Home Curiosita Japan Airlines introduce il baby checking tra le sue funzionalità

Japan Airlines introduce il baby checking tra le sue funzionalità

CONDIVIDI

Il sogno di molti è diventato realtà, grazie a Japan Airlines. La compagna aerea, infatti, mostra ai passeggeri quali sono i posti occupati dai bambini sotto i 2 anni.

La compagnia di bandiera giapponese, la Japan Airlines, ha lanciato una nuova funzionalità, ovvero quella di dare la possibilità ai passeggeri di scegliere il posto a sedere lontano dai bambini al di sotto dei 2 anni.
Durante la prenotazione attraverso il sito web della compagnia, infatti, il viaggiatore potrà visualizzare i posti a sedere occupati dai bambini piccoli, e scegliere un sedile lontano da loro.
È risaputo che i bambini piccoli durante un volo, soprattutto se si tratta di tratte lunghe, piangano o urlino a squarciagola.
Per questo motivo, Japan Airlines, ha deciso di offrire un’ulteriore comodità ai clienti che non gradiscono viaggiare accanto a un bambino.

Se vuoi essere informato su tutte le ultimissime notizie dal Italia e dal Mondo  CLICCA QUI

Un’icona sul sito indica quali sono i posti occupati dai bambini

Japan airlines da la possibilità di sedersi lontano dai bambini Japan Airlines offre il baby checking

Soprattutto durante i voli intercontinentali, l’incubo di una buona parte dei viaggiatori è proprio quello di ritrovarsi seduti vicino a un bambino piccolo che, data la sua giovane età, potrebbe piangere o gridare durante la durata del volo.
Japan Airlines ha lanciato la prima funzionalità di questo tipo nel settore dell’aviazione, dato che si tratta di un’iniziativa che non si era mai vista prima.
L’icona segnala-bambini è la testolina di un bimbo, che segnala, appunto, la presenza di un bambino in un determinato posto a sedere.


Tuttavia, l’icona in questione non compare se si tratta di cambi di volo last-minute, né se si tratta di gruppi turistici o biglietti premio.

Alcuni degli utenti si sono schierati in difesa dei piccoli, sostenendo che tutti siamo stati bambini e che dovrebbe esserci più tolleranza nei loro confronti.

Tuttavia, molti degli utenti, invece, si sono dichiarati contenti di avere la possibilità di scegliere di godersi un viaggio tranquillo e lontani dalle urla dei più piccoli.

Di: LUCIA SCHETTINO

Potrebbe interessarti anche >>>

Chiede biglietto aereo rincarato per gli obesi, scoppia la polemica

Paura di volare in aereo: ecco come superare l’aerofobia

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI