Home Curiosita Cambio dell’ora: come abituarsi gradualmente

Cambio dell’ora: come abituarsi gradualmente

CONDIVIDI

Il cambio dell’ora è un problema per molti. Scopriamo come risolvere o attenuarne gli effetti con dei semplicissimi trucchi.

Sabato 26 Ottobre, alle due di notte, scatterà come ogni anno la famosa ora solare che ripristinerà le lancette a come erano prima dell’entrata di quella legale, avvenuta in primavera. Per chi non lo ricordasse, l’ora andrà impostata un’ora indietro e ciò consentirà di dormire un po’ di più.
Sebbene le ore di sonno non vengano intaccate, saranno tantissimi coloro che subiranno sbalzi di umore, sensi di disorientamento e irritabilità di fondo. Ciò dipende dal cambiamento dei ritmi che tutto in una volta, seppur variando di una sola ora, si fa sentire, specialmente nei soggetti più sensibili. Per fortuna basta poco per trovare una soluzione e con qualche piccolo trucco si potrà alleviare ogni sintomo. Basta iniziare da subito a prepararsi, in modo da non farsi cogliere impreparati dal cambiamento.

Ora solare, come abituarsi e non farsi cogliere impreparati

cambio ora legale solare Fonte: Istock photo

Mancano circa due settimane al cambio dell’ora e molti si sentono già in ansia. Perché se è vero che si andrà a guadagnare un’ora di sonno, è anche vero che verrà a mancare un’ora di luce, cosa che in molte persone comporta una variazione di umore che tende decisamente al ribasso. Dopotutto è risaputo che la luce agisce in modo positivo sull’umore, la fame ed il sonno e che la sua assenza, specie se improvvisa, può comportare depressione, tristezza, svogliatezza e irritabilità non solo negli adulti ma anche nei bambini che soffrono come tutti del cambio dell’ora. Come fare, quindi, a risolvere il problema?

Dormire bene. La cosa più importante è dormire bene perché se è vero che questo giro di lancette non ci priverà del sonno, l’assenza di luce al risveglio si farà sentire. Dormendo le giuste ore si sarà carichi abbastanza da contrastare l’eventuale tristezza del risveglio limitandola a tale, senza arrivare a stati d’ansia o depressivi.

Passare del tempo all’aperto. L’ora di luce che viene a mancare tende a pesare molto a livello psicologico ma anche fisico. Una soluzione? Passare almeno 30 minuti al giorno all’aperto quando c’è ancora il sole. Godere della luce, della natura e della tranquillità e fare il pieno di benessere, renderà meno pesante l’ora in meno di luce.

Mangiare bene. In queste circostanze è fondamentale alimentarsi nel modo corretto. All’interno di un’alimentazione sana e bilanciata si potrà poi inserire della frutta fresca di stagione in modo da concedersi degli zuccheri sani e benefici, soprattuto per l’umore.

Fare movimento. Andare a correre o, più semplicemente, camminare all’aria aperta è un buon modo per garantirsi una dose extra di luce e tutti i benefici che lo sport ha sull’umore (oltre che sul fisico). In questo modo ci si sentirà rigenerati e l’umore ne avrà i suoi vantaggi.

Meditare. Imparare l’arte della meditazione è sempre utile e può esserlo ancora di più in questi frangenti perché saper respirare riduce gli stati ansiogeni e promuove una miglior lucidità mentale che porta ad un’elasticità più estesa. Anche per cinque minuti al giorno, cercare di meditare può davvero fare la differenza.

Come già detto, questi trucchi non sono da intendersi come delle soluzioni ma possono rivelarsi utili se vissuti con la giusta energia e se messi in pratica da subito, in modo da farsi trovare pronti al prossimo cambio delle lancette che, ricordiamolo, ci consentirà di dormire un po’ di più, con tutti i benefici che ne conseguono.

Che donna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE ->>>
Cambio di stagione. Come affrontarlo con gli alimenti giusti
Sei stressata? Ecco i segnali che ti invia il tuo corpo
Dormire bene: è importante curare l’alimentazione