Sbiancamento dei denti con i rimedi naturali ed efficaci

0
2

Vi piace un sorriso smagliante e con denti splendenti? Ecco alcuni consigli da seguire sullo sbiancamento naturale dei denti con rimedi naturali

Sbiancamento dei denti Fonte: Istock-Photos

Quante volte vi vedete allo specchio e non vi piace il colore dei denti soprattutto se sono gialli?  I denti bianchi e curati rappresentano un ottimo biglietto da visita, ma non è sempre facili averli così, molto dipende dal corredo genetico. Ma ciò non significa che si possono provare anche dei metodi naturali per avere denti bianchi e splendenti. Scopriamo i motivi e le cause per cui i denti assumono una colorazione diversa da quella bianca e quali consigli seguire per avere uno sbiancamento del tutto naturale.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Colore dei denti: da cosa dipende

Fonte: Istock

Come già ribadito, il colore dei denti dipende dal corredo genetico, ognuno ha il suo, avere i denti super bianchi è davvero un miraggio. La dentina è una sostanza presente sotto lo smalto ed è particolarmente resistente, lo smalto dei denti conserva una certa porosità e quindi può lascia passare delle particelle che possono dare un colore diverso sia alla dentina stessa che allo smalto. Scopriamo quali sono gli alimenti e non solo che possono danneggiare il colore dei denti:

  • fumo di sigaretta
  • collutori con clorexidina
  • caffè
  • liquirizia
  • spinaci
  • vino rosso
  • coloranti artificiali: aggiunti alle bevande o ad altri prodotti alimentari;
  • cioccolato
  • succhi di frutta
  • spezie
  • salse scure
  • frutti di bosco
  • fumo: responsabile delle macchie sui denti;
  • carie: il processo cariogeno comporta la formazione di macchie scure sui denti.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>> Limone e dentifricio, 5 astuzie che tutti dovrebbero conoscere di questo mix

Le cause

Le macchie sui denti rappresentano uno dei principali nemici estetici del sorriso, possono essere di vari tonalità e questo dipende da diversi fattori. Le macchie possono essere di tonalità diverse come:

  • nere: causate dai processi cariogeni dovuti al consumo di cibi molto acidi,  troppi dolci o ad una cattiva igiene orale.
  • grigio-azzurre: causate dall’ingestione di farmaci impiegati contro l’acne o contro l’artrite reumatoide.
  • grigie: dovuti a processi emorragici causati da traumi o da procedure odontoiatriche.
  • marroni: possono esser dovute ad un eccessivo uso di collutori a base di clorexidina.
  • verdi-azzurre: può interessare soprattutto chi lavora con i metalli come ferro, argento e manganese o mercurio, rame, nichel e polvere di piombo.
  • gialle: si verificano nei fumatori o in chi consuma gli alimenti e le bevande sopra citate. Anche la scarsa igiene orale può causare depositi di tartaro.
  • variabili dal bianco-grigio: al marroncino e al nero possono essere dovute ad un eccesso di fluoro.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>> Scarsa igiene orale, ecco come influisce sulla nostra salute

Rimedi naturali

Ecco quali sono i metodi di sbiancamento dentale fai da te:

  • Bicarbonato di sodio: preparare una pasta di acqua e bicarbonato, immergere lo spazzolino e lavarsi i denti. Il bicarbonato funge da pasta dentifricia sbiancante naturale per denti, questa azione può essere potenziata aggiungendo a questa pasta qualche goccia di succo di limone.
  • Foglie di salvia: lavarle per bene le foglie e sfregare sui denti, hanno un effetto abrasivo che aiuta a sbiancare i denti. La salvia è un antico rimedio per ottenere anche l’alito fresco.
  • L’acido malico: è un acido caratteristico della frutta, particolarmente abbondante nella mela e nelle fragole. Si consiglia di strofinare i frutti direttamente sui denti, oppure si possono  macinare per ottenere una pasta che andrà applicata sui denti.
    La pasta di fragole che è ricca di acido malico si deve lasciare riposare sui denti almeno 5 minuti per garantire un buon effetto sbiancante naturale.
    Il succo di mele verdi è particolarmente ricco in termini di acido malico e quindi può essere utilizzato come collutorio naturale, ma sempre con cautela.
  • Succo di limone: utile per schiarire i denti gialli causati dal fumo di sigaretta.
    Potete utilizzare sia il succo, che la buccia che dovrà essere sfregata direttamente sui denti.
  • Buccia d’arancia: se usata regolarmente aiuta a diminuire le macchie sui denti, basta strofinarla sui denti.
  • Mele, uva passa, sedano e carote: assumendo questi alimenti si smacchiano e si sbiancano i denti. La mela è ricca di acido malico che incrementa la sua azione sbiancante.
  • Radice dell’albero di Araak: è un rimedio antichissimo per la pulizia dei denti, veniva impiegato già dalle antiche popolazioni egiziane e babilonesi che lo consideravano un vero e proprio strumento per l’igiene orale. La radice si trova sotto forma di un bastoncino che deve essere sfregato sui denti. L’azione sbiancante e anche antibatterica è determinata dalla presenza di fluoruri, silicio e vitamina C.
  • L’acqua ossigenata: può considerarsi la sostanza sbiancante per eccellenza che, tuttavia, deve essere utilizzata con molta cautela. Una soluzione al 3% di perossido di idrogeno può essere utilizzata come metodo occasionale di sbiancamento naturale dei denti. Chiedere consiglio al proprio dentista prima di farlo.
  • Cenere del legno di noce: l’uso della cenere del legno di noce è un antico rimedio utilizzato, l’azione sbiancante è dovuta all’idrossido di potassio contenuta nella cenere. In alternativa, per ottenere uno sbiancamento naturale dei denti, potete strofinare anche la corteccia del legno di noce. Anche in questo caso dovete usarla con cautela.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE->>> Dentifrici e collutori fai da te: come prepararli a casa

Consigli utili

Per prolungare il colore bianco dei denti, è opportuno seguire alcuni consigli:

  • igiene orale molto accurata
  • spazzolare i denti dopo ogni pasto o spuntino
  • non fumare
  • alternare dentifrici formulati con sostanze sbiancanti naturali a quelli per denti sensibili
  • lo spazzolino deve avere le setole morbide
  • non fare un abuso di collutori disinfettanti
  • limitare l’assunzione di caffè, tè e cioccolato

E’ preferibile utilizzare per brevi periodi le sostanze sbiancanti per i denti anche se sono naturali, perchè possono aggredire lo smalto e i denti risulteranno più sensibili.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI