Home Moda & Abbigliamento “Happy Daisy”: in Gran Bretagna, la prima baby modella con protesi

“Happy Daisy”: in Gran Bretagna, la prima baby modella con protesi

CONDIVIDI

Daisy May sarà la prima baby modella a sfilare con le protesi alle gambe, testimonial del noto marchio Lulu et Gigi. Commozione per il padre Alex, suo primo fan.

Daisy May durante un book (Instagram)

Sfilare alle più importanti Fashion Week, Parigi e New York, è un sogno di molti. Pochi riescono, però, a realizzarlo: è il caso di Daisy May, la prima baby modella che andrà in passerella con due protesi alle gambe.

La grande opportunità è arrivata per Daisy dopo essere entrata a far parte dell’agenzia di moda Zebedee Management, che lavora e sceglie soltanto persone con disabilità. Ambosessi, naturalmente. Questa realtà è la sola, per ora, a farlo in Gran Bretagna: scommettere su qualcuno che possa esprimere la sua bellezza attraverso tratti distintivi e non convenzionali. Accanto alla piccola, ormai lanciata verso la ribalta, c’è sempre suo papà Alex che, tra le altre cose, le cura il profilo social. L’account vanta più di un milione di followers.

Se vuoi rimanere aggiornato sulle principali notizie di attualità CLICCA QUI

“Sì merita quest’esperienza, ha lottato tanto per ottenerla. Ormai quando la gente la vede non dice più ‘Oh povera Daisy’ ma ‘Voglio essere come lei perchè ha così tanta energia”. Quello che può sembrare il giusto epilogo di una bella storia, in realtà è a tutti gli effetti un’opportunità professionale.

Daisy May: come abbattere i tabù con classe ed eleganza

Daisy May in uno scatto in cui mostra le protesi (Instagram)

Se è vero che il lavoro nobilita l’essere umano, Daisy sta per infrangere anche l’ennesimo tabù che vorrebbe le modelle con disabilità escluse da un certo tipo di ambiente – quello più glamour – per via della propria condizione. Niente meglio di una passerella può comunicare quanto le differenze siano una virtù piuttosto che un difetto.

Allora, per la piccola originaria di Birmingham, affetta da emimelia fibulare (malformazione congenita caratterizzata dall’assenza parziale o completa del perone), il giorno dei giorni è il 27 settembre. La giovane sarà testimonial del marchio francese Lulu et Gigi, in cima alla Torre Eiffel: “Daisy è una bambina che ama ciò che fa. Siamo pieni di orgoglio per tutta la consapevolezza che sta portando nel mondo”, ha detto Hegedus-Buiron, fondatrice del marchio.

Consapevolezza e orgoglio, dunque. Spesso i propri sogni basta solo andarseli a prendere, Daisy l’ha capito in tenera età, c’è chi ci impiega una vita affrontando anche ‘sfilate meno impegnative’ di questa. I problemi possono divenire nuove ed esaltanti opportunità.

Leggi anche –> “Fashion Victims: documentario sulle schiave della moda”

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google news, per restare sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI