Home Bellezza Capelli Come curare i capelli ricci: tutti i trucchi e i consigli pratici

Come curare i capelli ricci: tutti i trucchi e i consigli pratici

CONDIVIDI

Come curare i capelli ricci: i migliori trucchi dell’hair stylist e i consigli pratici da adottare a casa, per ricci sublimi e lucenti sempre

come curare i capelli ricci (istock Photos)

Spesso quando si parla di capelli si pensa al liscio ma i capelli, quelli ricci, sono molto belli se tenuti come da dovere. Chi ha capelli ricci lo sa, la cura per il riccio richiede tempo e sapienza, esperienza e molta pazienza. Non tutti i capelli ricci sono uguali e il detto “ogni riccio un capriccio” ne è la prova. Molte donne  hanno capigliature ricce che di riccio è rimasto ben poco, vediamo in giro capigliature arruffate, spente e ricci che hanno perso la loro elasticità e volume. Perché succede? Semplicemente perché non si conoscono i trucchi giusti. Per esempio non pettinare i capelli ricci quando sono asciutti! Potrebbe essere un consiglio da quattro soldi ma così non è. Il capello riccio, a differenza di quello liscio, ha tutt’altra storia. La cura dei capelli ricci è molto diversa da chi ha capelli lisci, così come i prodotti da utilizzare per avere quella lucentezza e morbidezza tipica dei migliori saloon di bellezza. Oggi parliamo di come curare i capelli ricci, i trucchi dei migliori hair stylist e i consigli pratici per avere sempre una chioma da Leone, vigorosa, splendida e lucente!

Come curare i capelli ricci: i trucchi di styling corretti

capelli ricci, i consigli dell’hair stylist (Istock)

Chi ha una testa piena di riccioli, spesso desidera i capelli lisci più facili da domare. Ma non è necessario! La cura adatta e i trucchi di styling corretti ti renderanno in grado di controllare le tue onde selvagge e trasformeranno i tuoi capelli fragili e crespi in soffici, setosi riccioli. Scopri come curare i tuoi capelli ricci con pochi semplici accorgimenti. Da dove partire per avere dei riccioli d’oro? Sicuramente dall’asciugatura!

Il giusto trattamento per capelli ricci parte già dall’asciugatura. I capelli ricci tendono a diventare secchi e spesso hanno bisogno di cure. I riccioli non circondano strettamente la testa come succede con i capelli lisci ed hanno, di conseguenza, un contatto limitato con il sebo condizionante del cuoio capelluto. I cerchi naturali dei capelli ricci contribuiscono alla creazione di uno strato di forfora meno regolare che li rende ipersensibili a influenze dannose. Proprio per questo motivo i capelli ricci andrebbero trattati con delicatezza quando sono ancora bagnati. Quindi come procedere?

1. Come lavare i capelli ricci

capelli ricci come lavarli (Istock photos)

  • Come prima cosa avvolgili con l’asciugamano premendolo delicatamente in modo che assorba l’acqua dopo il lavaggio senza asciugarli mai con eccessiva forza.
  • Un pettine con denti larghi è consigliato per togliere i nodi dei riccioli, in alternativa usa le dita per districarli dai nodi, così eviterai che i capelli si spezzino e preserverai la forma dei tuoi ricci.
  • Non usare spazzole: spazzolando i capelli ricci, le ciocche si separerebbero troppo facendo sembrare i tuoi capelli ispidi e gonfi.
  • Prima di lavare i capelli usa il balsamo:Nella doccia infila una cuffia. Prima lava il corpo e poi occupati dei tuoi capelli. Il vapore della doccia aiuterà a bloccare l’umidità (che evita l’effetto crespo).
  • Mescola poco shampoo senza solfati con una modesta quantità di balsamo: così intanto idraterai i capelli. Applica la miscela a partire dalla sommità della testa, massaggia accuratamente il cuoio capelluto, concentrandoti soprattutto dalle radici (la zona più grassa) e dopo pochi minuti prosegui verso le punte. Questo ti permetterà di lavare i tuoi capelli senza privarli di quegli oli naturali che evitano la secchezza e la fragilità.
  • Se hai capelli molto secchi: passa direttamente al balsamo e salta lo shampoo. Lava i capelli con il balsamo o una o più volte a settimana per evitare che si gonfino. Se i tuoi capelli sono poco umidi e hanno pochi oli naturali, non è necessario lo shampoo.
  • Non pettinare mai i capelli da asciutti: usa il pettine largo solo quando fai lo shampoo sotto la doccia e mai dopo l’asciugatura. Così eviterai che i ricci si sfaldino e formino quell’effetto crespo tanto odiato e brutto da vedere!

Potrebbe interessarti anche: Capelli, quando è meglio tagliarli in base alle fasi lunari

2. L’asciugatura ad aria per i capelli ricci e i vari tipi di asciugatura

Asciugatura capelli ricci Photo by iStock

Quando si parla di cura dei capelli, i riccioli adorano una ricca nutrizione. E’ praticamente impossibile idratare troppo i capelli ricci. Gli shampoo e i risciacqui con lipidi naturali come per esempio burro di Karité, olio di Jojoba oppure olio di Macadamia, rivestono ogni singolo capello di una luccicante pellicola trasparente. Questo assicura che la struttura dei tuoi capelli sia mantenuta. Anche i prodotti per lo styling dovrebbero essere appositamente studiati per capelli ricci, in modo da lasciare i riccioli elastici senza seccare o rovinare i capelli. Il calore del phon secca ulteriormente i capelli ricci ed è anche per questo che dovresti lasciare che si asciughino da soli all’aria aperta. Oppure potresti usare l’asciugacapelli con il diffusore impostato a bassa temperatura.

La tecnica del Clipping per capelli ricci molto lunghi e piatti

Capelli ricci, tecnica di asciugatura (Istock)

Questa tecnica di asciugatura è adatta a quelle ragazze che hanno una chioma riccia molto lunga. La lunghezza dei capelli e, dunque la sua pesantezza, tenderà a far apparire i capelli piatti e senza volume. Questa tecnica consiste nell’asciugare i capelli pinzandoli con delle piccole clip direttamente alle radici, in questo modo i capelli rimangono “rialzati” e risultano molto meno piatti e più belli estaticamente Importante è però anche la preparazione al clipping perché se non si utilizzano i prodotti giusti la piega non regge ugualmente nonostante le clip. Dunque è importante procedere per step. Dunque, lavate bene i capelli, districateli con le dita evitando di spazzolare per “rompere” i ricci e applicate il vostro prodotto preferito, che sia una spuma o una crema per ricci che dia maggiore texture i capelli. Dividete poi tutti i capelli in circa 6 settori e sollevate delicatamente le ciocche applicando le clip, per asciugarli utilizzate il diffusore in modo tale da non scombinare il tutto modellando le lunghezze con le mani. Questa tecnica è molto adatta a chi ha capelli spessi.

Se vuoi restare aggiornato sulla categoria capelli, benessere e bellezza fai da te clicca qui!

La tecnica del Plopping per ridefinire il riccio

capelli ricci, l’asciugatura (Istock Photos)

Questa tecnica invece è perfetta per chi vuole ridurre il crespo e far sì che le onde siano morbide districate e fluenti.Quello di cui avrete bisogno è semplicemente una t-shirt dentro la quale avvolgere i capelli come un turbante. Prendete una maglietta di cotone, particolarmente comoda per il plopping per via delle maniche, oppure un asciugamano di microfibra abbastanza grande. Ora dovrete raccogliere i capelli come al solito ma di appoggiare la maglietta o l’asciugamano su un piano orizzontale, come il piano di una sedia, di un tavolo o del vostro letto. A questo punto avvicinatevi con la testa e fate in modo che i capelli, toccando la t-shirt, si arrotolino e si pieghino su loro stessi, restando sulla parte alta della vostra testa. Quando scioglierete il turbante i vostri capelli saranno dovranno essere asciutti se invece sono ancora umidi utilizzate un phon con diffusore.

La tecnica dello Scrunching per ricci voluminosi

capelli ricci, come asciugarli (Istock )

Questo metodo consiste esattamente nel prendere le ciocche dei capelli con il palmo della mano dal basso verso l’alto aiutandosi con una maglietta in cotone o un panno in microfibra. La differenza sta nella forma del riccio che alla fine dovrebbe apparire molto più definito e voluminoso. Ancora una volta ricordate di utilizzare ugualmente dei prodotti adatti allo styling per capelli ricci.

Potrebbe interessarti anche: Capelli ricci, trend 2019 per tutte le lunghezze e tutte le colorazioni

Curare i capelli ricci dopo l’asciugatura: i prodotti ravviva ricci

capelli ricci i prodotti da usare Istock Photos

Subito dopo l’asciugatura i capelli che siano ricci o lisci, sono magnifici ma, cosa succede il giorno seguente? Ci svegliamo con una capigliatura improponibile, ricci non più definiti e addio tempo perso! Niente panico, esistono prodotti e cure anche per il giorno dopo, consigli su come curare i capelli ricci anche dopo l’asciugatura per rimanere sempre come appena uscita dal parrucchiere!

Anzitutto usare degli spray appositi è fondamentale per avere sempre un riccio doc. Prodotti ravviva ricci quali spray, gel o creme  sono l’ideale sui capelli asciutti per rimediare il risultato disastroso di uno shampoo sfortunato o riprendere i capelli ricci spenti e/o poco definiti dei giorni post shampoo. La loro funzione è quella di ravvivare, ridisegnare il riccio perduto, mantenendolo elastico e definito. Possono essere definiti modellanti che eliminando l’odiato ed onnipresente effetto crespo donano lucentezza, definizione ed elasticità. Proprio come una sorta di “pillola del giorno dopo” sono un antidoto che non potete non includere nella vostra curly care. Esistono prodotti ravviva ricci specifici, pensati per questa precisa funzione che grazie alle proprietà degli ingredienti che contengono sono in grado di riprendere i capelli ricci e prodotti ravviva ricci fai da te realizzati combinando 2 o 3 ingredienti. Un esempio è il gel ‘aloe vera. Il gel estratto direttamente dalle foglie della pianta di Aloe vera, gode di proprietà idratanti, rivitalizzanti, rinforzanti e purificanti.  Contribuisce a ridurre il crespo, per questo motivo è estremamente versatile. Grazie alla sua consistenza leggera, è perfetto come prodotto ravviva ricci. Lo applico al mattino su quelle ciocche anteriori o della parte superiore della chioma che hanno perso la forma riccioluta; poi modello con le dita ogni ciocca.

Potrebbe interessarti anche: Forfora: shampoo all’aceto di sidro fai da te, la ricetta – VIDEO

Potrebbe interessarti anche:Balsamo all’olio di cocco per capelli crespi: la ricetta fai da te – VIDEO

Data la sua consistenza, può risultare troppo leggero per riprendere alcuni tipi di capelli ricci. In tal caso vi serve un po’ di tempo e la voglia di cimentarvi a gelificare il gel d’aloe aggiungendolo un po’ alla volta alla gomma xantana, una sostanza addensante e gelificante. Il gel più strong ottenuto si può ulteriormente arricchire con qualche ingrediente idratante come il miele che ammorbidisce, lucida e combatte il crespo e sostanze nutrienti come qualche goccia di olio vegetale a vostra scelta. Attenzione a non esagerare con le quantità, poiché il prodotto non prevede risciacquo.

Rimanendo in tema fai da te abbiamo lo spray ravviva riccio composto da acqua e glicerina. La glicerina è ottima per nutrire ed idratare i capelli secchi,  conferendo elasticità e morbidezza ed eliminando il crespo. Una spruzzatina all’occorrenza, ed il gioco è fatto.

Potrebbe interessarti anche: Capelli sani e forti con gli alimenti corretti: la salute inizia qui – VIDEO

I trucchi e le astuzie per la cura dei capelli ricci

capelli ricci, come curarli, i trucchi e le astuzie (Istock Photos)

  • Le piastre liscianti sono una grande fonte di stress per i tuoi capelli. Se proprio devi usarne una, fallo con moderazione e solo dopo aver usato un prodotto di cura termo protettivo.
  • Fare una morbida sfilatura donerà elasticità ai tuoi riccioli. Ricordati però di non tagliare eccessivamente lo strato più alto dei capelli per evitare il temuto ‘look da barboncino’
  • Preferisci le onde delle acconciature anni 20 ai boccoli? Allora spruzza uno spray arricciante sui capelli, pettinali con lo stile desiderato e usa le mollette per fissarli all’altezza del mento. In seguito, asciugali usando il diffusore e poi lasciali raffreddare. Per finire, rimuovi le mollette e pettina i capelli con molta attenzione
  • Hai i capelli crespi con ricci molto stretti e arruffati? Con i bigodini si possono trasformare in riccioli morbidi e fluenti. Come regola di base, più sono grandi i bigodini più i riccioli saranno morbidi e ricchi. I riccioli naturali tendono ad aggrovigliarsi meno quando pettinati dopo lo shampoo, spruzzali con un po’ di lacca e lasciali asciugare all’aria.
  • Con il giusto trattamento per i tuoi capelli ricci, puoi ricreare lo stile dei ricci sciolti che va tanto di moda ultimamente: metti un po’ di spuma sui capelli asciutti e arrotola ciocche grandi sui bigodini di carta. Passali con l’asciugacapelli per qualche minuto, lascia che si raffreddino, dopodiché togli i cartocci. Usa le dita per dare ai capelli lo stile desiderato senza spazzolarli.
  • Dopo avere asciugato i tuoi capelli raccoglili con uno chignon sopra la testa o una coda di cavallo. Questo eviterà che per effetto della gravità i capelli diventino crespi.
  • Usa l’olio di cocco per evitare alcuni ricci duri dopo averli sistemati: quindi applica un pugno di mousse o di crema su tutta la lunghezza dei capelli, dalle radici alle punte. Applica, poi, un po’ di olio sulle ciocche che senti un po’ rigide per ammorbidirle.
  • Prima di andare in palestra applica un balsamo idratante ai ricci e fai una coda di cavallo, il calore corporeo generato dall’allenamento aiuterà a bloccare l’umidità e manterrà i ricci morbidi. Dopo la palestra risciacqua il balsamo e lavali come sempre.
  • Usa una federa in raso o in seta sul tuo cuscino, non usare quella classica in cotone. Così i tuoi capelli non saranno al mattino arruffati e ingarbugliati da nodi.
  • Evita di lavare i capelli quando piove: Una miscela di balsamo a secco e acqua terrà lontano l’effetto crespo.

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI