Sei sempre insoddisfatta? Ecco cosa fare

0
34

Scopri cosa fare per evitare di sentirti costantemente insoddisfatta. Le strategie più utili.

donna insoddisfatta Fonte: Istock photos

Si dice che la nostra sia un’epoca nella quale sentirsi insoddisfatti sia quasi naturale. Tutto corre troppo velocemente e si passa la maggior parte del tempo a cercare di andare avanti e di raggiungere obiettivi sempre diversi e più grandi dei precedenti, cosa che porta a non avere quasi mai il tempo di soffermarsi su quelli raggiunti e sulle cose belle che ci circondano.
L’avvento dei social, poi, ha portato a galla una sorta di invidia generale che spinge a voler avere ciò che hanno gli altri, cosa che si traduce in una ricerca spasmodica di miglioramento che a volte raggiunge livelli assurdi e impossibili da mantenere, specie se si pensa che il più delle volte, lo stile di vita al quale si ambisce, solo perché lo si è visto “sponsorizzato” da qualcuno sul web, non è neppure esistente ma frutto di una forma particolare di auto promozione che spinge le persone a voler dimostrare di essere più perfette e felici di quanto non siano in realtà.
Guardando le cose da questo punto di vista non è difficile immaginare il perché ci si senta sempre più insoddisfatti di se. Resta, però, che questa condizione non sia affatto salutare e che cambiarla è la scelta più consapevole ed intelligente che si possa fare.
Ma come mettere da parte l’insoddisfazione? Per farlo è necessario cambiare e anche se la cosa può spaventare, specie all’inizio, i risultati saranno così appaganti da ricompensare ogni sacrificio.
Cerchiamo quindi di capire quali strategie mettere in atto per imparare a mettere da parte l’insoddisfazione e goderci finalmente la vita.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Migliora la tua vita con il potere delle parole

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda la psiche e le strategie per vivere al meglio la vita di tutti i giorni CLICCA QUI!

Insoddisfazione: come smettere di provarla

donna insoddisfatta Fonte: Istock photos

Imparare a guardare il mondo con i propri occhi. Un tempo si avevano dei desideri per i quali si lottava fino ad arrivare ad esaudirli in modo da sentirsi finalmente appagati e felici. Oggi, tutto ciò è stato superato e invece di fermarsi a capire cosa si vuole dalla vita, ci si lascia per lo più influenzare dai social e dall’immagine di vita perfetta pubblicizzata da amici e conoscenti. La verità è che ognuno ha idee di felicità diversi e per raggiungerli è indispensabile restare concentrati, senza farsi influenzare dagli altri. La prima regola da seguire per non sentirsi insoddisfatti è quindi quella di capire cosa si ama e si vuole davvero. Perché fin quando ci si limiterà a tagliare i traguardi scelti da altri ci si sentirà frustrati e poco soddisfatti di se. L’unica cosa che può rendere felici è prefissarsi un obiettivo (reale e sopratutto raggiungibile) e godersi il percorso.

Porsi degli obiettivi più umani. Collegandoci a quanto già detto, è importante voler crescere e migliorarsi ma lo è ancora di più saper stabilire degli obiettivi che siano umanamente raggiungibili. Un altro aspetto da prendere in considerazione è che tali obiettivi devono poter essere raggiunti con le proprie forze. Dipendere dalla sorte o dagli altri, infatti, restituisce un senso di impotenza che alla lunga genere frustrazione e senso di insoddisfazione.

Guardare al fallimento in modo diverso. Voler raggiungere un obiettivo pone sulla nostra strada la possibilità di fallire. Quando ciò avviene ci si sente frustrati e avviliti. Basterebbe, però, cambiare prospettiva per sentirsi immediatamente meglio. Ciò che conta è rendersi conto che ci sono fallimenti che aiutano a crescere e a capire dove si è sbagliato e che ripartendo da loro sarà più facile raggiungere gli obiettivi prefissi.

Imparare a lasciar andare il bisogno di controllo. Avere il controllo su tutto è uno dei desideri più umani che ci siano. Al contempo è però anche uno di quelli destinati ad infrangersi. Perché, diciamocelo, nessuno può avere il controllo sulla propria vita. Sebbene si possano scegliere determinati aspetti è infatti fuori da ogni dubbio che ci sono sempre impedimenti e contrattempi che possono intralciare il cammino. Per questo motivo, più si imparerà ad accettare che su questi eventi non si ha alcun controllo e meno ci si sentirà frustrati quando ci si troverà a doverli affrontare.

Vivere soprattutto il presente. Infine, uno degli aspetti sicuramente da migliorare è quello che riguarda il modo di vivere la vita di tutti i giorni. Se avere qualcosa da perseguire è importante e positivo, è infatti importante riuscire a godersi anche ciò che si vive giorno per giorno. Una mente costantemente proiettata sul domani non troverà mai appagamento. Bisogna saper distinguere tra gli obiettivi e la vita che andrebbe vissuta e goduta giorno per giorno. Solo così facendo si eviterà il perenne senso di insoddisfazione, iniziando a godere delle più piccole cose e rendendosi finalmente conto che gli obiettivi non sono nostri nemici ma qualcosa che può rendere la vita più motivante e piacevole, a patto che si inizi a vivere tutto ciò che gli sta intorno.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Cos’è il senso di colpa e come liberarcene per vivere bene

Si tratta di strategie semplici e facili da mettere in atto. E basterà davvero poco per sentirsi subito più coinvolti e appagati da ciò che si sta facendo. Sensazioni che nella maggior parte dei casi riescono a ridurre o, addirittura, a far sparire il senso di perenne insoddisfazione. Inutile dire che se ciò non accade o in caso di situazioni limite, è sempre meglio chiedere aiuto ad uno psicoterapeuta, in modo da rintracciare eventuali cause che portano a sentirsi insoddisfatti e riprendere in mano la propria vita, vivendola ogni giorno al massimo delle proprie capacità.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Rimugini troppo? Scopri come smettere
Leggi anche -> Ecco cinque cose che ti stanno rovinando la vita
Leggi anche -> I segni che hai poca autostima e che è ora di cambiare