Home Tatuaggi Michael Mazzone sull’Olimpo dei tatuaggi: i vip vogliono solo lui

Michael Mazzone sull’Olimpo dei tatuaggi: i vip vogliono solo lui

CONDIVIDI

Da Sfera Ebbasta e Vacchi, passando per Gué Pequeno e molti altri, i vip sembrano tutti i innamorati dei tatuaggi di Michael Mazzone.

Foto da Instagram @michaelmazzone.tattoo

Uno studio a Torre a Mare ma tante opere realizzate oltreoceano, da Los Angeles a San Francisco passando per New York.

Michael Mazzone, figlio di due pugliesi emigrati in America (mamma di Triggiano, papà di Carbonara) ha conquistato il mondo a suon di tatuaggi. Il suo inchiostro lo ha guidato verso il successo, spingendolo vera uno studio di cui ora è socio a Miami ma anche tante case di clienti sparsi qua e là per l’America:

“Quando con i miei tornammo dall’America io ero molto arrabbiato – racconta – loro avevano sentito la nostalgia per il Sud, io volevo l’America”

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Haeyum, la tatuatrice di Seul che realizza “gioielli permanenti”

Proprio in America è iniziata la strada di Mazzone verso il successo, una strada che oggi ripercorriamo insieme per conoscere meglio questo re dei tatuatori, artista apprezzato dai vip e non solo.

Se vuoi restare sempre aggiornato sulle ultime news infatti di body art e tatuaggi, clicca qui!

Michael Mazzone, il tatuatole del momento

Foto da Instagram @michaelmazzone.tattoo

La strada di Michael Mazzone non è certo stata breve e semplice.

Tutto è iniziato con l’Accademia delle Belle arti e una serie di corsi professionali, preparazione messa poi in pratica in diversi lavori da apprendista.

Il sogno di Mazzone rimaneva però l’America e così è tornato inquietante del di Miami, entrando in uno studio e presentandosi come apprendista. Qui si innesca una sorta di circolo virtuoso, che porta la carriera di Michael Mazzone a una serie di svolte positive. Particolarmente fortunato sarà l’incontro con Denis Anderson, giocatore di poker e imprenditore “che mi aveva visto su Instagram, e mi volle portare nella sua villa perché lo tatuassi”.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE –> Collezione di tatuaggi temporanei: Tessa Perlow la realizza per Tattly

Inizia così per il tatuatore un vero e proprio vortice di lusso, macchine costose e da collezione, suite e castelli: più si vedeva circondato da vite meravigliose, più Michael Mazzone capiva però che doveva “restare umile, sempre lo stesso ragazzo che si impegna e lavora 24 ore”.

Il passaparola però è stata una vera benedizione: ogni giorno 10-15 persone nuove si ponevano a Miami sotto le abili mani del tatuare italiano e, come racconta lo stesso Michael, “avrebbero portato i miei tatuaggi in tutto il mondo, visto che molti erano stranieri”.

Poi l’ennesima svolta. Gianluca Vacchi a Miami lo ha voluto per una scommessa: il suo primo tatuaggio di grandi dimensioni, un autoritratto sulla schiena in cui azzittisce chi aveva troppo da ridire sul suo conto. Vacchi ha quasi 14 milioni di follower su Instagram e un suo post vale più di qualsiasi campagna pubblicitaria mirata:

“In quell’occasione volle fare un video con me che lo tatuavo, con la maschera e lo scudo di Captain America. Da allora la mia vita è cambiata”.

Il nome di Mazzone decolla così nel mondo dei vip e non solo: in tre sedute ha realizzato il Transformer sulla gola di Gué Pequeno, poi sulle mani di Sfera Ebbasta ha disegnato dei fenicotteri, a entrambi ha inciso le iniziali, in maniera inversa con una G sulla pelle di Sfera e una S su quella di Gué, “per sancire la loro fratellanza”.

Difficile, ora, prendere appuntamento con Mazzone: comunica lui i giorni in cui si trova a Torre a Mare, e le prenotazioni vanno a ruba, mentre i vip di tutto il mondo sono pronti a pagargli i biglietti aerei, le suite in alberghi di lusso e gli autisti affinché lo portino nelle loro ville.

Il suo black&grey realistico è reso ancor più speciali da lunghi colloqui che Michael Mazzone condivide con i suoi clienti prima di proporre poi il tatuaggio che ha studiato per loro.

Insomma, tatuarsi con questo re del tattoo non è propriamente un’esperienza come tutte le altre, sintomo di una fama più che meritata.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

LEGGI ANCHE…

Tatuaggi imperfetti: Gleb Pesoc spopola su Instagram e nel mondo

Horror tattoo: Steven Barletti spopola con i suoi tatuaggi dell’orrore

I 10 tatuatori più pagati del mondo: la lista delle star del tattoo