Home Bellezza Capelli Le tinte per capelli che invecchiano: gli errori da evitare

Le tinte per capelli che invecchiano: gli errori da evitare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:26
CONDIVIDI

Le tinte per capelli che invecchiano: scopri quali sono e gli errori da evitare. I consigli dell’hairstylist per apparire più giovane e risplendere

Tinte per capelli che ci invecchiano (Istock)

Quante volte, dopo una tinta ai capelli, ci siano viste alla specchio e non siamo rimaste poi, tanto contente? C’era qualcosa che non andava, ma cosa? Il colore troppo spento, o troppo acceso (in modo sproporzionato) ci faceva apparire più vecchie della nostra età. E’ capitato a tutte, prima o poi, di sentirsi così. Così, come è capitato a tutte di pensare “questo colore mi invecchia”, ma quale fare? Provare e riprovare tinte diverse e avere lo stesso risultato: la monotonia del colore che impallidisce e ci dona solo anni in più! E’ anche vero che con l’andare avanti degli anni, anche i capelli invecchiano: in molti casi diventano più secchi e stopposi, e aver “bisogno” di fare regolarmente tinte per coprire i capelli bianchi di certo non aiuta. Tuttavia, generalmente ne vale la pena: se l’intento è quello di sembrare un po’ più giovani, il colore giusto può fare un’enorme differenza.

Ma bisogna fare attenzione a sceglierlo bene e a rivolgersi ad hair stylist capaci e aggiornati. Infatti, il rimedio può essere anche, come si suol dire, peggiore del male: con la tinta sbagliata si rischia di dimostrare molti, ma molti anni in più anche se si è giovani! Quali sono quindi le tinte per capelli che invecchiano? Scopriamolo insieme

Le tinte per capelli che invecchiano: gli errori da evitare

tinte per capelli che ci invecchiano (Isotck)

Di errori sulle tinte per capelli ce ne sono a bizzeffe. Ma è altrettanto vero che, vi sono altrettanti modi per rimediare e apparire decisamente più belle e giovani, anche se abbiamo passato gli anta! Alcuni errori che spesso noi donne, ignare, commettiamo a cuor leggero sulla scelta della tintura per capelli possono essere evitati con dei piccoli accorgimenti. Vediamo su quale prestare maggiormente attenzione alla prossima tinta che andremo a fare sulla nostra capigliatura.

Errore n°1: Evita il colore piatto e monocromatico

Tinte per capelli che invecchiano (Istock)

Uno degli errori che spesso – quasi sempre – si commettono, specie quando ci si fa la tinta a casa, è scegliere un colore piatto, ovvero senza sfumature e punti luce, insomma un colore monocromatico. Una tinta del genere tenderà inevitabilmente ad invecchiarti, e questo vale per tutte le donne, anche le giovanissime. Colori troppo omogenei, sia molto chiari che molto scuri (come il biondo platino, il rosso fuoco, o il nero corvino), tolgono dinamicità alla pettinatura e, se troppo lontani da quello naturale di partenza, possono essere un campo minato dal punto di vista beauty!

Questo perché un colore piatto e privo di tridimensionalità spegne il viso invece che dare luce: insomma, tutto il contrario di quello che dovrebbe fare una buona tinta. È facile cadere in questo errore utilizzando una sola tinta fai da te, e ancora più facile se si sceglie un colore parecchio più scuro di quello di partenza. Come risolvere il problema? Anzitutto andate da un bravo hairstylist che vi saprà consigliare le migliori sfaccettature per accentuare e ridarvi la giusta giovinezza. Ma, se proprio volete fare da sole, allora in tal caso dovete tenere a mente, prima di comprare una tinta una cosa importante. Sto parlando del riflessante. Un buon compromesso è costituito proprio dai riflessanti: danno un bellissimo effetto tridimensionale, appunto, e generalmente sono molto rispettosi della salute del capello. Sono un buon compromesso specie se non dovete coprire molti capelli bianchi. I riflessanti sono anche decisamente meno aggressivi per il capelli e il cuoio capelluto rispetto alla tinta tradizionale. Usate sempre una tinta di una o due gradazioni più chiare rispetto alla foto indicata sulla confezione, perché appunto, le tinte in commercio risultano sempre di un tono o due più scure rispetto alla foto stampata sulla scatola della tinta!

Errore n°2: Evita i colpi di sole vecchio stile

tinte per capelli che ci invecchiano (Istock)

La tecnica di tingere i capelli con i colpi di sole è stata una delle più utilizzate negli anni passati ma non è il vero motivo per cui è giusto evitarla. Infatti, i capelli “a strisce” è un look che invecchia moltissimo. Il consiglio è quello di affidarsi ad un esperto e puntare su un colore multi sfaccettato e con molti riflessi naturali, che illuminano il viso senza troppo stacco. Al posto dei vecchi colpi di sole, scegliete dunque il balayage per un colore naturale.

Il merito del balayage è quello di puntare su un colore multi sfaccettato e ricco di riflessi naturali, che illuminano il viso e che quasi ci fanno sembrare truccate anche quando non lo siamo. Ovviamente sono tinte molto difficili da replicare in casa, ma se il vostro intento è togliervi qualche anno, vale la pena provarci. Poi, per agevolarvi, in commercio esistono anche degli appositi “utensili” per ricreare il balayage perfetto anche da sole. Potete trovare l’occorrente nelle profumerie o nei negozi di beauty. Provare non fa mai male!

Errore n°3: Rifare sempre (e solo) lo stesso colore

le tinte per capelli che ci invecchiano (Istock)

Magari siete amanti del biondo, o siete pro-nero e va benissimo ma, dovete sapere che quel colore che tanto vi piace, con il tempo magari vi invecchia. Perché? Molto probabilmente perché 10 o 20 anni fa avevate un altro tipo di viso, più tirato, più da “bambine”, fresco e pulito, dunque all’epoca, “quel colore” vi donava molto. Ora, però, con l’età che inesorabilmente avanza lo stesso colore non fa per voi, vi invecchia! Cosa fare? Cambiare, non dico di passare dal biondo platino al nero corvino, consiglio solo di “sfaccettare” un po’ il colore di sempre. Sfumarlo con altre tonalità. Per esempio, una donna matura starà decisamente meglio con dei colori più caldi, non necessariamente biondi ma più naturali e meno “finiti”. Il colore di capelli ideale dovrebbe essere in perfetta armonia con quello della pelle e degli occhi, valorizzandoli al massimo. Per questo è sempre consigliabile rivolgerci, almeno le prime volte, ad un abile colorista. Restare ancorate al nostro colore naturale è spesso una scelta che si fa per “stare sul sicuro”, ma può essere un’arma a doppio taglio. Infatti, con il tempo il colore della pelle può cambiare leggermente, diventare più pallido e spento e quindi aver bisogno di più luce.

Per questo motivo, il biondo cenere che avevamo da bambine potrebbe non donarci più come un tempo, e anzi, regalarci anni in più, mentre virare leggermente al caramello potrebbe lasciarci estasiate! Insomma, ben venga usare il nostro colore naturale come guida, ma senza fissarci troppo.

Errore n°4: Evitate tinte troppo diverse dal colore originale

tinte per capelli che ci invecchiano (Istock)

Al lato opposto abbiamo le tinte troppo diverse dal colore originale. Cioè, evitiamo di fare colori che siano agli antipodi dal nostro colore di sempre. Se da ragazzine eravamo bionde, evitiamo, da grandi, di passare al nero blu! Se siamo nate con quel determinato colore è perché ci sta bene addosso, è nostro. Madre natura, in questo, raramente sbaglia! Distaccarci troppo dal nostro colore naturale – ed in particolare fare una tinta di molto più scura – potrebbe invecchiare il nostro aspetto. Questo vale per lo stesso motivo della pelle, cioè: il colore dei capelli deve esaltare quello della pelle. Difficilmente un colore molto diverso dal nostro, e soprattutto del sottotono sbagliato, ci farà sembrare più fresche e radiose. Quindi, è meglio non stravolgere completamente il proprio aspetto.

Errore n°5: Evitate le radici troppo scure!

tinte per capelli che ci invecchiano (Istock Photos)

Evitate di tenere le radici dei capelli molto più scure della lunghezza. Le radici scure possono piacere o meno, ma su molti visi hanno l’effetto di aggiungere inevitabilmente qualche anno, in più le radici scure tendono ad indurire i lineamenti del viso, quindi se già si parte con un viso dai lineamenti marcati, una tinta con radici troppo scure sottolineerà queste marcature regalandovi qualche anno di troppo! Il segreto per avere un colore di capelli che non solo non invecchia, ma ci fa sembrare un più fresche e radiose, è avere un colore capelli senza grossi stacchi.

Errore n°6: Evitate tinte dai colori troppo freddi

tinte per capelli che ci invecchiano (Istock)

Uno degli errori che spesso si vedono sulle teste delle donne è quello di tinte dai colori, o toni, troppo freddi come i biondi platino o i neri corvino. No! Invecchiano chiunque, anche le ragazzine e, a meno che tu non sia di origine scandinava evita di colorare i tuoi capelli con tinte dai colori freddi. Se il vostro intento è apparire più giovani, qualche leggera sfumatura calda può fare davvero la differenza, ma soprattutto, bisogna evitare i colori, oggi così trendy, come icy blonde, il platino e tutto ciò che è troppo freddo. Anche in questo caso, vale sempre la regola di cui abbiamo largamente esposto in precedenza di come il colore debba adattarsi a quello della pelle e quindi al sottotono. Sulle bionde possono essere molto belli i toni del miele e dell’oro, per le more le sfumature rame e caramello.

Errore n°7: Evitare di tingere i capelli

le tinte per capelli che ci invecchiano ( Istock Photos)

In giro si vedono spesso donne, anche giovani, con capelli naturali, nel senso di capelli bianchi non tinti. Specifichiamo, le donne che non tingono i capelli e che scelgono di lasciarli crescere bianchi molte volte lo fanno di proposito e per scopi onorevoli, respingendo le tinte chimiche e i danni che essa comporta sulla chioma.

Ma, per coloro che, invece, lasciano crescere i capelli nel loro colore naturale, magari bianchi solo per moda, (ve ne sono tantissime in giro), non hanno capito che “quella moda” invecchia, e di parecchio! Per le donne che invece si tingono di proposito i capelli di bianco, argento o grigio, imitando le grandi star di Hollywood come Meryl Streep o Helen Mirren, beh dovete sapere che dietro vi è una grande scelta e una grande cura del capello. Se volte osare con un colore del genere, dovete avere ben in mente che il vostro hairstylist dovrà diventare il vostro migliore amico, perché i vostri capelli e il vostro colore dovranno essere costantemente sotto stretta vigilanza! Solo così potete risplendere e non apparire vecchie! Anche i capelli grigi, anzi, soprattutto i capelli grigi hanno bisogno di tridimensionalità. Devo inoltre essere ben idratati e luminosi, privi di antiestetici aloni giallastri. Insomma, non pensate che non tingervi più significhi abbandonare la chioma al proprio destino!

Potrebbe interessarti anche >>>>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI