Home Salute e Benessere Mallo di noce: proprietà, come utilizzarlo e controindicazioni

Mallo di noce: proprietà, come utilizzarlo e controindicazioni

CONDIVIDI

Il mallo di noce trova largo impiego per la preparazione di prodotti abbronzanti e non solo. Scopriamo tutte le altre proprietà e gli usi.

 

Mallo di noce iStock-Photos

Le noci che comunemente acquistiamo con il guscio non sono attaccate alla pianta come tali, la  parte commestibile, il seme, è avvolta da una porzione legnosa detta endocarpo o guscio, un pò come la maggior parte dei frutti.

Il guscio è protetto da uno strato polposo che non è commestibile, e viene definito il mallo, che a completa maturazione ha una colorazione verde. Grazie alla presenza di tannini, con il passar del tempo, il colore vira dal verde al marrone. I tannini sono sostanze polifenoliche che hanno un’azione astringente, antinfiammatoria, antidiarroica, antibatterica, emostatica, antiossidante e vermifuga.

Il mallo di noce non contiene solo i tannini, ma anche flavonoidi che hanno una spiccata azione antiossidante. Quindi grazie alla sua composizione possiamo dedurre il mallo di noce esplica diverse proprietà.

Scopriamo tutti i benefici del mallo di noce, come può essere utilizzato e se presenta controindicazioni.

Benefici del mallo di noce per i capelli

Fonte foto: Pixabay

Per la preparazione dei prodotti di cosmesi, viene utilizzato il mallo di noce, sia per la pelle che per i capelli, possiede proprietà pigmentanti. Per questo motivo la polvere di mallo di noce e l’olio di mallo di noce vengono utilizzati per scurire i capelli chiari.

Questa proprietà è nota fin dall’antichità, perchè la polpa della noce veniva utilizzata come colorante naturale sia per tingere i tessuti e i tappeti, ma attualmente viene principalmente impiegato in ambito estetico.

La polvere del mallo si ottiene macinando la polpa essiccata delle noci che viene viene aggiunta alle miscele di henné per la colorazione naturale dei capelli, inoltre ha ala capacità di conferire riflessi rosso-bruni ai capelli neri e castani.

Il mallo se viene spesso può scurire i capelli chiari e coprire i capelli bianchi, molte  donne che hanno i capelli castani e vogliono donare dei riflessi possono applicare l’olio di mallo di noce puro, facendosi consigliare dal proprio hair stylist. Inoltre è sempre preferibile chiedere un consiglio per evitare che possiate avere brutte sorprese.

Mallo di noce per una pelle abbronzata

Volete una pelle abbronzata tutto l’anno? Provate ad applicare sul viso e su tutto il corpo l’olio di mallo di noce.

L’olio di mallo è ottenuta dalla spremitura della polpa delle noci, viene utilizzato come abbronzante naturale, in presenza di radiazioni ultraviolette. Il complesso naftochinone – cheratina va ad agire come filtro selettivo e quindi va a schermare da un lato la pelle dai raggi dell’UVB e dall’altro va ad accelerare la melanogenesi indotta dai raggi UVA.

Le aziende che preparano i prodotti solari lo utilizzano per sfruttare questa proprietà.

Chiedete consiglio alla vostra estetista o al dermatologo se potete applicarlo in base al vostro tipo di pelle. Il colore che dona il mallo di noce ai capelli e alla pelle è dovuto all’azione dei naftochinoni che, reagendo con la cheratina, formano un complesso di colore bruno.

I  culturisti che vogliono far risaltare i muscoli, lo applicano sulla pelle prima delle gare, in modo da apparire più abbronzati senza dover ricorrere a dannose lampade abbronzanti.

 

Medicina popolare

Viene ampiamente impiegato nella medicina popolare cinese per alleviare diversi disturbi come:

  • asma
  • dolori articolari
  • costipazione
  • lombalgia
  • impotenza.

 

Controindicazioni

Non presenta particolari controindicazioni, ma le persone hanno allergie verso il frutto o altri tipi di frutta secca non dovrebbe in alcun modo impiegare il mallo, al fine di evitare l’insorgenza di pericolose reazioni allergiche.

 

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

 

Leggi anche: