Home Salute e Benessere Scongelare e ricongelare gli alimenti si può fare? Quali sono i rischi?

Scongelare e ricongelare gli alimenti si può fare? Quali sono i rischi?

CONDIVIDI

Quante volte vi è capitato di scongelare il cibo ma poi avete cambiato idea e l’avete congelato di nuovo? Sapete quali sono i rischi? Scopriamoli

Scongelare e congelare gli alimenti     Fonte: Istock-Photos

Congelare gli alimenti è una delle pratiche che molti adottano per mantenere un prodotto più a lungo. La possibilità di poter conservare il cibo, ci permette di trasportarlo e di non doverlo consumare subito, potendo resistere anche per diversi mesi in depositi, supermercati e congelatori di casa. Quello che non si deve mai fare è scongelare e ricongelare gli alimenti per i problemi nutrizionali e salutari che ne potrebbero derivare. Dopo averli scongelati gli alimenti vanno consumati massimo entro 24 ore previa cottura, per distruggere la carica microbica.

Affidatevi a noi di CheDonna.it per conoscere qualcosa in più sugli alimenti scongelati ed eventualmente congelati di nuovo.

Se vuoi restare sempre aggiornata sulle proprietà degli alimenti e sulle strategie per mantenerti sempre in forma e in salute CLICCA QUI!

Scongelare e ricongelare: mai

Carica batterica   Fonte : Istock-Photos

Si sa che quando si congelano gli alimenti una volta scongelati, non vanno assolutamente ricongelati, ma sapete il perche?

  1. perdita delle sostanze nutritive
  2. si abbassa la sicurezza alimentare: aumenta la carica microbica

1. La perdita dei valori nutritivi

Quando si congelano i cibi a casa si formano i cristalli di ghiaccio che vanno a rompere la struttura delle cellule dei cibi congelati. Il congelamento quando avviene a livello industriale l’abbassamento della temperatura con la surgelazione è molto più veloce e quindi i cristalli di ghiaccio che si formano sono molto piccoli, e non si creano danni agli alimenti. Se decidete di scongelare gli alimenti congelati nei freezer di casa, si perdono le proteine quindi immaginate se andaste a ricongelare e poi scongelare i cibi, ci ritroveremmo con un alimento quasi del tutto privo di valore nutrizionale.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>>Mangiare la pasta offre diversi benefici non solo fisici

2. Si abbassa la sicurezza alimentare

Dal punto di vista della sicurezza alimentare, è molto pericoloso scongelare e ricongelare i cibi, perchè si sa che gli alimenti hanno una propria carica batterica che non viene abbattuta quando vengono congelati. Anzi, con il congelamento i batteri entrano in uno stato di quiescenza, riprendendo a moltiplicarsi non appena l’alimento verrà scongelato.

Immaginate se un alimento scongelato fosse ricongelato, il numero di batteri si moltiplicherebbe in modo esponenziale. L’alimento risulterà altamente pericoloso per la nostra salute. È pur vero che con la cottura i batteri morirebbero, ma è importante ricordare che i batteri in vita rilasciano tossine potenzialmente pericolose che purtroppo resistono alle alte temperature anche dopo la morte dei batteri.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>>Caffè, se lo sospendiamo cosa accade al nostro corpo?

Quali sono gli alimenti che è preferibile non congelare

Gli alimenti congelati sono sempre utili in modo da avere una scorta in casa, soprattutto quando si congelano le verdure che non sono presenti tutto l’anno.

Ecco i cibi che possiamo tranquillamente congelare:

  • carne
  • pesce
  • legumi

Quelli che non sono preferibili congelarli sono:

  • patate: sia crude che cotte. Le patate cotte assumerebbero una consistenza pastosa, mentre quelle fritte perderebbero tutta la croccantezza;
  • uova:sia crude che sode. L’uovo crudo, infatti, scoppia in quando ghiacciandosi l’uovo liquido si espande rompendo il guscio esterno; l’uovo sodo diventa troppo molle.
  • verdure a foglia verde: la lattuga;
  • frutta e verdura molto ricca di acqua: cetrioli, finocchi, melone, anguria, uva. Queste perdono la croccantezza, le vitamine e i minerali;
  • pasta e riso: la loro consistenza sarebbe alterata;
  • pomodori crudi
  • salse e le creme a base di uova: la maionese, i budini, la panna, il latte (che diventa granuloso);
  • i cibi fritti (che diventano molli)
  • formaggi freschi e quelli stagionati: la ricotta e altri perchè tendono a sgretolarsi;
  • yogurt
  • basilico:perde il suo aroma

POTREBBE  INTERESSARTI ANCHE->>>Yogurt: le caratteristiche nutrizionali, proprietà benefiche e come sceglierlo

E’ preferibile sempre consumare cibi freschi perchè le loro proprietà nutrizionali sono superiori a qualsiasi alimento congelato, ma è pur vero che in molti casi è preferibile congelare.

 

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI