Home Curiosita Come mangiare la frutta senza ingrassare

Come mangiare la frutta senza ingrassare

CONDIVIDI

La frutta è un alimento sano ma se mangiato nel modo sbagliato può causare l’aumento di peso. Scopriamo insieme come mangiarla senza ingrassare.

ì Fonte: iStock

Chi ama la frutta saprà sicuramente che superati certi livelli è bene fermarsi per non esagerare. Pur essendo un alimento sano e che non dovrebbe mai mancare nel quotidiano, la frutta contiene infatti degli zuccheri che ad alte dosi la rendono pericolosa per chi è a dieta o per chi ha problemi nel metabolizzare gli zuccheri. Questo non significa che bisogna evitare di mangiarla o ridurne le porzioni se si mangiano già quelle corrette. Il problema è che tante persone finiscono con il mangiare anche chili di frutta ogni giorno, pensando che sia dietetica e che pertanto non porti ad alcun aumento di peso. Oltre a non essere vero, il problema è che troppi zuccheri fanno male a prescindere dalla fonte da cui arrivano. Meglio attenersi quindi alle regole della sana alimentazione ed inserire la frutta ai vari pasti senza mai esagerare. Dopotutto, mangiare in modo equilibrato è da sempre la chiave per vivere meglio e mantenere il peso forma. Ma quali sono le regole da seguire per mangiare la frutta nel modo corretto?

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Alga wakame: ecco perché ogni giorno fa bene

Se vuoi restare sempre aggiornata su tutto ciò che riguarda gli alimenti, le loro proprietà e quali è meglio mangiare per mantenersi in forma e restare in salute CLICCA QUI!

Frutta: come mangiarla per non prendere peso

Prodotti di bellezza a base di frutta la nuova tendenza Fonte foto: Istock

Posto che un frutto come spuntino è sempre la miglior scelta da fare e che la frutta è un alimento da non scartare mai per nessun caso (almeno di non avere problemi per cui l’indicazione arriva dal medico), ci sono delle regole che aiutano a mangiarla con più tranquillità, avendo la certezza di poter addirittura dimagrire proprio scegliendo di mangiare frutta ai pasti. Vediamo i principali consigli che arrivano dai nutrizionisti.

Abbinare la frutta con altre fonti. Se si può scegliere è meglio mangiare la frutta non da sola ma con altri alimenti che siano in grado di non far innalzare la glicemia. Qualche esempio? A colazione insieme a dello yogurt greco senza zucchero, come spuntino con 30 grammi di formaggio, insieme ad un cucchiaio di crema di arachidi senza zucchero. Si tratta di tre alternative sane e gustose che aiuteranno a mantenere stabile la glicemia evitando quei picchi che attivano l’insulina, portando ad accumulare peso.

Mangiare la frutta con la buccia. La buccia è la parte della frutta che contiene fibre e queste oltre ad aiutare l’intestino, portano ad evitare ancora una volta l’innalzamento della glicemia. Infine la buccia ha un effetto saziante che aiuta a limitarsi dal consumo eccessivo di frutta. Davanti alla scelta è quindi preferibile un frutto intero con buccia ad una spremuta.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Umeboshi: cosa succede se ne mangi una al giorno

Scegliere i frutti giusti. Se si sta seguendo una dieta è meglio non scegliere i frutti più zuccherini. Molto meglio optare per mele o frutti di bosco, in grado di soddisfare mente e palato senza innalzare la glicemia. E quando si ha proprio voglia di una fetta di anguria o di una banana? I consigli qui sopra possono rendere anche queste alternative delle valide scelte. Se si mangia la frutta da sola, però, molto meglio optare per una mela. Anche il senso di appagamento sarà migliore.

Questi consigli si riferiscono a persone sane che non hanno patologie di alcun tipo. È bene ricordare che se si vuole seguire una dieta è preferibile chiedere sempre il parere di un nutrizionista e che in caso di patologie, prima di scegliere di apportare dei cambiamenti alla propria alimentazione è necessario chiedere un parere al proprio medico curante. Non esiste infatti una soluzione che sia valida per tutti e per garantirsi una vita sana e in piena forma è sempre meglio indagare che andare a tentoni.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Acqua: ecco perché dovresti berla ogni mattino al risveglio
Leggi anche -> Tè matcha: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina
Leggi anche -> Zucchero: ecco quello che mangi senza saperlo