Dieta antiossidanti, stare meglio con gli alimenti ORAC

0
2

Gli alimenti ricchi di antiossidanti sono stati catalogati in base ad una tabella chiamata ORAC. Scopriamo insieme i migliori.

iStock

Gli antiossidanti sono efficaci per i loro effetti benefici sull’organismo. Arrestano i processi di invecchiamento cellulare prevenendo anche alcuni tipi di danni, a cominciare da quelli causati dai fenomeni di ossidazione. Ma esiste una efficace dieta antiossidante?

Gli antiossidanti, in base a recenti studi scientifici, sono stati classificati in base ad una particolare scala, chiamata tabella ORAC. Una sigla che sta per Oxygen Radical Absorbance Capacity e prevede una dose giornaliera raccomandata par ad almeno 5000 unità ORAC.

Ecco perché la scelta degli alimenti dovrebbe essere fatta anche in base a questa classificazione. Un recente studio su un campione di persone anziane parla chiaro. L’aumento dell’assunzione di frutta e verdura, arrivando ad almeno 3.200 unità ORAC al giorno, ha aumentato il potenziale antiossidante del sangue del 10-15%. Tutto questo produce un impatto positivo sulla prevenzione delle malattie tipiche di quell’età.

La classifica dei migliori cibi ossidanti secondo Coldiretti

uva nera
Fonte Istock photo

Ma quali sono i principali elementi antiossidanti presenti negli alimenti? A darci una mano è la Coldiretti che ha redatto una classifica. Ha messo in fila i cibi con maggiore capacità di assorbimento dei radicali dell’ossigeno per proteggere le cellule della pelle.

In questa graduatoria gli alimenti stagionali con maggiore capacità ossidante sono i carciofi
(ognuno dei quali vale 9.828 unità ORAC). Ma va benissimo anche il succo d’uva nera perché un bicchiere è uguale a 5.216 unità ORAC). E ancora i mirtilli (una tazza vale 3.480 unità ORAC), le pere (ogni frutto vale 3000 unità ORAC), le melanzane (ognuna vale 2.463 unità ORAC).
Nella parte alta della classifica pure peperoni rossi (uno vale 2.463 unità ORAC) e spinaci bolliti (una porzione è pari a 2.042 unità ORAC). A seguire le cipolle rosse (una porzione è uguale a
1.900 unità ORAC), il prezzemolo fresco (2 grammi significano 1.473 unità ORAC) e i kiwi (ogni frutto significa 1.220 unità ORAC).

Facciamo degli esempi in tavola ? Un piatto di pasta al ragù di carciofi e pomodoro che vale circa 23.000 unità ORAC. Un’insalata con peperone rosso, sedano bianco, cipolla, zenzero, aceto
balsamico e insalata vale oltre 3.000 unità ORAC. Il petto di pollo alle verdure assicura almeno 2.000 unità ORAC. E i dolci? Una crostata con ricotta e prugne fresche da circa 8.000 unità ORAC.

Potrebbe interessarti anche >>>

Le regole da usare in cucina per conserve alimentari sicure

Mani pulite: regole per l’igiene perfetta

I colori della verdura in tavola: scopri i benefici per il corpo e le ricette

La varietà di frutta autunnale: scopri le ricette e le proprietà benefiche

Dieta d’inverno, i cibi giusti per la stagione fredda

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI