Home Coppia Intimità L’intimità tra genitori: come vivere le lenzuola se si hanno figli

L’intimità tra genitori: come vivere le lenzuola se si hanno figli

CONDIVIDI

Come salvare l’intimità quando si diventa genitori? Ecco alcuni consigli per salvaguardare la vita di coppia una volta che si hanno figli.

vita di coppia
vita di coppia e l’arrivo di un bebè (iStock Photos)

Lo avete desiderato tanto, atteso tanto e ora riempie le vostre giornate di gioia ma anche di stress, di stanchezza e di tanti impegni extra.

Già perché avere un figlio è una gioia ma anche un cambiamento radicale di tante piccole e grandi abitudini che componevano la qualità di un coppia. Prima fra tutte? Be’ probabilmente l’intimità.

Quei momenti tra le lenzuola ma anche sul divano, sul tappeto, sul tavolo… quando si era in due non c’era luogo né momento in cui non ci stesse bene un’esplosione di passione!

Quando poi da due si diventa tre, quattro o anche di più ecco che per trovare un momento di intimità la coppia deve decisamente aguzzare l’ingegno.

La camera da letto diviene il baluardo di un’intimità tanto desiderata quanto difficile da ricavare e la mente si attiva per cercare la chiave di vota anche oltre questa stanza. Uno studio svela infatti che il 47% delle coppie divenute genitori hanno consumato lontano dalle proprie lenzuola: per la serie, “fare di necessità virtù”.

Ritrovare l’intimità è dunque spesso una vera e propria sfida per mamma e papà ma arrendersi senza raggiungerà la meta semplicemente non dovrebbe esser contemplato. Tutto sta dunque nell’organizzarsi al meglio.

Come separare quindi il tempo dell’intimità dal tempo della genitorialità? Proviamo a scoprirlo insieme qui su CheDonna.it.

Intimità tra genitori: come salvaguardarla?

doppio cognome ai figli

“Il bambino ha bisogno di tantissime attenzioni, certamente, ma uno spazio di coppia si può trovare con la stessa urgenza con cui si decide di fare la spesa”

Così la dott.ssa Emanuela Napoli, sessuologa e psicologa dell’Istituto di sessuologia clinica di Roma, spiega su stile.it quanto sia importante per una coppia risolvere l’enigma dell’intimità da genitori.

In molti consigliano di abbracciare l’agenda senza temere che mettere l’intimità in calendario possa togliere della poesia.

“La volontà di non trovare questo spazio e cadere nella convinzione che il sesso debba essere qualcosa di istintivo, è sbagliato. Sia per le coppie senza figli sia per le coppie che hanno un figlio. Bisogna mettersi alla ricerca di un giorno pensato per l’intimità. Proprio questa attesa del sesso crea desiderio”.

Essenziale inoltre sarà vivere l’intimità tenendo alla larga non solo i figli ma anche e soprattutto il senso di colpa: sottrarre del tempo a un figlio, anche se per dicarlo a se stessi al partner, spesso infatti rischia di far balenare nella nostra mente la temuta immagine del genitore degenere.

“Posso chiudere la porta ma il senso di colpa entra lo stesso. Quindi è fondamentale riuscire a superare queste difficoltà sul piano personale. L’importante è tracciare un confine tra l’essere amanti e genitori. Ci si riesce solo se si lavora su stessi e sulla coppia. Più io lavoro sui fantasmi, più sarò in grado di chiudere la porta con serenità”.

Come aiutare allora questa intimità a trionfare? Cinque piccole accortezze potrebbero essere d’aiuto:

La pausa pranzo – Un’opzione da non sottovalutare anche perché il relax del sapere i figli a scuola e dunque impossibilitati nel compiere indesiderate incursioni non ha prezzo. Rinunciate allora al classico panino o trancio di pizza e incontratevi a casa o, perché no, in qualche albergo vicino al luogo di lavoro.

Se il tempo non c’è createlo – E’ vero, tutti vorremmo un momento solo per noi, da godere a pieno, da assaporare in totale relax ma, ahimè, volere non sempre è potere. Quando si è genitori il tempo è veramente denaro, nel senso di un elemento prezioso e da sfruttare fino all’ultimo secondo. L’abilità sarà allora nel saper individuare il momento buono, quello in cui invitare i bambini a godersi un bel cartone o un gioco datavelo e sgattaiolare abilmente in camera da letto.

Attendere con pazienza – Il momento strategico, quello più desiderato dai genitori vogliosi è senza dubbio la nanna, peccato però che, assai spesso, stenti ad arrivare. Quando i bambini si addormentano si sente infatti di avere finalmente la sperata libertà, un po’ come tornare indietro nel tempo a un’epoca in cui si era semplicemente in due.

Ogni posto è buono – Non vogliamo certo invitarvi a una trasgressione a oltranza ma, bensì, a una sana versatilità. Una serata tra amici, un momento di gioco dei bambini al parco (purché sorvegliati adeguatamente), tutte occasioni in cui appartarsi diventa un’opportunità da valutare attentamente.

La tecnologia potrebbe aiutare – Non sottovalutate mai il potere che oggi può regalare uno smartphone saldamente tra le nostre mani. Il XXI secolo ci mette a disposizione l’opportunità di condividere momenti di pura intimità anche a distanza, grazie a un messaggio, una foto o un vocale decisamente bollente. Iniziate a sperimentare e ben presto ci prenderete la mano, non riuscendo più a fermarvi.

Che cosa aspettate allora? Mettete in pratica questi piccoli stratagemmi e riprendetevi la vostra intimità di coppia.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Le vignette più divertenti sui problemi dell’essere genitori

Intimità di coppia e bambini, come trovare il giusto equilibrio

Coppia: come ritrovare l’intimità dopo l’arrivo del bebè