Home DIY Albero di Natale vero: quale specie scegliere e come curarlo

Albero di Natale vero: quale specie scegliere e come curarlo

CONDIVIDI

Volete realizzare un albero di Natale vero e non sapete quale scegliere? Seguite i nostri consigli per fare un acquisto giusto.

Albero di Natale vero (iStock Photos)
Il Natale si avvicina, di conseguenza si avvicina l “ansia da albero”, quale scegliere? Preferite l’albero di Natale artificiale o vero?

In commercio ce ne sono diversi, ma quale dobbiamo scegliere? Avere un albero di Natale vero in casa, richiede molta cura, non è come quello artificiale.
Non è semplice acquistarlo, ma bisogna comprarlo nei vivai specializzati, affidatevi a noi di CheDonna.it nella scelta di quello giusto e inoltre tutti i consigli per prendersene cura.

 

Quale albero di Natale vero scegliere?

Quale albero scegliere? Fonte: Istock
L’albero di Natale vero in casa crea un miscuglio di odori e sensazioni al tocco completamente diversi da quello sintetico. In commercio ce ne sono diversi e questo può crearci confusione allora scopriamo i diversi tipi di alberi:

  1. Peccio
  2. Abete del Caucaso
  3. Abete Nobile
  4. Peccio di Serbia

1- Peccio

Peccio (iStock Photos)

Ha un profumo delicato, le sue foglie sono di color verde scuro, ed è l’albero di Natale tradizionale per eccellenza. E’ un albero che teme le temperature alte, quindi perde rapidamente gli aghi. Potete ovviare a questo problema vaporizzandolo regolarmente con l’acqua sui rami e sistemandolo in un secchio con della sabbia umida, così durerà a lungo.

2- Abete del Caucaso

Abete del Caucaso (iStock Photos)

E’ di tendenza negli ultimi anni in quanto è maestoso, non perde gli aghi e quindi é perfetto per chi ha poco tempo da dedicare alle pulizie di casa. Lo svantaggio è che non profuma molto ed ha un costo più elevato rispetto alle altre varietà in commercio.

3- Abete Nobile 

Abete Nobile (iStock Photos)
L’ abete nobile è molto utilizzato per realizzare le ghirlande natalizie, ha un colore molto particolare è tra un verde e un blu. Non necessita di molte cure perché non perde facilmente gli aghi ed in più ha un profumo molto gradevole. Lo svantaggio che non si trova sempre una forma conica.

4- Peccio di Serbia

Peccio di Serbia (iStock Photos)

E’ un abete molto maestoso, di colore verde scuro, potete ripiantarlo nel vostro giardino dopo il Natale. L’unico svantaggio è che ha i rami piuttosto fragili, quindi non supportano decorazioni molto pesanti quindi se avete in mente di addobbare il vostro albero con mille decorazioni, questo non va bene.

Consigli

Fonte iStock Photos
Indipendentemente dalla vostra scelta tra gli abeti sopra elencati, prima di acquistarlo tenete ben a mente questi consigli.

  • Il taglio: scegliete un albero pieno ed equilibrato, che non presenta zone poco folte.
  • Il colore: vi offre l indicazione della salute dell’abete, prediligete uno che abbia colori freschi e vivi.
  • La dimensione: prima di comprare il vostro abete, decidete bene dove posizionarlo  in casa, in modo da evitare così brutte sorprese.
  • La freschezza: passate la mano lungo un ramo e se cadono già diversi aghi, meglio sceglierne un altro.
  • Il peso: più è pesante e più è pieno di linfa, questo significa che è stato tagliato da poco ed è quindi “fresco”.

Dove posizionarlo l’albero vero

Foto da iStock

 

Una volta acquistato l’albero di Natale vero, bisogna decidere dove posizionarlo in casa, ecco alcuni suggerimenti da seguire.

  • Tenerlo lontano dalle fiamme libere o fonti di calore.
  • Collocarlo negli angoli del soggiorno o dell’ingresso in quanto lo tiene lontano da urti e colpi.
  • Coprite il pavimento dove sarà posizionato l’albero, perchè aiuterà a proteggere il pavimento quando si innaffia l’albero.

Come si posizionarlo

iStock Photos

E’ importante oltre alla scelta del tipo di abete, anche posizionarlo, segui i nostri consigli per non sbagliare.

  • Preparate la base prima di montare il vostro albero di Natale: realizzate una base  usando una piccola sega a mano, tagliate circa di 1,5 centimetri il fondo per aiutare l’assorbimento dell’acqua.
  • Non tagliate la base in un angolo, in una forma a V o di praticare un foro nella base, questo perchè nessuno di questi metodi consentono l’assorbimento di acqua. Quindi rende più difficile tenere l’albero in modo sicuro nel supporto.
  • Montate l’albero entro otto ore dal taglio alla base, questo è il tempo massimo che un albero fresco può stare senza acqua.

Come si può decorare

Decorazioni Natalizie (iStock Photos)

Adesso potete divertirvi come volete, ma seguite alcuni consigli per garantire un albero perfetto.

  1. Controllare ogni stringa di luci per assicurare che le lampadine funzionino correttamente
  2. Assicuratevi che i cavi delle luci non siano danneggiati e che i collegamenti siano saldi.
  3. Tenete lontano dai bambini ornamenti piccoli o molto fragili per evitare rotture accidentali

Curare l’albero di Natale vero

Per curare l’albero di Natale vero bisogna innanzitutto annaffiarlo già appena si monta in casa, poi lo ripetete ogni giorno, assicuratevi che il livello dell’acqua non scenda al di sotto della base dell’albero. Tenete sotto controllo l’assenza di perdite di linfa, raccogliete gli eventuali aghi di pino caduti. Li potete raccogliere anche con l’aspirapolvere o con scopa, in questo modo si evita un mucchio di aghi da ripulire. Se avete bambini in casa o animali domestici, gli aghi sono sgradevoli e potenzialmente pericolosi, ricordate che un albero ben irrigato perderà un minor numero di aghi.

Come si smaltisce l’albero vero

Terminate le festività non sapete come smaltire il vostro albero di Natale vero?  Se non avete un giardino per piantarlo, potete chiedere al comune di appartenenza come fare, oppure potreste pensare ad un albero di natale vero da coltivare e curare tutto l’anno in casa.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…