Alga wakame: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla in cucina

0
63

L’alga wakame è un alga molto usata in Giappone. Scopriamone insieme le proprietà, le eventuali controindicazioni e tutte le curiosità che la riguardano.

wakame Fonte: Istock photos

L’alga wakame (il cui nome scientifico è undaria pinnatifida) è un tipo di alga bruna che si trova tra fondali rocciosi di alcuni paesi dell’Asia come il Giappone, la Cina e la Corea. Molto usata in cucina, viene mangiata quasi giornalmente sopratutto in Giappone dove è nota per le sue proprietà ricostituenti e per gli effetti benefici che, in generale, ha sull’organismo. Come ogni alimento, anche l’alga wakame può avere delle controindicazioni. Scopriamo quindi tutto quello che c’è da sapere su questa particolare alga, partendo dai valori nutrizionali e continuando con i benefici che apporta e i modi di usarla in cucina.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Prugne umeboshi: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle

Se vuoi restare aggiornata su tutto ciò che riguarda le proprietà degli alimenti e i rimedi naturali CLICCA QUI!

Tutto sull’alga wakame: proprietà, controindicazioni, curiosità e ricette

wakame Fonte: Istock photos

La wakame è un’alga bruna che in Giappone gioca un ruolo fondamentale nell’alimentazione, venendo subito dopo l’alga nori e l’alga kombu, dalla quale si differenzia per avere una sorta di nervatura centrale invece che essere del tutto liscia.
Raccolta in primavera, nel paese del Sol levante viene venduta fresca insieme alle verdure e successivamente cotta mediante una semplice scottatura, in modo da mantenerne intatte le tante proprietà. All’estero, arriva invece essiccata.
Ricca di proprietà benefiche viene usata per lo più come ricostituente, oltre ad essere consigliata come fonte proteica.
La dose media consigliata per le alghe essiccate va dai due ai quattro grammi al giorno.

Calorie e valori nutrizionali
L’alga wakame contiene all’incirca 45 calorie per 100 grammi. Tali indicazioni cambiano, però, qualora invece di trovarle essiccate si usano quelle già pronte che contengono altri ingredienti come olio, zucchero o aspartame etc… In tal caso il quantitativo calorico tende a salire, così come altri valori nutrizionali come i grassi e i carboidrati.
Andando alle proprietà, l’alga wakame è, come già detto, ricca di proteine. Contiene inoltre magnesio, calcio, fosforo e ovviamente sodio.
Tra le vitamine, vanta la presenza della A, della J, e del beta carotene. Altre vitamine come quelle del gruppo B sono presenti in quantità minori. Tra gli aminoacidi presenti vanno ricordati l’arginina, la tirosina, la blicina, la fenilalanina, il triptofano e la fucoxantina.

Proprietà e benefici

Fonte: Istock photos

L’alga wakame ha svariate proprietà benefiche. Tra queste le più note sono:

  • È ricca di antiossidanti e svolge quindi un effetto anti age
  • Aumenta il senso di sazietà
  • Funge da ricostituente specie se si hanno problemi a pelle, unghie e capelli
  • Aiuta a ridurre o a prevenire la sindrome metabolica
  • Fa bene al cuore
  • Stimola la circolazione sanguigna
  • Dona energia
  • Allevia i sintomi del reflusso gastroesofageo e dell’ernia iatale
  • Fa bene alle ossa
  • Riduce la formazione di gas intestinali
  • Stimola l’evacuazione
  • Contribuisce a tenere sotto controllo il colesterolo
  • Fa bene al fegato
  • Facilita la digestione
  • Viene considerata utile per accelerare il processo di dimagrimento in chi sta seguendo una dieta
  • Grazie alla fucoxantina inibisce l’accumulo di grasso
  • Riduce la concentrazione di glucosio dopo i pasti, allontanando così il rischio di diabete 2
  • Riduce la pressione arteriosa
  • Secondo alcuni studi ha delle proprietà anti tumorali

Controindicazioni
L’alga wakame, in quanto alga, contiene del sale. Per questo motivo chi ha problemi con questo alimento, prima di consumarla, dovrebbe rivolgersi al proprio medico curante. La stessa cosa vale per chi è in stato di gravidanza o ha problemi alla tiroide. Sebbene quest’alga sia considerata come un regolatore delle funzioni tiroidee, chi ha problemi in tal senso potrebbe infatti avere maggiori scompensi, motivo per cui è bene chiedere un parere al medico curante, in modo da capire se è possibile introdurla nella propria alimentazione e, in caso, in che quantità.

POTREBBE INTERESSARTI ANCHE -> Alga kombu: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarla in cucina

Come assumere l’alga wakame e curiosità

L’alga wakame, nel nostro paese si può trovare sotto forma essiccata o già pronta e condita, un po’ come quella che si può consumare al ristorante. Quella essiccata va consumata dopo averla tenuta in ammollo. Può essere usata per insaporire zuppe e minestre o per arricchire insalate e altri piatti. In commercio esistono anche degli integratori a base di alga wakame. In tal caso, però, è sempre megli informare il proprio medico prima di assumerli.

Andando alle curiosità

  • Chi ha familiarità con la cucina giapponese avrà già riconosciuto questa particolare alga che viene servita quasi sempre come antipasto nei ristoranti giapponesi sotto il nome di goma wakame.
  • L’alga wakame, in Giappone viene consumata subito dopo la Nori e la Kombu. Nei paesi occidentali, invece, viene scelta per prima grazie al sapore più delicato e di conseguenza più gradito.
  • Per quanto assurdo possa suonare, l’alga wakame si trova nella lista delle 100 peggiori specie invasive del mondo. Negli ultimi anni si è infatti diffusa anche in altre parti del mondo e la Nuova Zelanda la considera una specie indesiderata.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI

Leggi anche -> Soia: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarla
Leggi anche -> Bacche di goji: proprietà, benefici, controindicazioni e come mangiarle
Leggi anche -> Latte di soia: proprietà, benefici, controindicazioni e come usarlo in cucina