Coppie omogenitoriali: ecco perché non è un problema che adottino dei figli

0
37

Nella nostra società sono sempre più numerose le coppie omosessuali che adottano dei figli. Molte persone lo accettano, altre credono ancora che sia scandaloso. Secondo l’American Psychological Association, non è un problema che le coppie omosessuali adottino figli.

coppie omogenitoriali: due padri con bambiniCoppie omogenitoriali: famiglia composta da due padri e due bambini – Fonte: Pixabay

Secondo un recente rapporto dell’Associazione American Psychological Association, che valuta numerosi studi psicologici e psichiatrici sull’argomento, non vi sono prove che l’adozione da parte di coppie omogenitoriali sia dannosa per i bambini. Infatti, lo studio dimostra che non ci sono differenze sostanziali tra lo sviluppo dei bambini con genitori dello stesso sesso e lo sviluppo dei figli di coppie eterosessuali. L’informazione non è nuova: un rapporto del Seminario di etica e bioetica dell’UNAM afferma che non ci sono ragioni obiettive per cui i bambini non debbano essere cresciuti da coppie omogenitoriali.

Tuttavia, i pregiudizi e le paure persistono. Si pensa che un bambino cresciuto da genitori dello stesso sesso possa soffrire di gravi disturbi, ma la scienza smentisce. L’Italia, nonostante le sue politiche pubbliche a favore della non discriminazione, è una nicchia di tali pregiudizi. Uno dei più importanti fattori che fanno si che ciò accada, è il fatto che ci siano troppe istituzioni e associazioni religiose.

Se vuoi essere informato su tutte le novità su Curiosità & Benessere  CLICCA QUI

Coppie omogenitoriali: ecco perché non sono un pericolo per i bambini

coppie omogenitoriali in Italia Famiglia formata da due madri e una bambina – Fonte: Pixabay

Il rapporto dell’ American Psychological Association è stato coordinato e scritto dalla dottoressa Charlotte J. Patterson. Dopo una rassegna della letteratura psicologica e psichiatrica sull’argomento, l’American Psychological Association giunge ad alcune importanti conclusioni. Sappiamo in anticipo che le coppie omogenitoriali e i loro figli sono spesso soggetti a pregiudizi che, in molti casi, hanno effetti discriminatori. Tuttavia, queste credenze non si basano quasi mai sull’esperienza personale, ma sono il prodotto della trasmissione culturale.

Così, la ricerca psicologica può valutare l’accuratezza o la precisione di tali credenze. Per cominciare, l’omosessualità è stata scartata come disturbo mentale nel 1973. I rapporti psichiatrici di bambini cresciuti da genitori omosessuali hanno cominciato a verificarsi durante i primi anni ’70.

Quali sono i pregiudizi che circondano i genitori omosessuali?

Molte persone vivono nella convinzione che l’omosessualità sia una malattia mentale. Il pensiero che le madri lesbiche siano meno materne delle donne eterosessuali è completamente errato.

Secondo la relazione, le donne omosessuali ed eterosessuali non sono state diverse nel loro approccio all’educazione dei figli. Inoltre, i rapporti romantici e sessuali delle donne lesbiche non sono un ostacolo alla loro capacità di educare i loro figli. Lo stesso vale per le coppie composte da due uomini, i quali sono perfettamente in grado di suddividere adeguatamente il loro tempo. È inoltre dimostrato che le coppie omogenitoriali sono in grado di fornire ambienti affettivi e di sostegno ai loro figli.

Il bambino sarà influenzato nella sua identità di genere? La risposta è no

Ci sono un certo numero di altre credenze sui genitori gay da considerare. La prima riguarda se l’identità sessuale del bambino può essere “danneggiata” dalla preferenza dei genitori. Il bambino non sarà assolutamente influenzato nella sua identità di genere, ciò significa che non diventeranno omosessuali solo perché hanno due genitori dello stesso sesso.
Un’altra paura della società è che i bambini in questione potrebbero essere più vulnerabili al collasso mentale, mostrando più difficoltà di adattamento o problemi comportamentali. D’altra parte, il timore che questi bambini siano stigmatizzati e provocati è reale. In Italia, ad esempio, ancora molte persone credono che avere due genitori dello stesso sesso sia una vergogna. Di conseguenza, i figli di queste persone, stando a contatto con un bambino che ha due madri o due padri, tendono ad isolarlo o a prenderlo in giro. I bambini non hanno malizia e non sono cattivi, ma da piccoli sono lo specchio dei propri genitori.

Dunque, gli studi valutati sono chiari: tutti i bambini studiati, figli di coppie omogenitoriali, erano soddisfatti del loro sesso e non volevano appartenere al sesso opposto. D’altra parte, in termini di ruoli culturali di genere, non sono state riscontrate variazioni tra figli di madri omosessuali ed eterosessuali: tutti hanno le stesse preferenze per i giocattoli, le attività e le occupazioni. Inoltre, i dati non suggeriscono alti tassi di omosessualità tra i discendenti di genitori omosessuali.

Di: LUCIA SCHETTINO

Potrebbe interessarti anche >>>

CARO AVVOCATO: affido dei minori a genitori omosessuali

MATRIMONIO GAY: Obama si schiera a favore delle unioni omosessuali

FRANCIA: primo si a matrimonio e adozioni per omosessuali

Chedonna.it è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI