Home Attualità “The Irishman”, Scorsese: “Questo film è una rimpatriata fra vecchi amici”

“The Irishman”, Scorsese: “Questo film è una rimpatriata fra vecchi amici”

CONDIVIDI

Presentato alla “Festa del Cinema” di Roma “The Irishman”, regia di Martin Scorsese, il nuovo film impressiona molto positivamente la critica. Regista e cast all’Auditorium Parco della Musica per il red carpet e la conferenza stampa.

Scorsese alla Festa del Cinema di Roma per “The Irishman” (Getty Images”

Martin Scorsese torna a raccontare la malavita sul grande schermo e, per farlo, chiama rinforzi: quell’usato sicuro che ha reso i suoi film di genere impeccabili, ovvero convoca nuovamente Al Pacino, Robert De Niro e Joe Pesci che con la complicità di Harvey Keitel danno vita a “The Irishman”. Il film, che arriverà in sala dal 4 al 6 novembre e su Netflix – che l’ha prodotto – sarà disponibile 21 giorni più tardi, racconta decenni di storia americana attraverso l’autobiografia di uno degli esponenti di spicco della mafia italo-americana.

I Heard You Paint Houses, il titolo del romanzo da cui sono tratte le vicende di Frank Sheeran a cui Scorsese dà forma e fattezze attraverso le competenze e l’estro di Robert De Niro. Il girato, che è uno spaccato oscuro dell’America negli anni Cinquanta, ha ben impressionato la critica alla “Festa del Cinema” di Roma dove era presente l’intero cast con il regista per presentarlo alla stampa in anteprima: “Questo film lo abbiamo fatto per noi. Erano anni che volevamo tornare a lavorare insieme e questa era l’opportunità giusta, e non sarebbe mai stata possibile se Netflix non ci avesse dato il pieno supporto finanziando il progetto.  Non volevo nessun trentenne ad interpretare le versioni più giovani Hoffa o Sheeran, volevo Bob e Al. Come fare allora? La tecnologia digitale era la risposta, ma non avrei mai convinto i miei due amici a recitare davanti a un greenscreen. La fortuna è che ogni settimana la tecnologia migliora, quindi è stato possibile girare il film senza dover ricorrere a questi espedienti che avrebbero impedito a Bob e Al di partecipare”, ha confessato Scorsese.

“The Irishman”, Scorsese: “Un film contemporaneo per via dei conflitti morali che propone”

Scorsese sul red carpet a Roma per “The Irishman” (Getty Images)

Poi la chiacchierata si è sposata su quanto questo film risulti attuale, malgrado prenda spunto da vicende accadute oramai più di mezzo secolo fa: Un film non deve essere ambientato nella contemporaneità per essere contemporaneo, i conflitti morali e le situazioni umane sono quelle che rendono un’opera contemporanea”, spiega il regista alla platea romana.

A margine della reunion artistica avvenuta con Al Pacino, Joe Pesci e Robert De Niro, definita come “una rimpatriata scolastica”, c’è stato spazio per allargare il dibattito sui film Marvel, oggetto di critiche da parte di Scorsese: “Per prima cosa, al di là della distribuzione i film vanno realizzati, e non sempre è facile fare ciò. Oggi ho avuto questa possibilità ma in passato i miei film venivano finanziati anche perché coinvolgevo gli attori giusti, come Leonardo DiCaprio o Bob stesso. Poi occorrerebbe supportare il cinema narrativo, come quello di Wes Anderson, e Paul Thomas Anderson, una pratica difficile se i giovani, che stanno sempre incollati ai cellulari e hanno abitudini diverse da quelli della mia generazione, non fanno. Oggi vengono finanziati maggiormente quei film che le nuove generazioni credono sia cinema, ma che per me non lo sono”.

Questione annosa che ha coinvolto, tra gli altri, anche il collega Francis Ford Coppola. Al netto di queste scaramucce fra addetti ai lavori, che non fanno altro se non accentuare la dicotomia fra avanguardia e classicismo, l’importante è continuare a supportare la Settima Arte che trae linfa da varie categorie di genere in cui rientra senz’altro “The Irishman”: ennesimo cult cinematografico di un regista mai domo e sempre alla ricerca del sublime.

Leggi anche –> Aaron Paul su “El Camino”: “Felice di ritrovare Pinkman, lavorerei sempre con Gilligan”

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per restare sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI