparazione sono di 20 minuti e la cottura solo 7 minuti.  Vediamo gli ingredienti e il procedimento

Ingredienti

  • Germogli di Bambù 2 tazze
  • Funghi cinesi – 12
  • zenzero sottili – 2 fette
  • Olio extravergine di oliva (EVO) 2 cucchiai da tavola

Ingredienti per la Salsa

  • Salsa di soia 2 cucchiai da tavola
  • maizena 2 cucchiai da tè
  • acqua ½ tazze
  • sale ¼ cucchiai da tè
  • zucchero ½ cucchiai da tè

Procedimento

  • Tagliate i germogli di bambù, in senso perpendicolare alla lunghezza, a fettine di 4 millimetri circa.
  • Coprite i funghi con acqua calda e lasciateveli immersi per 15 minuti o finché sono teneri; gettate i gambi.
  • Preparate la salsa, riunendo tutti gli ingredienti e mescolando bene.
  • Scaldate l’olio a calore medio in una wok, unite lo zenzero e, dopo che questo ha fritto per un minuto, i funghi e i germogli di bambù, che friggerete per un altro minuto, mescolando.
  • Aggiungete la salsa e dopo averla portata a leggero bollore cuocete altri 5 minuti.
  • Togliete dal fuoco e servite caldo!

Biscotti della fortuna | Dolce – Ricetta

biscotti della fortuna
cena orientale il menù per 2 persone i biscotti della fortuna (Istock)

Non potevamo che non chiudere con un classico della gastronomia orientale, in modo particolare cinese: i biscotti della fortuna. Una ricetta davvero semplice da fare e con pochi passaggi. Un dolce originale con un messaggio d’amore custodito al suo interno. Ecco come preparare 25 biscotti della fortuna

Ingredienti per 25 biscotti

  • 200 gr di margarina morbida
  • 100 gr di zucchero
  • 1 uovo
  • 12 ml di estratto di vaniglia
  • 600 gr di farina
  • 2 gr di lievito

Procedimento

  • Riscalda il forno a 220°C.
  • Mescola margarina, zucchero e uovo finché non sono ben amalgamati.
  • Aggiungi gli altri ingredienti. Mescola insieme per formare una palla di impasto.
  • Copri leggermente di farina un tagliere di legno o una superficie piana, con il mattarello stendi metà impasto in modo molto sottile.
  • Usa una forma per biscotti rotonda per tagliare l’impasto.
  • Metti un messaggio in ogni biscotto in modo che sporga da un lato. Piega la forma a metà e poi di nuovo a metà. pizzicalo per chiuderlo.
  • Cuoci i biscotti per circa 10 minuti o finché non sono leggermente scuriti.
  • Servi i tuoi biscotti freddi
Fonte: Istock