Home Salute e Benessere Due bicchieri al giorno possono aumentare il rischio di morte del 17%

Due bicchieri al giorno possono aumentare il rischio di morte del 17%

ULTIMO AGGIORNAMENTO 23:00
CONDIVIDI

Definite anche “caramelle liquide”, le bevande gassate possono essere molto dannose per la salute e dovrebbero essere consumate con moderazione

Il consumo di bevande analcoliche è aumentato costantemente nel corso degli anni. Le cosiddette “bibite gassate” sono bevande analcoliche che attirano ogni giorno milioni di consumatori in tutto il mondo. Tuttavia, gli studi hanno dimostrato la pericolosità di queste bevande. Secondo un articolo pubblicato sul Dailymail, consumare due o più bevande al giorno aumenterebbe il rischio di morte prematura del 17%.

Queste bevande sono composte da anidride carbonica, acqua, prodotti artificiali e coloranti, a volte caffeina ma soprattutto molto zucchero, tante sostanze nocive per il corpo. Il loro consumo eccessivo può eventualmente portare ad alti rischi per la salute o addirittura aumentare il rischio di morte prematura secondo uno studio condotto dal Journal of American Medical Association (JAMA).

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Bibite e componenti pericolosi

Molti studi hanno dimostrato il danno di queste bevande e la loro possibile correlazione con il rischio di morte prematura. In effetti, uno studio condotto tra il 2005 e il 2011 su 47 prefetture giapponesi ha dimostrato che il consumo di bevande analcoliche era legato alle malattie cardiache. E per una buona ragione, oltre a componenti dannosi come coloranti o prodotti artificiali, alcune bevande analcoliche possono contenere fino a più di 30 g di zucchero per lattina o 10 cucchiaini di zucchero. Questa significativa quantità di zucchero può causare problemi cardiaci ma anche promuovere il rischio di obesità, diabete, ipertensione oltre ai rischi per la salute dentale, vale a dire la carie o l’attacco dello smalto dei denti a causa degli acidi che contengono.

Questi motivi dovrebbero essere sufficienti per rallentare il consumo eccessivo di queste bevande, ma non è ccosì. Basta pensare che il consumo medio di questi prodotti nel Nord America è di quasi 182 litri all’anno mentre gli europei sono pericolosamente vicini a questa quantità. Secondo quanto riferito, il SSN ha dichiarato che il 20% dello zucchero aggiunto nella dieta per adulti proviene da bibite e succhi di frutta. Gli esperti della European society of Cardiology di Parigi hanno fortemente raccomandato di eliminare queste bevande dalla dieta e di sostituirle con acqua, o di consumarle con moderazione mentre alcuni paesi come il Regno Unito hanno persino consigliato di tassare le bevande zuccherate per prevenire il consumo eccessivo di bibite e iconnessi rischi per la salute. I ricercatori dell’Università di Oxford hanno stimato che questa tassa introdotta nell’aprile 2018 avrebbe come effetto un calo del 9,8% sull’obesità infantile.

Le bevande light sono una buona alternativa?

È importante leggere gli ingredienti prima di consumare un alimento. Scoprirai che nelle bevande analcoliche lo zucchero è uno dei componenti principali perché appare all’inizio dell’elenco ingredienti. Tuttavia, più alternative “dietetiche” sono apparse come le versioni “light” o “Zero”. Questo tipo di bevanda può essere pericolosa quanto le bevande “normali”. Lo zucchero viene in realtà sostituito da sostanze chimiche come l’aspartame o altri dolcificanti che sono certamente a basso contenuto calorico, ma i cui effetti sono ugualmente dannosi soprattutto per la salute del cuore.

Queste bibite vendute nei supermercati possono ad esempio essere sostituite da acqua frizzante o acqua mescolata con frutta.

Ti potrebbe interessare anche >>>

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI